IL #METOO, ANGELO STERMINATORE DI HOLLYWOOD - SCARLETT JOHANSSON RISCHIA DI NON VINCERE L'OSCAR PER LE MOLESTIE. HA FORSE SMANACCIATO UN CO-PROTAGONISTA? LIMONATO UN CAMERAMAN? NO, SI È SOLO ESPRESSA IN DIFESA DI WOODY ALLEN, CHE FU INDAGATO, PROCESSATO, E ASSOLTO 27 ANNI FA, EPPURE OGGI È CONSIDERATO UN PARIA. E CHI NON LO SCHIFA, SARÀ SCHIFATO

-

Condividi questo articolo

Elena Tebano per il ''Corriere della Sera''

scarlett johansson e woody allen 3 scarlett johansson e woody allen 3

 

«Non sono un politico, e non posso mentire su quello che sento. Non ci riesco. Non fa parte della mia personalità». E ancora: «Penso che sia pericoloso manipolare il modo in cui ti rappresenti perché hai paura della reazione che suscita.

 

Questo, a me, non sembra molto progressista. Sembra spaventoso». Scarlett Johansson ha spiegato così, in un' intervista al magazine americano Vanity Fair , perché continua a difendere Woody Allen e crede alla sua versione dei fatti (il regista nega di aver abusato della figlia adottiva Dylan Farrow, cosa di cui quest' ultima lo accusa). E perché continua a essere sua amica e sarebbe pronta a fare un quarto film con lui.

 

scarlett johansson e woody allen scarlett johansson e woody allen

Nel commentare l' intervista, il Daily Beast sostiene che una simile posizione potrebbe costarle l' Oscar come migliore attrice, premio per il quale è considerata favorita grazie alla sua interpretazione in Marriage Story , il nuovo film di Noah Baumbach prodotto da Netflix su un divorzio conflittuale (nel ruolo del marito c' è Adam Driver). E ironizza sulla caparbietà di Johansson facendo capire tra le righe che il suo atteggiamento è folle.

 

A essere folle, però, è l' idea che sia giusto negarle l' Oscar per quello che pensa di Woody Allen.

scarlett johansson 5 scarlett johansson 5

Johansson, a differenza di Allen o anche di Roman Polanski, non è mai stata accusata di aver commesso un reato. È solo convinta che una persona che conosce e a cui è legata non si sia macchiata di un determinato, odiosissimo crimine a sfondo sessuale, crimine che neppure la giustizia - «giustamente» oppure no - è riuscita a provare.

 

È possibile, forse addirittura probabile che Johansson si sbagli. Ed è sensato ritenere che le sue affermazioni siano inopportune. Ma punirla, o più precisamente, ritenere per questo meno valida la sua performance come attrice, è sbagliato. Di più, è un gesto degno dell' inquisizione, di una polizia del pensiero. Non è progressista: è spaventoso.

scarlett johansson 3 scarlett johansson 3 scarlett johansson 4 scarlett johansson 4 scarlett johansson e colin jost 18 scarlett johansson e colin jost 18 scarlett johansson 4 scarlett johansson 4 scarlett johansson scarlett johansson scarlett johansson e woody allen 2 scarlett johansson e woody allen 2 scarlett johansson e woody allen 4 scarlett johansson e woody allen 4 jennifer lopez, laura dern, scarlett johansson, renee zellweger, awkwafina, e lupita nyonh'o jennifer lopez, laura dern, scarlett johansson, renee zellweger, awkwafina, e lupita nyonh'o

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

“BASTA CON LE PUGNETTE DEL POSSESSO PALLA” - GIOVANNI GALEONE METTE ALLA BERLINA I FIGHETTI DEL CALCIO “GIOCHISTA”: “VEDO TUTTA 'STA GENTE CHE ARRIVA DAVANTI AL MICROFONO E DICE IL MIO CALCIO. SI È MAI SENTITO UN MAESTRO VERO COME LIEDHOLM DIRE IL MIO CALCIO? UNA SERA SARRI RIVENDICAVA IL 72 PER CENTO DI POSSESSO PALLA MA LA JUVE HA SUBITO 43 GOL COME NON SUCCEDEVA DALLE GUERRE PUNICHE. GASPERINI? UN CARATTERACCIO. ALLEGRI? HA RIFIUTATO MOLTE SQUADRE - UNA SPARATA COME QUELLA DI CONTE CONTRO LA SOCIETÀ NON L'HO MAI SENTITA NELLA VITA….”

cafonal

viaggi

salute