IL #METOO, ANGELO STERMINATORE DI HOLLYWOOD - SCARLETT JOHANSSON RISCHIA DI NON VINCERE L'OSCAR PER LE MOLESTIE. HA FORSE SMANACCIATO UN CO-PROTAGONISTA? LIMONATO UN CAMERAMAN? NO, SI È SOLO ESPRESSA IN DIFESA DI WOODY ALLEN, CHE FU INDAGATO, PROCESSATO, E ASSOLTO 27 ANNI FA, EPPURE OGGI È CONSIDERATO UN PARIA. E CHI NON LO SCHIFA, SARÀ SCHIFATO

-

Condividi questo articolo

Elena Tebano per il ''Corriere della Sera''

scarlett johansson e woody allen 3 scarlett johansson e woody allen 3

 

«Non sono un politico, e non posso mentire su quello che sento. Non ci riesco. Non fa parte della mia personalità». E ancora: «Penso che sia pericoloso manipolare il modo in cui ti rappresenti perché hai paura della reazione che suscita.

 

Questo, a me, non sembra molto progressista. Sembra spaventoso». Scarlett Johansson ha spiegato così, in un' intervista al magazine americano Vanity Fair , perché continua a difendere Woody Allen e crede alla sua versione dei fatti (il regista nega di aver abusato della figlia adottiva Dylan Farrow, cosa di cui quest' ultima lo accusa). E perché continua a essere sua amica e sarebbe pronta a fare un quarto film con lui.

 

scarlett johansson e woody allen scarlett johansson e woody allen

Nel commentare l' intervista, il Daily Beast sostiene che una simile posizione potrebbe costarle l' Oscar come migliore attrice, premio per il quale è considerata favorita grazie alla sua interpretazione in Marriage Story , il nuovo film di Noah Baumbach prodotto da Netflix su un divorzio conflittuale (nel ruolo del marito c' è Adam Driver). E ironizza sulla caparbietà di Johansson facendo capire tra le righe che il suo atteggiamento è folle.

 

A essere folle, però, è l' idea che sia giusto negarle l' Oscar per quello che pensa di Woody Allen.

scarlett johansson 5 scarlett johansson 5

Johansson, a differenza di Allen o anche di Roman Polanski, non è mai stata accusata di aver commesso un reato. È solo convinta che una persona che conosce e a cui è legata non si sia macchiata di un determinato, odiosissimo crimine a sfondo sessuale, crimine che neppure la giustizia - «giustamente» oppure no - è riuscita a provare.

 

È possibile, forse addirittura probabile che Johansson si sbagli. Ed è sensato ritenere che le sue affermazioni siano inopportune. Ma punirla, o più precisamente, ritenere per questo meno valida la sua performance come attrice, è sbagliato. Di più, è un gesto degno dell' inquisizione, di una polizia del pensiero. Non è progressista: è spaventoso.

scarlett johansson 3 scarlett johansson 3 scarlett johansson 4 scarlett johansson 4 scarlett johansson e colin jost 18 scarlett johansson e colin jost 18 scarlett johansson 4 scarlett johansson 4 scarlett johansson scarlett johansson scarlett johansson e woody allen 2 scarlett johansson e woody allen 2 scarlett johansson e woody allen 4 scarlett johansson e woody allen 4 jennifer lopez, laura dern, scarlett johansson, renee zellweger, awkwafina, e lupita nyonh'o jennifer lopez, laura dern, scarlett johansson, renee zellweger, awkwafina, e lupita nyonh'o

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

BEVI E GODI CON CRISTIANA LAURO - GIANFRANCO VISSANI SARA PAZZARIELLO QUANTO VI PARE, MA QUANDO SI METTE AI FORNELLI RESTA QUEL GRANDE CHEF CHE È SEMPRE STATO. ALLA FACCIA DEI FRANCESI CHE TRATTANO UNO DEI MONUMENTI DELLA TAVOLA ITALIANA (CASA VISSANI A BASCHI, TERNI) COME SE FOSSE UN BISTROT - AL GALA DINNER PER LA NUOVA GUIDA BIBENDA DELLA FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER DI FRANCO RICCI, VISSANI HA TIRATO FUORI SENSIBILITA E CORAGGIO, E UN RISOTTO IMPECCABILE PER OLTRE MILLE PERSONE

salute