LIMONOV IN FUGA DAL “CREMLINO” (DI TESTACCIO) – CRONACA DI UNA ROCAMBOLESCA SERATA NEL PALAZZONE DI PIAZZA DELL’EMPORIO – LO SCRITTORE DOVEVA PARLARE DEL SUO LIBRO MA FINISCE SEDUTO IN UN ANGOLETTO A SMANIARE PER IL CALDO (E PERCHE' NESSUNO SE LO FILA) - L’UOMO CHE HA FATTO DELLA PROPRIA VITA UN’OPERA MONDO DI AUDACIA E AVVENTURA IMPANTANATO NELLA RITUALITÀ ROMANELLA: ECCO COME E’ FINITA – IL VIDEO DI FULVIO ABBATE

-

Condividi questo articolo


 

Dagonews 

 

limonov limonov

Limonov in fuga dal “Cremlino”. Non è un’avventura da romanzo russo ma la cronaca di una serata testaccina. Ieri lo scrittore doveva essere l’anfitrione di una cena organizzata nel palazzone di piazza dell’Emporio.

 

Esponenti di (tacco e) punta “der giornalismo curturale”, socialite romanella, amici degli amici convocati per baciare lo stivale dello scrittore in questi giorni nella Capitale per parlare del suo romanzo “Il Boia” (Sandro Teti editore).

 

Scortato dall’interprete bodyguard, Limonov si presenta puntuale e aspetta l’inizio dell’incontro fissato per le 20,30. Arriva il suo editore Sandro Teti, i primi ospiti si attardano nel pissi-pissi tra una torta rustica e un bicchiere di vino rosso.

 

Buttato in un angolo, su una sedia malferma, Limonov mastica amaro e dà i primi segni di insofferenza. Firma qualche copia dei suoi libri, si concede un paio di foto. I minuti passano, intorno a lui una trentina di persone che cianciano, ridacchiano e mangiano salame. L’insofferenza cresce.

 

limonov limonov

L’uomo che ha fatto della propria vita un’opera mondo di audacia e avventura impantanato nella ritualità romanella esplode. Dice di non sentirsi bene. Gli manca l’aria. Alle 21, 10, sprezzante e definitivo, dopo aver confabulato con il suo editore, afferra il suo cappotto, e se ne va. La scena è surreale. Ora che sono arrivati anche gli ultimi ospiti e che è tutto pronto per iniziare, lui non c’è. Ancora una volta, uomo in fuga. Ma da chi, ma da cosa? Dal “Cremlino” di Testaccio? “Sarà andato a mangiare una pizza da Remo”, chiosa sornione il marchese Fulvio Abbate.

Fulvio Abbate con Eduard Limonov Fulvio Abbate con Eduard Limonov

limonov cover limonov cover limonov cover limonov cover EDUARD LIMONOV EDUARD LIMONOV sandro teti dago eduard limonov e olga mazzina sandro teti dago eduard limonov e olga mazzina

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

CHE SUCCEDE CON L’INGRESSO DI ROCCO BASILICO IN DELFIN? – IL FIGLIASTRO DI DEL VECCHIO AVRÀ IL 12,5% DELLA HOLDING DEL PAPERONE DI AGORDO: COME I SEI FIGLI DEL FONDATORE DI LUXOTTICA (E SUA MOGLIE NICOLETTA ZAMPILLO) – GLI OTTO EREDI LITIGHERANNO SULLE STRATEGIE DI GESTIONE DELLE MOLTE PARTECIPAZIONI? SÌ, MA POTRANNO FARE POCO: LA REGOLA DELL’88% DEI VOTI IMPONE L’UNANIMITÀ PER OGNI DECISIONE IMPORTANTE. CON IL RISCHIO, EVIDENTE, CHE LA SOCIETÀ RIMANGA INGESSATA DAI VETI

cronache

sport

cafonal

SKATE YOUR LIFE! ''CHI FA SKATE NON MANIFESTA, MA SI MANIFESTA'' - DAGO IRROMPE AL “WORLD STREET SKATEBOARDING” DI ROMA CON LA SUA LECTIOSULLA CULTURA SKATE: "RAGAZZI CHE HANNO TROVATO IN UN MOVIMENTO CHE TI STACCA DALLA TERRA IL LORO LEGAME. UN "PARADISO PEDESTRE" DI COLPI D'ANCA, GINOCCHIA ROTTE, TESTE SPACCATE, FUORI DAL QUALE IL TEMPO, LA SOCIETÀ, IL DESTINO, POSSONO TENDERE I LORO LEGITTIMI AGGUATI E LA VITA RITIRARE LE SUE PROMESSE" – DOMENICA GRAN SBALLO FINALE CON DAGO DJ - FOTO + VIDEO

viaggi

salute