“VESPA? NON GLI HO MAI SENTITO FARE UNA DOMANDA” – GIOVANNI MINOLI, OSPITE DI “UN GIORNO DA PECORA", ATTACCA “BRU-NEO”: “LUI PARLA, DIALOGA, DISCUTE AMOREVOLMENTE” – “VEDO SEMPRE LA GRUBER PERCHÉ SONO UN PO’ MASOCHISTA MA NON MI PIACE, È MOLTO FAZIOSA. LA ANNUNZIATA È BRAVISSIMA, APPENA RIESCE A FARE UNA DOMANDA INVECE DI UN EDITORIALE” – “IO ALLA PRESIDENZA DELLA RAI? MA NEANCHE PER SOGNO. DA 40 ANNI MI DANNO COME CANDIDATO DI QUALCUNO, MA QUANDO POI ARRIVA IL NOME NON SONO MAI IO…”

-

Condividi questo articolo


 

 

GIOVANNI MINOLI A UN GIORNO DA PECORA GIOVANNI MINOLI A UN GIORNO DA PECORA

Da “Un giorno da Pecora – Radio1”

 

Il giornalista a Un Giorno da Pecora: io presidente della Rai? Ma neanche per sogno e non sono neanche sicuro che mi piacerebbe

 

Giovanni Minoli e il giornalismo. Ospite di Un Giorno da Pecora, su Radio1, il giornalista e conduttore ha dato il suo parere su alcuni dei volti più noti dell’informazione televisiva e cartacea. “Bruno Vespa? Non gli ho mai sentito fare una domanda. Parla, dialoga, discute amorevolmente”.

 

Le piace invece Marco Damilano?” Non l’ho mai visto”. E la Gruber? “La vedo quasi sempre perché sono un po’ masochista ma non mi piace tanto, è molto faziosa”. Lucia Annunziata? “Bravissima, appena riesce a fare una domanda invece di un editoriale”.

 

VESPA MELONI VESPA MELONI

Che giudizio dà del conduttore di Piazzapulita Corrado Formigli? “Bravissimo, ha capito la differenza tra radio e tv, usa bene le immagini, fa documentari. Chi fa i talk show sempre con la stessa compagnia di giro facesse la radio che costa meno”.

 

E quali giornalisti apprezza nel mondo della carta stampata? “Tra i giovani mi piace Cerasa, il direttore del Foglio e mi piace molto anche Francesco Merlo”, ha detto Minoli a Un Giorno da Pecora.

 

Lilli Gruber culo a pizzo Lilli Gruber culo a pizzo

Quanto c’è di vero nei rumors che la vorrebbero alla presidenza della Rai? “Ma neanche per sogno. Io vado benissimo come candidato, da 40 anni mi danno come candidato di qualcuno, ma quando poi arriva il nome non sono mai io”. Le piacerebbe farlo? ”Non lo so, non sono neanche sicuro, dipende da chi fa l’amministratore delegato, se si lavora bene in tandem, magari, ma non decido io”.

LUCIA ANNUNZIATA LUCIA ANNUNZIATA giovanni minoli critica la rai ospite della fialdini (su rai1) giovanni minoli critica la rai ospite della fialdini (su rai1) lucio arcidiacono ospite di bruno vespa lucio arcidiacono ospite di bruno vespa lucia annunziata a piazza pulita lucia annunziata a piazza pulita Lilli Gruber culo a pizzo Lilli Gruber culo a pizzo bruno vespa bruno vespa giovanni minoli mixer vent'anni di televisione 4 giovanni minoli mixer vent'anni di televisione 4 giovanni minoli la storia siamo noi giovanni minoli la storia siamo noi mixer giovanni minoli mixer giovanni minoli giovanni minoli critica la rai ospite della fialdini (su rai1). giovanni minoli critica la rai ospite della fialdini (su rai1). giovanni minoli critica la rai ospite della fialdini (su rai1). giovanni minoli critica la rai ospite della fialdini (su rai1).

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - PER LE EUROPEE, LA ZELIG DI COLLE OPPIO HA GIÀ PRONTO UN PIANO PER AVERE LA MOGLIE DROGATA E LA SIRINGA PIENA: LASCIARE LIBERTÀ DI VOTO AGLI ULTRÀ DI ECR, GLI SPAGNOLI DI VOX E I POLACCHI DEL PIS, COSÌ SARÀ LIBERA DI TRASFORMARSI IN DEMOCRISTIANA E VOTARE PER LA “MAGGIORANZA URSULA” O PER LA NUOVA ARRIVATA ROBERTA METSOLA - CONTATI I VOTI (I FRATELLINI D’ITALIA SONO CERTI CHE SALVINI PRENDERÀ UNA BRUTTA BOTTA), LA MELONI SI RIMBOCCHERÀ LE MANICHE PER UN RIMPASTO DI GOVERNO: I PAPABILI A GIRARE I TACCHI SONO SANGIULIANO, ZANGRILLO E SANTANCHÉ (GIÀ SPINTA DA ARIANNA A DIMETTERSI DA COORDINATRICE FDI IN LOMBARDIA) - PER QUANTO RIGUARDA IGNAZIO LA RUSSA, LA DUCETTA SE LO TIENE FINCHE’ PUO’…

DAGOREPORT – ZELENSKY, T’HANNO RIMASTO SOLO: L’EX COMICO, CHE SI È AVVITATO SU UNA POSIZIONE DI TOTALE INTRANSIGENZA AI NEGOZIATI CON PUTIN, DEVE FARE I CONTI NON SOLO CON LA CHIUSURA DEI RUBINETTI DEGLI AIUTI DA PARTE DEGLI USA, MA ANCHE CON L’OPPOSIZIONE INTERNA. GLI UCRAINI SONO STANCHI DELLA GUERRA, COME DIMOSTRANO LE ACCUSE DEL SINDACO DI KIEV, VITALY KLITSCHKO – DI FRONTE AL FLOP DELLA CONTROFFENSIVA, INVECE DI TRATTARE CON PUTIN, ZELENSKY HA RISPOSTO CON LE PURGHE – BIDEN VUOLE LA PACE PRIMA DELLE ELEZIONI NEGLI USA: PER ASSENZA DI ALTERNATIVE, SI ARRIVERA' ALLA CESSIONE AI RUSSI DI CRIMEA E PARTE DEL DONBASS…