IL DIVANO DEI GIUSTI - PER GLI IRRIDUCIBILI DEL PORNO E DEL NUDO A OGNI COSTO PASSANO ANCORA UNA VOLTA “LA FINE DELL’INNOCENZA” E “VELLUTO NERO” CON LA COPPIA ANNIE BELLE - LAURA GEMSER. NOTEVOLE UNA SCENA COL FOTOGRAFO CHE OBBLIGA LAURA GEMSER A POSARE NUDA DAVANTI A DECINE DI CADAVERI AMMASSATI AL SOLE - PENSO CHE SIA MEGLIO BUTTARSI SUL VECCHIO CLASSICO DEL CANNIBAL MOVIE “MANGIATI VIVI” DI UMBERTO LENZI. GRANDI SCENE DI SESSO CON JANET AGREN TUTTA DIPINTA D’ORO. E GRANDI SCENE DI CANNIBALISMO CON PAOLA SENATORE E LA MANGIATISSIMA ME ME LAY – VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

 

Marco Giusti per Dagospia

 

marco giusti marco giusti

Primo gossip veneziano. Vado a un’anteprima romana, ieri, e vengo bloccato da una ufficio stampa un po’ sprovveduta con tre simpatiche domande. Chi ti ha invitato? Ma tu ci vai a Venezia? Per chi scrivi, scusa? Mancava solo il classico Ma tu chi cazzo sei? Ho risposto, in ordine, boh? Sì, vado a Venezia e scrivo per Dagospia, conosce?

 

THE CHAIR THE CHAIR

Lei ha fatto una telefonata a qualche capo e mi ha fatto entrare. Ora. Non è che fosse un’anteprima così esclusiva e dentro ci fossero i critici del New Yorker o di Liberation. Potevo chiamare il regista e il produttore per farmi invitare, ma ho preferito non disturbare nessuno, pensando di essere un vecchio giornalista che gli uffici stampa conoscono. Scrivo di cinema tutti i giorni da quando avevo 18 anni. A quasi 68 ho capito che non è servito a molto. Quando sono uscito non ho salutato.

SANDRA OH - THE CHAIR SANDRA OH - THE CHAIR

 

Mi sono consolato, ieri sera, e se non l’avete ancora vista ve la consiglio, la divertente e sofisticata serie con i professori universitari americani in crisi su Netflix, “The Chair”, interpretata da Sandra Oh come la nuova direttrice dell’Università, donna e orientale, Jay Duplass, come il professore fascinoso che è rimasto vedova e non riesce a riprendersi, Nana Mensah, la collega nera che la nuova direttrice vuole fare assumere, David Morse come il preside, e i vecchi professori pronti alla pensione, Bob Balaban e Holland Taylor.

 

chuck norris delta force 1 chuck norris delta force 1

Tutti bravissimi. Ideata e scritta da un’attrice, Amanda Peet e da Anna Julia Wyman, è costruita come “Il metodo Kominsky”, poche puntate di 30 minuti assolutamente godibili.

 

Stasera, in chiaro, ho il film per voi. E’ “Delta Force” di Menahem Golan con Chuck Norris, Lee Marvin, Martin Balsam, grande action movie col gruppo di specialisti che libera un aereo preso in ostaggio da terroristi palestinesi prodotto dalla Cannon Film dei cugini israeliani Golan e Globus, Paramount alle 21, 10, seguito da “Delta Force 2”.

 

 

paola cortellesi antonio albanese mamma o papa paola cortellesi antonio albanese mamma o papa

Proprio in questi giorni Quentin Tarantino che, magari non farà più film, ma parla un po’ di tutti, ha presentato al Jerusalem Film Festival un omaggio a Golan e Globus con copie della sua collezione personale. C’era anche “Delta Force”, ovviamente.

 

chuck norris delta force chuck norris delta force

“La stampa americana li prendeva in giro”, ha detto, “anche se stavano spendendo un'enorme quantità di denaro di pubblicità nei giornali. Variety non ha mai guadagnato così tanto come faceva ai tempi della Cannon e la comunità di Hollywood li prendeva in giro e non li prendeva sul serio, francamente, in modo antisemita e c'era questo, 'Chi cazzo sono questi joker israeliani?'… Quello che io e Roger Avary abbiamo visto erano due ragazzi che cercavano di affrontare l'industria e fare i film che volevano fare. ... Pensavamo che le uniche persone che ci avrebbero dato una possibilità fossero Menahem e Yoram”. Non vi va? Posso capire.

mamma o papa mamma o papa

 

Canale 5 alle 21, 20 offre “Mamma o papà”, commedia di Riccardo Milani con la coppia Paola Cortellesi – Antonio Albanese un attimo prima di esplodere con “Come un gatto in tangenziale”. Il film è una versione quasi fotocopia di un grande successo francese, “Maman ou Papa?”, adattata però alle forti personalità dei suoi due protagonisti.

