“CREDO NELLE ROVESCIATE DI BONIMBA E NEI RIFF DI KEITH RICHARDS” - IL MONOLOGO DI "RADIOFRECCIA" VIENE INSERITO NELLO SPOT ELETTORALE DELLA LEGA E LIGABUE, STEFANO ACCORSI E IL PRODUTTORE PROCACCI DIFFIDANO SALVINI DALL’UTILIZZO DEL BRANO TRATTO DAL FILM - "E' STATO ILLEGITTIMAMENTE INSERITO ALL’INTERNO DI UN VIDEO ELETTORALE ATTUALMENTE DIFFUSO SU TUTTI I SOCIAL MEDIA E RIPRESO DALLA STAMPA'" – E POI CHIEDONO ALLA LEGA L’IMMEDIATA RIMOZIONE DELLO SPOT – VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

 

Da fanpage.it

 

accorsi procacci ligabue accorsi procacci ligabue

Attraverso un comunicato congiunto Luciano Ligabue, Stefano Accorsi e Domenico Procacci per la società Fandango annunciano pubblicamente una diffida alla Lega guidata da Matteo Salvini per l'utilizzo di un estratto del film Radiofreccia inserito in uno spot elettorale in circolazione sui social nelle ultime ore.

 

Il monologo del film nello spot

Lo spezzone in questione è forse il più celebre del film, quello recitato da Freccia (personaggio interpretato da Stefano Accorsi) diventato una sorta di simbolo generazionale. L'audio è stato inserito in uno spot che attacca il Pd e i suoi dirigenti, chiudendosi con l'invito al voto il prossimo 25 settembre. Questa la lettera di diffida, pubblicata per intero sui social proprio da Stefano Accorsi:

 

matteo salvini pontida 2022 matteo salvini pontida 2022

Oggi Domenico Procacci per la Soc. Fandango, Luciano Ligabue e Stefano Accorsi, rispettivamente produttore, autore e attore del film “Radiofreccia”, comunicano di avere formalmente diffidato, a mezzo dei loro legali, la “Lega per Salvini Premier” dall’utilizzo di un brano audio con la voce di Stefano Accorsi tratto dal film “Radiofreccia" illegittimamente inserito all’interno di un video elettorale attualmente diffuso su tutti i social media e ripreso dalla stampa.

 

Nella loro diffida i suddetti hanno contestato la gravissima violazione dei loro diritti sul film e la spregiudicata utilizzazione dello stesso in una presentazione al pubblico che lascia anche chiaramente presumere una adesione al contenuto del messaggio, da cui invece gli stessi radicalmente si dissociano.

 

La diffida alla Lega e la richiesta di rimozione dello spot

accorsi radiofreccia accorsi radiofreccia

La lettera prosegue con un chiaro invito all'immediata rimozione del contenuto: "La Lega ha infatti usato il “credo laico” di Radiofreccia per la propria campagna elettorale, senza chiedere alcuna autorizzazione (che non sarebbe stata concessa), e con grave sprezzo della legge sul diritto d’autore. La diffida contiene l’invito alla immediata rimozione dal video di qualsiasi elemento tratto dal film e riserva ogni più ampia tutela legale, in sede civile e penale".

accorsi radiofreccia accorsi radiofreccia

 

SALVINI A PONTIDA SALVINI A PONTIDA

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

GRANDE BORDELLO! GINEVRA, TU QUOQUE: E’ STATA CACCIATA DALLA CASA DEL GRANDE FRATELLO LA LAMBORGHINI. CON UNA STORIA DI BULLISMO ALLE SPALLE AVEVA DETTO CHE ERA GIUSTO CHE MARCO BELLAVIA VENISSE BULLIZZATO! ANCHE CIACCI ELIMINATO A FUROR DI POPOLO – IL PRIMO BACIO AL “GF VIP” E’ TRA DUE UOMINI (MA UNO DEI DUE E’ PAZZO DI ANTONELLA FIORDELISI) – ERA DAMIANO DEI MANESKIN L’UOMO ATTOVAGLIATO CON BARBARA POLITI A MILANO? IL COACH CUBANO AMAURYS PEREZ: “OGNUNO CON IL SUO SEDERE CI FA QUELLO CHE VUOLE” (NON SOLO CON QUELLO!)

politica

VAI AVANTI TU CHE A ME VIENE DA RIDERE – MENTRE PER GLI ITALIANI È IN ARRIVO UNA MAXI-STANGATA SULLE BOLLETTE DA 2.942 EURO SU BASE ANNUA A FAMIGLIA, LA MELONI PREFERISCE MANDARE DRAGHI A TRATTARE A BRUXELLES SUL GAS - LA "DRAGHETTA" GIURERÀ DOPO IL CONSIGLIO EUROPEO DEL 20-21 OTTOBRE SULL'ENERGIA (L'ITALIA SARÀ RAPPRESENTATA DAL PREMIER USCENTE). AL COLLE NON DISPIACE QUESTA SOLUZIONE. MA PER LA MELONI IL PROBLEMA E’ L'ASSE GERMANIA-FRANCIA CHE TAGLIA FUORI L'ITALIA MALDESTRA

business

cronache

sport

cafonal

CAFONAL MONSTRE! – UN BOMBARDAMENTO DI ZIGOMI RIGONFI E COLATE DI BOTOX HANNO INVASO LA FESTA DI COMPLEANNO DI GIACOMO URTIS. PER FESTEGGIARE I 44 ANNI DEL CHIRURGO DEI VIP SI SONO RITROVATI LA PRINCIPESSA FAKE LULÙ SELASSIÉ, SANDROCCHIA MILO CON LE GUANCE SMALTATE CHE FACEVANO SCOPA CON QUELLE DI CARMEN RUSSO. NELLA GALLERIA DEGLI ORRORI FINISCONO PER DIRETTISSIMA LA GIACCA IN PELLE DI MASSIMO BOLDI, I CAPELLI DI GIUCAS CASELLA E… - LE PRIMAVERE SFIORITE DELLA CALDONAZZO E IL MISTERO DELLA COTONATISSIMA MARIA MONSE'

viaggi

salute