MALGIOGLIO E PREGIUDIZIO - “NO A MATRIMONI E ADOZIONI GAY: UN BAMBINO DEVE CRESCERE CON UNA DONNA. LA PAROLA MAMMA È TROPPO IMPORTANTE” - “GAY PRIDE? UN CARNEVALE, PER STRADA CI VUOLE PUDORE. SUI DIRITTI MEGLIO CUBA DELL’ITALIA”

Malgioglio controcorrente: “Matrimoni gay? Ma se oggi non durano neanche i matrimoni etero” - “I gay non devono baciarsi per strada, ci sono i bambini” - L’omofobia invece è una cosa orribile. Io ogni anno vado a Cuba con Mariela Castra, nipote di Fidel e figlia di Raul: lei sta facendo cose meravigliose contro l’omofobia’’….

Condividi questo articolo


Da “La Zanzara - Radio 24

 

malgioglio malgioglio

“Il matrimonio gay mi sembra una battaglia antica, vecchia. Io non mi sposerei mai e non adotterei mai dei bambini. Un bambino deve crescere con una donna, la parola mamma è troppo importante. Però due uomini e due donne possono dare un affetto enorme a un piccolo”.

 

A la Zanzara su Radio 24 va controcorrente, Cristiano Malgioglio, gay dichiarato da tempo e uomo di spettacolo. “Ma non durano neanche i matrimoni etero – dice Malgioglio a La Zanzara - ma quale matrimonio gay…”. Che attacca anche i Gay Pride:  “Mi sembra una cosa da carnevale, li trovo confusi questi gay e trans  in costume da bagno. Vadano a Cuba, dove c’è una marcia diversa senza tutto questo clamore.  Bisogna avere anche un po’ di pudore”.

 

fidel castro fratello raul fidel castro fratello raul

E se la prende con i gay che si baciano per strada: “Due uomini che si baciano per strada non va bene, bisogna avere pudore e riservatezza. Anche i bambini camminano per strada. Se noi gay avessimo più pudore potremmo ottenere  tantissimi risultati”. “L’omofobia invece è una cosa orribile – aggiunge Malgioglio, che festeggia in questi giorni i 40 anni di carriera – e  io ogni anno vado a Cuba con Mariela Castro, la nipote di Fidel e figlia di Raul. Lei sta facendo cose meravigliose contro l’omofobia. Sui diritti a Cuba sono molto più avanti di noi”.

MARIELA CASTRO MARIELA CASTRO

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

“GLI ITALIANI? I MIEI PREFERITI, HANNO IL SENSO DELLA SEDUZIONE” - LA PORNO-EPOPEA DI “LES CHANDELLES” RACCONTATA DA VALÉRIE HERVO, PROPRETARIA DEL CLUB LIBERTINO PIÙ ESCLUSIVO DI PARIGI: “DA ME DOMINANO LE DONNE CHE SONO DEE, LIBERTINE DA ADORARE. IL SESSO? LA COSA PIÙ IMPORTANTE È IL PRELUDIO, IL GIOCO DI SEDUZIONE, L'EROTISMO, IL MISTERO” - NONOSTANTE LO SFORZO PER PROTEGGERE LA PRIVACY DEI CLIENTI, SI SA CHE PER LE STANZE DEL PIACERE SONO PASSATI STRAUSS-KAHN, MICK JAGGER E…

sport

cafonal

viaggi

salute