 

La maggior variante è che la coppia di genitori separati che si contendono i figli, pronta a scannarsi piuttosto che a cedere, è veneta, di Treviso, e i due attori parlano in trevigiano un po’ come in “Signore e signori” di Pietro Germi. Anche se qualcosina del capolavoro di Germi è nell’aria, ci sembra che l’interesse maggiore di Milani sia nel buon funzionamento della coppia comica, ancora non rodata come nei due “Gatti” e nell’attenersi scrupolosamente alla sceneggiatura originale francese.

emilia clarke terminator genesys emilia clarke terminator genesys

 

Al punto che molte situazioni, e perfino ambientazioni sono proprio identiche. C’è molta cura, però, nella scelta del cast di contorno. Il ginecologo Albanese ha come amante la giovane e bella Matilde Gioli, mentre l’ingegnere Cortellesi ha come superiore un arcigno Carlo Buccirosso, assolutamente favoloso, e come partner di lavoro Claudio Gioè. Ma la sostanza non cambia.

 

terminator 2. terminator 2.

 Magari preferite il classicone “Alien Vs Predator” di Paul Anderson con il nostro Raoul Bova e Lance Henriksen, Rai 4 alle 21, 20, o il tardissimo “Terminator: Genisys” di Alan Taylor con Arnold Schwarzenegger e la bella Emilia Clarke fresca di “Trono di spade”, Italia 1 alle 21, 20, seguito poi alle 23 dal bellissimo, quello sì, “Terminator 2” di James Cameron. Vedi un po’…

 

terminator genisys terminator genisys

Su Iris trovate due western con indiani, alle 21,“Rullo di tamburi” di Delmer Daves con Alan Ladd, che non era un grande attore, Audrey Dalton e un Charles Bronson ancora nel ruoli dell’indiano che non apre bocca, alle 23 “L’indiana bianca” di Gordon Douglas con Guy Madison, Frank Lovejoy, Vera Miles e Helen Westcott, con i cowboy che devono liberare due bianche rapite dagli indiani e ormai grandine. Ovvio che me li rivedrei.

 

alien vs predator alien vs predator

 

Tv2000 presenta alle 21 un filmone di Fred Zinneman premiato con ben otto Oscar, “Da qui all’eternità” con Burt Lancaster e Deborah Kerr che fanno l’amore sulla spiaggia delle Hawaii prima di Pearl Harbour in una delle scene più famose della storia del cinema, Montgomery Clift, Ernest Borgnine e Frank Sinatra che soffiò il ruolo a Eli Wallach.

 

eva green the dreamers 2 eva green the dreamers 2

Ottimo anche “The Dreamers”, girato da Bernardo Bertolucci con un occhio alla Nouvelle Vague, che ricostruisce il 68 e il triangolo amoroso e incestuoso formato dai fratelli Eva Greeb. Louis Garrell e dall’americano Michael Pitt, Cine 34 alle 21. Eva Green era di una bellezza sconvolgente.

 

michael pitt the dreamers michael pitt the dreamers

Non è male “Borg McEnroe” di Janus Metz Pedersen, cronaca di una celebre sfida tennistica con Svennir Gudnason, Shia Le Beouf e Stellan Skarsgaard, Rai Movie alle 21, 10. Passa anche il giallo “Doppia colpa” di Simon Kaijser con Guy Pearce, Pierce Brosnan, Minnie Driver, Rai Tre alle 21, 20, l’action spionistico non riuscitissimo “Night & Day” del pur eccellente James Mangold con Tom Cruise agente segreto in missione e Cameron Diaz, canale Nove alle 21, 25.

 

annie belle al cliver la fine dell'innocenza annie belle al cliver la fine dell'innocenza

 

In seconda serata sarebbe da rivedere “Alien3” diretto da David Fincher con Sigourney Weaver, Charles Dance e Lance Henriksen, Rai 4 alle 23.Per gli irriducibili del porno e del nudo a ogni costo passano ancora una volta due film con Annie Belle, su Cielo alle 23, 05 “La fine dell’innocenza” di Massimo Dallamano con Ciro Ippolito che non fa il padre scopatore, ogni volta sbaglio, uffa…, ma il giovane scopatore che Annie Belle incontra a Hong Kong, e si Cine 34 alle 23, 10 “Velluto nero” diretto da Brunello Rondi, prodotto da Alfredo Bini con la coppia Annie Belle - Laura Gemser presentate come Laure e Emmanuelle.

 

ufo… ammazzate shado. stop. uccidete straker ufo… ammazzate shado. stop. uccidete straker

Notevole una scena col fotografo che obbliga Laura Gemser a posare nuda davanti a decine di cadaveri ammassati al sole. Bruno Mattei, montatore del film, lo ricorda come “orrendo, tutto slegato, abbiamo dovuto fare un sacco di cambiamenti”, mentre Annie Belle ricorda Brunello Rondi, fratello di Gianluigi Rondi, critico democristianissimo, imbarazzato di fronti a tanti attori e attrici nude. E “non c’era un lavoro psicologico da parte del regista sul personaggio”. Beh, certo Rondi non era Pasolini.

