“FATE LE BARRICATE, AVETE RAGIONE A RIBELLARVI” - ''STIFFELIO'' A PARMA CON IL PUBBLICO SUL PALCO, IL MAESTRO RICCARDO MUTI AI LOGGIONISTI: “INCREDIBILE. MA CHI È IL DIRETTORE D'ORCHESTRA CHE ACCETTA QUESTA COSA?”

Condividi questo articolo


 

Da la Stampa

 

MUTI MUTI

«Fate le barricate, avete ragione a ribellarvi». È l' invito indirizzato da Riccardo Muti ai loggionisti del teatro Regio di Parma. Secondo la rivista Classic Voice, il maestro ha ricevuto sabato scorso una delegazione di loggionisti che gli hanno spiegato come nella regia progettata dall'inglese Graham Vick dello Stiffelio, annunciato per il prossimo Festival Verdi al Teatro Farnese, il pubblico dovrà assistere all' opera in piedi, libero di muoversi all' interno dello spazio scenico tra i cantanti. Un progetto che ha irritato i loggionisti.

mahagonny di graham vick 3 mahagonny di graham vick 3

 

«Incredibile. Ma chi è il direttore d' orchestra che accetta questa cosa?», si è chiesto Muti che ha aggiunto: «Ho lavorato con Vick alla Scala per Macbeth e Otello, due esperienze positive. Ma a Salisburgo aveva rovinato il Flauto magico e io poi diressi l' opera con un altro regista, Pierre Audi. Avete ragione a ribellarvi».

 

Muti ha inaugurato sabato sera al Teatro Regio le celebrazioni per il 150 o anniversario della nascita di Arturo Toscanini.

STIFFELIO STIFFELIO

Affiancato da Harvey Sachs, autore di importanti studi su Toscanini e di una monumentale biografia di prossima uscita.

TEATRO REGIO DI PARMA TEATRO REGIO DI PARMA

 

Condividi questo articolo

media e tv

“IN RAI NON C'È CENSURA, MA RICERCA DEL PROFITTO E DELL’AUDIENCE” - FRECCERO INFILZA LUTTAZZI CHE LO HA ACCUSATO DI AVER CASSATO IL SUO PROGRAMMA SU RAI 2 NEL 2019 APPLICANDO “UNA CENSURA”: “LUTTAZZI CHIEDEVA UN COMPENSO DI BASE DI 100 MILA EURO A PUNTATA COME CONDUTTORE/AUTORE. ERA TROPPO, AL DI FUORI DELLA POSSIBILITÀ DELLA RETE. OGGI IL PROBLEMA PRINCIPALE DELLA RAI È QUELLO DI QUALSIASI AZIENDA CHE DEVE ESSERE PRODUTTIVA. PUÒ PAGARE COMPENSI ELEVATI SOLO IN PRESENZA DI UN RITORNO ECONOMICO” – E SULLA LINEA EDITORIALE…

politica

“OCCORRONO DISCIPLINA E CONTINUITÀ NEL COLTIVARE L'ODIO” -  PAOLO GUZZANTI RANDELLA GLI ODIATORI CHE GIOISCONO PER I MALANNI DI BERLUSCONI: “GODONO A ESERCITARE LA LORO PERVERSIONE, TRATTANDO LA SUA SOFFERENZA E MALATTIA COME PRETESTI DI UN FURBO SCOLARO CHE CERCA SCUSE PER NON PRESENTARSI ALLA MILIONESIMA UDIENZA. NON SCRIVO CERTO PER BERLUSCONI, MA PER I MIEI COMPATRIOTI PIÙ GIOVANI CHE NON HANNO LA PIÙ PALLIDA IDEA DELLA TERRIBILE STORIA DI UN PAESE CRESCIUTO NELLA CULTURA DEL DISPREZZO…”

 

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute