DAGONEWS! - IN QUEL DI COLOGNO CRESCONO I MALUMORI PROVOCATI DALL’APPRODO DI BELEN ALLA CONDUZIONE DELLE "IENE" SU DECISIONE DI PIERSILVIO BERLUSCONI - IL GIORNO DELLE PROVE, L'ARGENTINA SI E' PRESENTATA CON QUASI DUE ORE DI RITARDO. IN UN'ALTRA OCCASIONE HA FATTO FARE ANTICAMERA ALLA DIRETTRICE DI ITALIA1, LAURA CASAROTTO - BELEN, CHE HA DELUSO LE ASPETTATIVE, HA OBBLIGATO GLI AUTORI DI STUDIO A LIVELLARE VERSO IL BASSO I SUOI TESTI - COSA FARÀ DAVIDE PARENTI?

Condividi questo articolo


Dagonews

belen belen

 

In quel di Cologno si mormora dei malumori provocati dall’approdo di Belen alla conduzione delle Iene su decisione di Piersilvio Berlusconi, che inizialmente aveva altri nomi in mente. Il giorno delle prove, l'argentina si sarebbe presentata con quasi due ore di ritardo. In un'altra occasione, ha fatto fare anticamera alla direttrice di Italia1 Laura Casarotto. E poi il duo alla conduzione, Teo Mammucari e Belen, non sembra convincere nemmeno il pubblico.

 

teo mammucari e belen teo mammucari e belen

Belìn Belen ha obbligato gli autori di studio a livellare verso il basso i suoi testi avendo la showgirl argentina deluso le aspettative iniziali. Condurre "le Iene" sarà stato pure il suo sogno, ma in questi anni nonostante l'apprendistato da Maria De Filippi ha passato più tempo a sognare che studiare. Cosa farà Davide Parenti?

belen a le iene belen a le iene belen 1 belen 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

"DAVID PARENZO, MORALISTA PER FINTA E SERVILE PER DAVVERO" – IL RITRATTO AL VELENO BY LUIGI MASCHERONI – "IL MEZZOBUSTO, COMICO PER INTERO E TELEPROVOCATORE PERFETTO. HAI PRESENTE IL COMPAGNO DEL LICEO LECCACULO, SPIONE, RUFFIANO AL QUALE SPALMAVI LA SEDIA CON LA COLLA?" - "UNA VOLTA UN TASSISTA DI ROMA GLI DISSE: AHÒ, MA LEI NON È QUER COJONE COMUNISTA DE PARENZO? SCENDA SUBITO!" – L'INCONTRO CON NATHANIA ZEVI, LE INTEMERATE A "LA ZANZARA" (DA QUI IL DETTO: "PARENZO LO STRENZO") E QUELLA VOLTA CHE RIMASE CHIUSO AD AUSCHWITZ…

politica

È STATA LA MANO DI CRISTINA – TERREMOTO IN ARGENTINA: SI È DIMESSO IL MINISTRO DELL'ECONOMIA MARTÍN GUZMÁN, AFFONDATO DAI CONTINUI ATTACCHI DELLA VICEPRESIDENTE, LA PLURIINDAGATA PER CORRUZIONE CRISTINA KIRCHNER, CHE PUNTA A TORNARE AL POTERE – ORA IL PAESE RISCHIA UN DEFAULT PEGGIORE DI QUELLO DEL 2001: IN QUESTI GIORNI L'ORMAI EX MINISTRO GUZMÁN AVEVA UN APPUNTAMENTO PER RINEGOZIARE CON IL FMI UN PRESTITO DA 2 MILIARDI DI DOLLARI – LA TERZA ECONOMIA DELL'AMERICA LATINA HA IL SECONDO TASSO DI INFLAZIONE PIÙ ALTO TRA LE GRANDI ECONOMIE, PARI AL 60%, IN CONTINUA CRESCITA…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute