DI “FORTE E CHIARA” C’È STATO SOLO IL FLOP – LA RAI CHIUDE CON UNA PUNTATA DI ANTICIPO LO SHOW PIÙ AUTOREFERENZIALE DELLA STORIA: IL PROGRAMMA DI PRIMA SERATA DI CHIARA FRANCINI, DOPO AVER RACIMOLATO POCHI ASCOLTI, VIENE MANDATO IN SOFFITTA NEL TENTATIVO DI EVITARE LA DÉBÂCLE TOTALE CONTRO LA PARTITA SU CANALE5 DELLA PROSSIMA SETTIMANA – L’ENNESIMO INSUCCESSO DELLA TELE-MELONI CHE, DOPO AVER FLOPPATO IN TUTTO, RIESCE A FALLIRE ANCHE COL VARIETÀ…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Silvia Fumarola per “la Repubblica”

 

forte e chiara 4 forte e chiara 4

[…] Forte e Chiara, lo show di Chiara Francini in onda il mercoledì su Rai 1, chiude. La prossima settimana, fa notare qualcuno, si rischierebbe la regina delle débâcle con la partita su Canale 5, e con gli investitori pubblicitari meglio la prudenza. Ascolti troppo bassi, la disaffezione del pubblico è apparsa forte e chiara dal debutto, la decisione drastica è stata presa dalla Direzione Prime Time: «Il progetto pensato con finalità sperimentali», si legge in una nota della Rai, «pur veicolando valori importanti e originali non ha tuttavia prodotto risultati auspicati ». Ringraziamenti a Francini «che ha confermato di essere una grande artista accettando la sfida di portare questa sua idea nella prima serata di Rai 1».

 

forte e chiara 2 forte e chiara 2

Passerà alla storia come lo show più autoreferenziale della tv (il gatto Rollone, i genitori in studio), con l’attrice che si raccontava e accoglieva schiere di ospiti senza soluzione di continuità. Il 17 aprile aveva conquistato un milione 784 mila spettatori (11.2% di share), battuto dalla fiction Vanina – Un vicequestore a Catania con Giusy Buscemi su Canale 5, con 2 milioni 676mila spettatori (share del 16.9%) e da Chi l’ha visto? su Rai 3, con un milione 841 mila (11.5% di share). Già dall’esordio, il 10 aprile, si era capito che non aveva colpito nel segno: 2 milioni 176 mila spettatori (col 13,9%). Questi i numeri, che dicono molto, certo. Ma il nodo era la costruzione del varietà, con Francini che recitava (anche durante le interviste). Tutto scritto, gag dimenticabili.

forte e chiara 1 forte e chiara 1

 

[…] Per la Rai, che ha collezionato svariati flop (da Avanti popolo! a Petrolio che martedì si è fermato all’1,6% di share), un altro smacco. Fallire col varietà, su Rai 1, è un campanello d’allarme che suona fortissimo anche rispetto agli inserzionisti pubblicitari. Ma va detto che anche Colpo di luna, il one woman show in tre puntate di Virginia Raffaele, a gennaio, non aveva brillato. Partito al 19,95% di share aveva perso ascolto, chiudendo al 14,08%. […]

 

forte e chiara 8 forte e chiara 8

Francini saluta con ironia. “Signore, signori e tutto quello che sta nel mezzo non ci siamo andati piano. Scusateci se siamo stati troppo forti come un gin tonic senza tonic. Con Forte e Chiara abbiamo provato a mettere assieme in uno stesso show cardinali e inviati di guerra, cliché sulle donne e pornostar, balletti con le piume e storie di bambini in un campo di concentramento, canzoni dei cartoni animati e drag queen. Forse ho esagerato.

 

forte e chiara 7 forte e chiara 7

Ma il rischio comprende una dose di coraggio. Chiudiamo qui, con una schitarrata ben impiumata. Prendiamola come una dieta: invece di una taglia in meno una puntata in meno. Ma anche se più sottili, la gioia, la passione, la voglia di raccontare continueranno a imboccarci con grandi cucchiaiate. Ringrazio tutti quelli che hanno amato e non amato il mio show, i primi li aspetto a teatro, gli altri… pure. Buongustai”.

forte e chiara 5 forte e chiara 5 forte e chiara 2 forte e chiara 2 forte e chiara 4 forte e chiara 4 forte e chiara 3 forte e chiara 3 forte e chiara 6 forte e chiara 6

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - CHE SUCCEDE SE IL 10 GIUGNO, APERTE LE URNE, IL DIVARIO TRA M5S E PD RISULTASSE MOLTO FORTE, O ADDIRITTURA ELLY SCHLEIN RIUSCISSE A DOPPIARE LA PERCENTUALE DEI 5STELLE? - I SOGNI DI GLORIA DI CONTE "LEADER DELLA SINISTRA” FINIREBBERO NEL CESTINO DELLE AMBIZIONI SBAGLIATE MA SOPRATTUTTO COMINCEREBBE LA GUERRA CIVILE NEL MOVIMENTO - CONTE HA CONTRO LA NOMENKLATURA CHE È STATA TAGLIATA FUORI DALLA NORMA DEL DOPPIO MANDATO: FICO, FRACCARO, BONAFEDE, BUFFAGNI, TAVERNA, RAGGI, DI BATTISTA, TUTTI MIRACOLATI CHE SI ERANO ABITUATI ALLA CUCCAGNA PARLAMENTARE DEI 15 MILA EURO AL MESE - ALL’OSTILITÀ DEI REDUCI E COMBATTENTI DEL GRILLISMO CON AUTO BLU, AGGIUNGERE LA FRONDA DEI PENTASTELLATI CHE NON HANNO PER NULLA DIGERITO L’AUTORITARISMO DI CONTE QUANDO HA SCELTO I SUOI FEDELISSIMI DA PIAZZARE IN LISTA PER LE EUROPEE, SENZA PASSARE DALLE SELEZIONI ONLINE E FACENDOLI VOTARE DAGLI ATTIVISTI IN UN ELENCO BLOCCATO... 

"NELLA CHIESA C'È TROPPA ARIA DI FROCIAGGINE" - IERI DAGOSPIA HA SANTIFICATO LA SANTA DOMENICA CON UNO SCOOP SU BERGOGLIO COATTO CHE OGGI IMPAZZA SU TUTTI I SITI (A PARTE ''REPUBBLICA'') - PAPALE PAPALE: I VESCOVI DEVONO SEMPRE   "METTERE FUORI DAI SEMINARI TUTTE LE CHECCHE, ANCHE QUELLE SOLO SEMI ORIENTATE"  - LO RIFERISCONO PARECCHI VESCOVI ITALIANI INTERVENUTI ALL’ASSEMBLEA GENERALE DELLA CEI, DOVE PAPA FRANCESCO HA RIBADITO PUBBLICAMENTE, MA A PORTE CHIUSE, LA SUA NOTA CONTRARIETÀ AD AMMETTERE AL SACERDOZIO CANDIDATI CON TENDENZE OMO - BERGOGLIO NON È NUOVO A UN LINGUAGGIO SBOCCATO. DURANTE LA RECENTE VISITA A VERONA, HA RACCONTATO UNA STORIELLA… - VIDEO