PERCHÉ LA RAI CEDE IL REPERTORIO DELLE SUE TECHE A NETFLIX PER PRODURRE SERIE COME ‘’SAN PATRIGNANO’’? CIOÈ IL LAVORO RAI, PAGATO DAL CANONE, DA NOI, FINISCE ALLE PIATTAFORME CONCORRENTI. ORA NON È POSSIBILE CHE, A VIALE MAZZINI, CHE HA A DISPOSIZIONE 13.000 DIPENDENTI E 1.760 GIORNALISTI, NON CE NE SIA UNO CAPACE DI RICAVARE DALLO STERMINATO ARCHIVIO DEL SERVIZIO PUBBLICO, UNA DOCU-SERIE COME QUELLA DI NETFLIX…

-

Condividi questo articolo


Da www.vigilanzatv.it

 

sanpa luci e tenebre di san patrignano sanpa luci e tenebre di san patrignano

SanPa: Luci e Tenebre di San Patrignano, prima docuserie prodotta da Netflix Italia, è promossa a ogni piè sospinto su tutti i giornali, e anche in Tv. Per giunta, attraverso patinatissimi spot in onda sulla stessa Rai, divenuta principale vetrina di sponsorizzazione per i prodotti delle piattaforme streaming concorrenti di RaiPlay pagata con il canone.

 

A tal proposito, fin dalle prime scene della docuserie che ricostruisce la storia della comunità per tossicodipendenti fondata alla fine degli anni Settanta da Vincenzo Muccioli, è evidente che senza le teche Rai e senza la mole di materiale fornito dal servizio pubblico radiotelevisivo, SanPa non si sarebbe potuta realizzare.

 

sanpa luci e tenebre di san patrignano 2 sanpa luci e tenebre di san patrignano 2

Il commento di Michele Anzaldi

Considerato tutto ciò, e prendendo anche spunto da una interessante disamina del Segretario della Commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi sull'Huffington Post, che sottolinea fra le altre cose come la serie su Vincenzo Muccioli abbia visto la luce "grazie a Netflix, una Tv commerciale a pagamento", ci domandiamo per l'appunto come mai non sia stata prodotta dalla Rai.

 

A che serve Rai Documentari?

La stessa Rai che ha allestito una struttura ad hoc, Rai Documentari, il cui responsabile qualche giorno fa si vantava del successo di pubblico di un docufilm acquistato all'estero (Pompei, l'ultima scoperta) e spacciato come prodotto realizzato da Viale Mazzini. A che serve, a questo punto, la costosissima Rai Documentari se le docuserie con materiale Rai proprietà del servizio pubblico le producono le piattaforme di streaming private?

Oltre il danno, la beffa

vincenzo muccioli san patrignano vincenzo muccioli san patrignano

SanPa si regge almeno per il 90% su materiale Rai; su filmati e documenti realizzati dalla Rai; su frammenti di trasmissioni andate in onda sulla Rai e condotte da giornalisti Rai. Eppure per realizzare SanPa c'è voluta Netflix, una Tv commerciale a pagamento, tanto per ribadire le parole dell'On. Anzaldi. E, paradossalmente, la stessa Rai fa pubblicità alla docuserie che è l'emblema del suo fallimento come servizio pubblico, visto che, per vedere preziosissime immagini di repertorio Rai che paghiamo con il canone siamo obbligati a pagare anche l'abbonamento a Netflix. Oltre il danno, la beffa insomma. 

sanpa luci e tenebre di san patrignano 8 sanpa luci e tenebre di san patrignano 8 sanpa luci e tenebre di san patrignano sanpa luci e tenebre di san patrignano sanpa luci e tenebre di san patrignano sanpa luci e tenebre di san patrignano sanpa luci e tenebre di san patrignano 11 sanpa luci e tenebre di san patrignano 11

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

È STATO DAVVERO UN “BLACK FRIDAY” – IERI LE BORSE EUROPEE HANNO BRUCIATO 390 MILIARDI DI CAPITALIZZAZIONE PER LA PAURA CHE LA VARIANTE “OMICRON” DEL COVID PORTI A NUOVE CHIUSURE CHE DISTRUGGEREBBERO L’ECONOMIA – IGNAZIO VISCO: “IL NUOVO INCREMENTO DI CONTAGI SPOSTA IN AVANTI LA PROSPETTIVA POST-PANDEMIA”. CHE FARANNO I BANCHIERI CENTRALI, CHE STAVANO PENSANDO DI RIALZARE I TASSI PER SCONGIURARE L’INFLAZIONE? LA RISPOSTA ARRIVA DAL PETROLIO, CHE IERI È CROLLATO DEL 10%...

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute