“TRAVAGLIO È UN CATTIVO GIORNALISTA E MI HA ROVINATO LA VITA” - NON L’HANNO DETTO BERLUSCONI O RENZI MA ALESSANDRO ORSINI, CHE OGGI È EDITORIALISTA DI PUNTA DEL “FATTO QUOTIDIANO”. NEL 2011 IL PROFESSORE SCRISSE UN ARTICOLO SUL “GIORNALE” IN CUI PARAGONAVA I NO-TAV ALLE BRIGATE ROSSE. MARCOLINO SI INCAZZÒ E IL FUTURO PREZZEMOLINO DEI TALK SHOW RISPOSE PICCATO (CON UNA SPECIE DI PROFEZIA): “RAGIONA IN MANIERA PRIMITIVA: SE AVESSI SCRITTO LE STESSE COSE SU IL FATTO QUOTIDIANO, TRAVAGLIO MI AVREBBE APPLAUDITO…”

-

Condividi questo articolo


alessandro orsini da massimo giletti 7 alessandro orsini da massimo giletti 7

Paolo Bracalini per “il Giornale”

 

«Travaglio è un cattivo giornalista e mi ha rovinato la vita». Firmato professor Orsini, editorialista del Fatto di Travaglio. Possibile? Possibilissimo, basta tornare indietro qualche anno.

 

MARCO TRAVAGLIO MARCO TRAVAGLIO

Quando Orsini faceva ancora il professore e non l'ospite tv a pagamento o lo showman in teatro (nel filone complottista «vi svelo quel che il sistema non vi dice»), vergò un articolo proprio sul Giornale in cui paragonava i No Tav (coccolati da Travaglio e da Beppe Grillo) alle Brigate rosse.

 

ALESSANDRO ORSINI 22 ALESSANDRO ORSINI 22

«Come i brigatisti rossi, i black bloc vogliono distruggere il capitalismo. Con i rivoluzionari delle Br sembrano avere in comune anche il linguaggio» scriveva Orsini nel 2011. Sul suo blog Travaglio lo interpretò a modo suo, accusandolo di aver infangato l'onore dei No Tav (il primo bacino elettorale del M5s), una branca del mondo black bloc.

 

MARCO TRAVAGLIO A DOMENICA IN MARCO TRAVAGLIO A DOMENICA IN

Scatenando peraltro un'orda di haters contro Orsini: «Ho ricevuto tante mail di insulti. Molti mi hanno criminalizzato per una cosa mai detta, mi hanno dato del corrotto, del criminale, del porco, del servo di Berlusconi...» spiegò.

 

Tutta colpa del suo futuro amico e direttore Marco Travaglio, verso cui Orsini esprimeva un pessimo giudizio. «Non ha letto nemmeno una parola di ciò che ho scritto, fornendo un esempio di cattivo giornalismo. Non ho mai neppure citato i No Tav nel mio articolo».

 

ALESSANDRO ORSINI ALESSANDRO ORSINI

E allora perché questo attacco, gli venne chiesto. Spiegazione di Orsini: «Perché Travaglio ragiona in maniera primitiva: se scrivi un articolo per il Giornale sei moralmente corrotto. Sei sul libro paga di Berlusconi. Tengo a precisare che non ricevo compensi per i miei articoli.

 

Il fatto che debba precisarlo mi fornisce una misura precisa del clima da inquisizione in cui siamo precipitati. Se avessi scritto le stesse cose su il Fatto Quotidiano, Travaglio mi avrebbe applaudito». Una sorta di profezia.

 

orsini bianca berlinguer orsini bianca berlinguer

A dieci anni di distanza dallo scontro Travaglio-Orsini, i due si ritrovano dalla stessa parte della barricata. Entrambi Nato-scettici (guai a dire filo-Putin), entrambi vicini al M5s, che vorrebbe candidare il professore alla politiche dell'anno prossimo. Ovviamente il Fatto si oppone, come il M5s, alle nuove regole sugli ospiti dei talk show Rai pensate per evitare la propaganda subliminale filorussa, discusse ieri sera in Vigilanza (dove i grillini hanno presentato una proposta di risoluzione sul «pluralismo» degli opinionisti in Rai, cioè per far ospitare gli amici loro).