 

laura gemser velluto nero 2 laura gemser velluto nero 2

Altri occhi guarderanno invece alla stessa ora si Rai Uno “Le lettere di Madre Teresa” di William Riead con Juliet Stevenson, Rutger Hauer e Max Von Sydow. Ritroviamo Ben Affleck nella doppia veste di attore e regista nel noir anni ’20 tratto da un romanzo di Dennis Lahane “La legge della notte” con Zoe Saldana, Sienna Miller, Elle Fanning, Rete 4 alle 00, 10.

 

eva green the dreamers 3 eva green the dreamers 3

Su Cielo all’1, 05 ritorna Beatrice Dalle come strega scostumata in “La visione del sabba” di Marco Bellocchio. Quando l’ho visto io qualche mese fa mancavano tutte le scene finali, era un film massacrato. Dubito che siano stati reinserite. I fan del cinema d’arte apprezzeranno sicuramente “Forza maggiore”, il film che rivelò Ruben Ostlund in quel di Cannes, Rai Movie all’1,05. Una coppia nordica con figli si ritrova a sciare in un bel posto di montagna, quando il comportamento vigliacco del marito di fronte a una valanga che poteva essere fatala rivela agli occhi della moglie la verità sull’uomo che ha di fronte.

 

mak pigreco 100 mak pigreco 100

Rarissimo, anche se penso terribile, il romanzetto sentimentale con militari “Mak Pigreco 100” di Antonio Bido con Rosita Celentano e Christophe Bouquin, Cine 34 alle 2, 40. Rete 4 alle 3 si aggrappa al pur fondamentale ma stravisto “Pierino colpisce ancora” di Marino Girolami con Alvaro, Rai Movie alle 3, 15 presenta un altro film della serie UFO dal titolo assurdo, “UFO… ammazzate SHADO. Stop. Uccidete Straker”, composto da cinque episodi montati assieme.

 

 

me me lay mangiati vivi me me lay mangiati vivi

Penso che sia meglio buttarsi sul vecchio classico del cannibal movie “Mangiati vivi” di Umberto Lenzi con Robert Kerman alias Roberto Bolla e la stupenda Janet Agren che cerca la sorella Paola Senatore in mezzo mondo.

 

La trovano nel gruppo di pazzi seguaci di un simil reverendo Jim Jones, il predicatore pazzo che liquidò la sua setta con un suicidio di massa, interpretato qui da un invasato Ivan Rassimov e il solito gruppone di cannibali voraci.

 

Grandi scene di sesso con Janet Agren tutta dipinta d’oro e preparata per il reverendo. E grandi scene di cannibalismo con Paola Senatore e la mangiatissima, in ogni film, Me Me Lay, Iris alle 4, 15. Scordavo, Me Me Lay, che venne anche a Stracult in una celebre puntata sui cannibal movie, era una tranquillissima vigilessa londinese. 

mangiati vivi mangiati vivi mangiati vivi 5 mangiati vivi 5 paola senatore mangiati vivi! paola senatore mangiati vivi! mangiati vivi mangiati vivi janet agren mangiati vivi! janet agren mangiati vivi!

paola cortellesi mamma o papa paola cortellesi mamma o papa the dreamers the dreamers eva green the dreamers eva green the dreamers laura gemser velluto nero 1 laura gemser velluto nero 1 velluto nero 2 velluto nero 2 velluto nero velluto nero velluto nero velluto nero laura gemser velluto nero laura gemser velluto nero la fine dell’innocenza la fine dell’innocenza la fine dell’innocenza 2 la fine dell’innocenza 2 the dreamers the dreamers la fine dell'innocenza la fine dell'innocenza alien vs predator. alien vs predator. terminator genisys. terminator genisys. terminator 2 terminator 2 linda hamilton terminator 2 linda hamilton terminator 2 delta force delta force chuck norris delta force 2 chuck norris delta force 2 emilia clarke terminator genesys emilia clarke terminator genesys delta force delta force rosita celentano mak pigreco 100 rosita celentano mak pigreco 100

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

DOVE VAI IN VACANZA? A GRADO! – LO STORICO DELL'ARTE LUIGI FICACCI: "PROPRIO DOVE L’ADRIATICO SI CONCLUDE IN UNA LAGUNA SI POSSONO RINTRACCIARE I CARATTERI DELLA PIÙ ELEVATA CIVILTÀ BIZANTINA, IN UN AVORIO CONSERVATO AL BRITISH MUSEUM. E’ MOLTO PROBABILE CHE NEL VII SECOLO, QUELLA TAVOLETTA VENISSE ESEGUITA E INSERITA IN UNA CATTEDRA VESCOVILE EBURNEA, DEDICATA ALL’APOSTOLO PIETRO – E POI LA CATTEDRALE DI SANT'EUFEMIA, LA BELLISSIMA CHIESA DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE, IL CAMPO DEI PATRIARCHI, UN ORGANISMO URBANO CHE…" - VIDEO

salute