FLASH! È PRATICAMENTE SALTATO L’ORGANIGRAMMA DELLA FUTURA RAI CHE GIORGIA MELONI AVEVA CONCORDATO CON MATTEO SALVINI. L’UNICO PUNTO FERMO È LA NOMINA DI GIAMPAOLO ROSSI COME PROSSIMO AMMINISTRATORE DELEGATO. LA PAROLA D’ORDINE PER LE NOMINE A VIALE MAZZINI È: “VEDIAMO DOPO LE EUROPEE”. “TELE-MELONI” PRENDERÀ FORMA NON PRIMA DI LUGLIO VISTO CHE LA DUCETTA NON VUOLE CONCEDERE REGALINI NÉ A FORZA ITALIA, NÉ ALLA LEGA, NÉ AI CINQUESTELLE…

-

Condividi questo articolo


 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)