 

MEME SU ORSINI E PUTIN MEME SU ORSINI E PUTIN

Ed entrambi difendono la Berlinguer, minacciata di chiusura di Cartabianca (che ha offerto un ricco contratto a Orsini, per fare compagnia a Scanzi, opinionista a pagamento della trasmissione di RaiTre). E infatti si racconta di un incontro tra l'ad Rai Carlo Fuortes e la figlia dell'ex segretario Pci, in cui l'ad avrebbe confermato fiducia, stima e l'assicurazione che Cartbianca non verrà chiuso. Solo una raccomandazione a stare attenti agli ospiti schierati con Mosca. Una soluzione alla tarallucci e vino in pieno stile Rai.

marco travaglio marco travaglio ALESSANDRO ORSINI ALESSANDRO ORSINI ALESSANDRO ORSINI - DA OGGI ALESSANDRO ORSINI - DA OGGI alessandro orsini alessandro orsini ALESSANDRO ORSINI ANDREA SCANZI - CARTABIANCA ALESSANDRO ORSINI ANDREA SCANZI - CARTABIANCA ALESSANDRO ORSINI ALESSANDRO ORSINI ALESSANDRO ORSINI ALESSANDRO ORSINI alessandro orsini alessandro orsini

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

DAGO-RETROSCENA! – DURANTE LE SETTIMANALI TELEFONATE CON DRAGHI, IL TORMENTONE DI GRILLO E' DI PERCULARE "LA POCHETTE CHE CAMMINA", FINCHE' MARIOPIO UN BEL GIORNO SBOTTA: “MA SE LO RITIENI INADEGUATO, PERCHÉ NON LO MANDI VIA? BUTTALO FUORI!” - LA BATTUTA INOPPORTUNA DI DRAGHI E' STATO POI GIRATA DA GRILLO A SUO MERITO, DAVANTI A CONTE: "MA COME, TI HO PURE DIFESO DA DRAGHI CHE VOLEVA CHE TI CACCIASSI!" - E SCATTA LA VENDETTA DI TRAVAGLIO E DEI COLONNELLI DEI 5STELLE (TAVERNA, FICO, CRIMI) SU GRILLO CHE NON VUOLE L'ADDIO A DRAGHI NE' LA DEROGA AL SECONDO MANDATO - ALL’INSIPIENZA POLITICA DI DRAGHI E GRILLO, ALLA FINE CI METTE UNA PEZZA MATTARELLA.... 

business

MILLERI E UNA NOTTE - DEL VECCHIO ERA RICOVERATO DA OLTRE UN MESE AL SAN RAFFAELE DI MILANO PER UN “INSULTO” AL CUORE, AGGRAVATO DA UNA POLMONITE BILATERALE - IL PAPERONE DI AGORDO INTRAPRESE MALVOLENTIERI LA CONQUISTA DI MEDIOBANCA, FATTA SOPRATTUTTO SU SOLLECITAZIONE DEL SUO DELFINO FRANCESCO MILLERI, CHE HA SEMPRE MALSOPPORTATO (EUFEMISMO) NAGEL. UN’OSTILITÀ CHE SI TRASFORMÒ IN ASTIO QUATTRO ANNI FA, ALL’EPOCA DEL FALLITA PRESA DELLO IEO E DEL MONZINO - A QUESTO PUNTO, TUTTO IL MONDO DELLA FINANZA È GOLOSO DI SAPERE SE I SETTE EREDI PERMETTERANNO ANCORA AL VISPO MILLERI DI CONTINUARE A GETTARE MILIARDI SULLA IRTA STRADA CHE PORTA A ESPUGNARE PIAZZETTA CUCCIA, O MAGARI LO CONVINCERANNO A CAMBIARE IDEA…

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO PALLONARO - SI STAVA MEGLIO QUANDO C'ERA MATARRESE? L'EX PRESIDENTE DELLA SERIE A E DELLA FIGC HA PRESENTATO AL SALONE D'ONORE DEL CONI IL SUO LIBRO "E ADESSO PARLO IO": "SONO RATTRISTATO NEL CONSTATARE IL MOMENTO CRITICO CHE STA VIVENDO IL CALCIO ITALIANO. NON VOGLIO FARE PROCESSI, MA VI SIETE INCATTIVITI" - AD ASCOLTARLO C'ERANO I PRESIDENTI DELLA LAZIO, CLAUDIO LOTITO, E DELLA LEGA DI A, LORENZO CASINI. PRESENTI ANCHE GABRIELE GRAVINA, LUCA PANCALLI, VITO COZZOLI, GIANCARLO ABETE E FRANCESCO GHIRELLI, OLTRE AL PADRONE DI CASA GIOVANNI MALAGÒ E… - FOTO

viaggi

salute