ECCO COME SERGIO LEONE RIUSCÌ A SCAMPARE AL MASSACRO DI “CIELO DRIVE” IN CUI FU UCCISA SHARON TATE - IL REGISTA, TRAMITE LO SCENEGGIATORE LUCIANO VINCENZONI, FU INVITATO A UN DOPOCENA A CASA DELL'ATTRICE, LA SERA DELL’8 AGOSTO 1969, PROPRIO QUANDO I MEMBRI DELLA FAMIGLIA MANSON FECERO IRRUZIONE - ALL’ULTIMO MOMENTO I PIANI CAMBIARONO PERCHE’ ARRIVO’ LA TELEFONATA DI…

Condividi questo articolo

LA NOTTE IN CUI MORI’ LA MOGLIE DI POLANSKI

Estratto del libro “Sergio Leone - Perché la vita è cinema” di Fabio Santini

 

SERGIO LEONE SERGIO LEONE

‘C’era una volta il West’ incassa in Italia 2miliardi 503milioni di lire. Ma nel mondo non si saprà mai con assoluta certezza a quanto ammonta l’imperitura rendita di quel film. Sì perché, non più tardi di qualche anno fa, il film veniva proiettato in prima visione in molti paesi asiatici con i sottotitoli nella lingua locale. Leone ha in testa un chiodo fisso: ‘The Hoods’, da cui vuole sviluppare la trama per un suo film sull’America dai tempi esattamene come la concepisce lui, cioè dai tempi del proibizionismo, gli Anni ’20, ’30, agli Anni ‘60.

FABIO SANTINI - SERGIO LEONE PERCHE LA VITA E CINEMA FABIO SANTINI - SERGIO LEONE PERCHE LA VITA E CINEMA

 

Le major vorrebbero affidare a Leone un ennesimo western, o un film su una storia di mafia. E in pratica la sensazione che si coglie negli incontri che il regista tiene con i pezzi grossi della cinematografia americana è: noi ti facciamo fare ‘The Hoods’ ma prima ci devi dare un altro film. E’ il 7 agosto del ’69, Leone è in viaggio di lavoro negli Stati Uniti dove ormai è una celebrità.

sharon tate 2 sharon tate 2

 

Luciano Vincenzoni riceve un invito per un dopocena da uno scrittore americano suo amico. L’appuntamento è a casa di Sharon Tate la sera dell’8 agosto. La Tate é moglie di Roman Polanski, attrice interessante e non priva di fascino. “Dai Sergio – gli dice Vincenzoni – andiamo a farci un drink a casa Polanski, magari incontriamo gente che ci interessa”.

 

Leone accetta senza eccessivo entusiasmo: “Beh, se proprio dobbiamo, andiamoci”. Il giorno dopo Vincenzoni riceve un altro invito. Un produttore importante di Hollywood gli offre di trascorrere il weekend a casa sua. E lo sceneggiatore accetta. Così a Leone tocca l’ingrato compito di andarci da solo a quel party. La mattina del 9 agosto, Vincenzoni apprende dalla televisione del massacro compiuto dalla Famiglia di Charles Manson a casa della moglie di Polanski. La Tate é incinta di 9 mesi ma i suoi aguzzini non hanno alcuna pietà. E la trucidano con 16 coltellate.

 

sergio leone sergio leone sharon tate 4 sharon tate 4

Tutti gli invitati vengono letteralmente fatti a pezzi dalla furia omicida di quel gruppo criminale e satanista. Lo sceneggiatore è terrorizzato. Pensa che nell’eccidio abbia trovato la morte anche Leone. Gli telefona. E il regista gli risponde serafico: “Ma te pare che io vada a una festa da solo in mezzo a gente che non conosco con il mio inglese che è quello che é. Così me ne sono stato in albergo a vedermi un film…”. “E pensare che mi sentivo in colpa per avergli dato buca – conclude Vincenzoni – e invece quel bidone gli ha salvato la vita…”.

sharon tate e roman polanski 7 sharon tate e roman polanski 7 luciano vincenzoni luciano vincenzoni sergio leone, luciano vincenzoni sergio donati, james coburn rod steige sergio leone, luciano vincenzoni sergio donati, james coburn rod steige Luciano Vincenzoni Luciano Vincenzoni sharon tate e charles manson sharon tate e charles manson sharon tate uccisa dalla manson family sharon tate uccisa dalla manson family sharon tate sharon tate SHARON TATE SHARON TATE sharon tate sharon tate sharon tate 1 sharon tate 1 sharon tate 3 sharon tate 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute