POSTA! – CARO DAGO: IN ITALIA ABBIAMO DEI NUOVI OBIETTIVI, SI PUNTA AL "O LA VA O LA SPACCA". SE "LA VA" SI VINCE E SE "LA SPACCA" NON SI PERDE – IMAM ALL’UNIVERSITÀ. PENSAVA DI ESSERE A TEHERAN, INVECE ERA A TOHORIN – LUCIANO BENETTON HA ACCUSATO L'AD DEL SUO GRUPPO DI AVER TENUTO NASCOSTO UN BUCO DA 100 MILIONI. MA CERTO, UN BUCO SI NASCONDE FACILMENTE: NON È MICA UN PONTE!

-

Condividi questo articolo


imam prega nell universita di torino 1 imam prega nell universita di torino 1

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Lettera 1

Caro Dago

Imam all’università. Pensava di essere a Teheran, invece era a Tohorin.

Saluti, Usbergo

 

Lettera 2

Caro Dago: in Italia abbiamo dei nuovi obiettivi, si punta al " O la va o la spacca". Se "la va" si vince e se "la spacca" non si perde.

Valter Coazze

 

Lettera 3

Caro Dago, Ucraina, record di un drone: percorre 1.800 chilometri per colpire un radar russo. Caspita! Di record in record gli ucraini arretrano sempre di più...

Bibi

 

benjamin netanyahu benjamin netanyahu

Lettera 4

Caro Dago, Erdogan: "Porteremo Netanyahu in tribunale per Rafah". Il dittatore di cui la Nato ha bisogno...

L.Abrami

 

Lettera 5

Caro Dago, Renzi: "Se perde il referendum sul premierato Meloni si dimetta". Al leader di Iv piacerebbe che la premier facesse il suo stesso errore, ma non è così tontolona: non farà mai questo tipo di promessa.

Ice Nine

 

Lettera 6

raid israeliano su rafah 1 raid israeliano su rafah 1

Caro Dago, "Una storia diventa una storia solo quando qualcuno l'ascolta". Ma Roberto Saviano non ha nulla di più intelligente da dire nei suoi spot pubblicitari?

Furio Panetta

 

Lettera 7

Dago,

Certo che Israele ha e sta esagerando contro i civili palestinesi incolpevoli, ma Hamas l'altro ieri ha lanciato missili contro Israele. Usando questi civili come scudi umani e continuando a segregare gli ostaggi. Dunque? Hanno entrambe torto e ragione, ma nessuno considera che Israele è nato per una risoluzione Onu approvata dal mondo e quindi che Hamas non voglia Israele lo pone in torto. questo dice la democrazia ed il diritto internazionale.

MP

 

Lettera 8

LUCIANO BENETTON OLIVIERO TOSCANI LUCIANO BENETTON OLIVIERO TOSCANI

Dagovski,

Toscani lasci stare le interviste. Si occupi della foto segnaletica di Benetton.

Aigor

 

Lettera 9

Caro Dago

Hamas il 7 ottobre 2023 ha ucciso 1200 israeliani in un giorno. Le forze armate israeliane hanno ucciso 35.000 palestinesi in 210 giorni, circa 166 al giorno. Si può ben capire che se Israele non avesse reagito, a quest'oggi avrebbe contato 252.000 morti innocenti.

C.M.

 

Lettera 10

IL PROFUMO DEL MOSTRO SELVATICO - MEME BY EMILIANO CARLI IL PROFUMO DEL MOSTRO SELVATICO - MEME BY EMILIANO CARLI

Caro Dago, Rafah, il ministro Crosetto: "Siamo di fronte a una situazione sempre più difficile nella quale il popolo palestinese viene compresso senza tener conto delle drammatiche difficoltà e dei diritti di uomini, donne e bambini innocenti che nulla hanno a che fare con Hamas".

 

Possono fuggire da guerra, fame e povertà come fanno i popoli di tutti gli Stati del mondo in quelle condizioni. Come mai questi sono gli unici a voler continuare a vivere in una posto così inospitale? Forse non sono tanto distanti dai terroristi come vogliono farci credere: qualcuno ha mai sentito uno di loro protestare contro Hamas?

 

Pop Cop

 

Lettera 11

Caro Dago, Fassino e il furto di un profumo: ritiro della querela in cambio di un risarcimento del danno. Ma sì, ormai lo hanno capito tutti: non avendo il physique du rôle del "rubacuori", Piero si è buttato sui profumi...

Lucio Breve

 

Lettera 12

Caro Dago, Luciano Benetton ha accusato l'ad di Benetton Group di aver tenuto nascosto un buco da 100 milioni. Ma certo, un buco si nasconde acilmente: non è mica un ponte!

 

Rob Perini

raid israeliano su rafah 8 raid israeliano su rafah 8 PIERO FASSINO E IL PROFUMO CHANEL - MEME BY EMILIANO CARLI PIERO FASSINO E IL PROFUMO CHANEL - MEME BY EMILIANO CARLI

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - A MEDIASET NULLA SARÀ COME PRIMA: CON PIER SILVIO E MARINA AL COMANDO, TRAMONTA LA STELLA DEL GRAN CAPO DELL'INFORMAZIONE, MAURO CRIPPA (DA OLTRE 25 ANNI SOTTO L'ALA PROTETTIVA DI CONFALONIERI) - NELLA PROSSIMA STAGIONE TV, I CONDUTTORI-ULTRA’ CHE HANNO POMPATO I VOTI DI SALVINI E ORA TIRANO LA VOLATA ALLA MELONI (DEL DEBBIO, PORRO E GIORDANO) DOVRANNO DARSI UNA REGOLATA: PIER SILVIO VUOLE UN BISCIONE PLURALISTA - LO SCAZZO DI “PIERDUDI” CON PAOLO DEL DEBBIO - NICOLA PORRO, SE NON SI TOGLIE IL FEZ, RISCHIA DI PERDERE IL PROGRAMMA: LO STIPENDIO GLIELO PAGA MEDIASET, NON FRATELLI D’ITALIA - SILVIO NON C'E' PIU', CONFALONIERI HA 87 ANNI E CRIPPA INIZIA A PRENDERE CEFFONI: LA CACCIATA DELLA D’URSO E IL LICENZIAMENTO IN TRONCO DI DEL CORNO…

DAGOREPORT - I FRATELLINI D’ITALIA VARANO TELE-MELONI CON GIAMPAOLO ROSSI SEDUTO SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO E SIMONA AGNES (IN QUOTA FORZA ITALIA) ALLA PRESIDENZA - ALLA LEGA, CHE VUOLE LA DIREZIONE GENERALE, NIENTE. SALVINI S'INCAZZA DI BRUTTO E SFANCULA I MELONI DI VIALE MAZZINI: LE NOMINE RAI RISCHIANO DI SALTARE A SETTEMBRE - LA DAGO-INDISCREZIONE DI UNA TRATTATIVA IN CORSO PER UN TRASLOCO DI FIORELLO A DISCOVERY NON HA FATTO PER NIENTE PIACERE (EUFEMISMO) ALLA MELONA. C’È UN ANTICO AFFETTO E SIMPATIA TRA FIORELLO E L’EX BABY SITTER DELLA FIGLIA OLIVIA DIVENTATA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. ED È SUBITO PARTITA UNA TELEFONATA DELLA MELONA AI “SUOI” DIRIGENTI RAI: IL SUO “FIORE ALL’OCCHIELLO” DEVE RESTARE IN AZIENDA A QUALSIASI COSTO…

DAGOREPORT - GIORGIA MELONI È AL SUO PIÙ IMPORTANTE BANCO DI PROVA: IL VOTO PER L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE DEFINIRÀ IL SUO PROFILO INTERNAZIONALE. FARÀ UNO SCATTO DA STATISTA, METTENDO GLI INTERESSI ITALIANI AL CENTRO E VOTANDO PER LA RICONFERMA DI URSULA VON DER LEYEN O DIRÀ “NO, GRAZIE”, IN VERSIONE RAMBA DELLA GARBATELLA, SPINGENDO L’ITALIA IN UN MARE DI GUAI? - DAL MES AL PATTO DI STABILITA’, DALLA FINANZIARIA AL POSTO DA COMMISSARIO, CON BRUXELLES BISOGNERA’ TRATTARE: MEGLIO FARLO DA AMICO CHE DA NEMICO - LA SPINTA DI CONFINDUSTRIA, TAJANI E CROSETTO: GIORGIA, VOTA URSULA…

DAGOREPORT - DOPO LA CONFERENZA STAMPA AL VERTICE NATO, BIDEN HA PARTECIPATO A UNA CONFERENCE CALL CON BARACK OBAMA, IL LEADER DEI DEMOCRATICI AL SENATO, CHUCK SCHUMER, E LA GOVERNATRICE DEL MICHIGAN, GRETCHEN WHITMER. I TRE SONO STATI PIUTTOSTO ASSERTIVI NEL FAR CAPIRE A BIDEN CHE LA SITUAZIONE È PRECIPITATA: SE NON FARÀ UN PASSO INDIETRO, I GOVERNATORI DEMOCRATICI NON MANDERANNO I LORO DELEGATI ALLA CONVENTION DEMOCRATICA, PREVISTA DAL 19 AL 22 AGOSTO A CHICAGO: UN CHIARO ATTO OSTILE PER SABOTARE LA CANDIDATURA - DIETRO LA LETTERA DI CLOONEY C'E' LA MANO DI OBAMA CHE DOMANI PARLERA' AGLI AMERICANI...

L’ESTATE SI CONFERMA LA STAGIONE PIÙ CRUDELE PER LE CELEBRITÀ! - DOPO TOTTI-BLASI, AMENDOLA-NERI, MARCUZZI-CALABRESI, BONOLIS-BRUGANELLI, FEDEZ-FERRAGNI, DAGOSPIA È COSTRETTA AD ANNUNCIARE LA SEPARAZIONE DI CHECCO ZALONE DALLA COMPAGNA MARIANGELA EBOLI - I DUE STAVANO INSIEME DAL 2005, ANNO IN CUI IL COMICO PUGLIESE ESORDI' SUL PALCO DI ZELIG OFF - IN BARBA ALLA LORO IDIOSINCRASIA PER IL BARNUM DEL FLASH, SULLA COPPIA CIRCOLAVANO DA TEMPO VOCI DI CRISI. IL SIPARIO SI È DEFINITIVAMENTE ABBASSATO ALCUNI GIORNI FA QUANDO CHECCO, ALL’ANAGRAFE LUCA PASQUALE MEDICI, SI È PRESENTATO NELLO STUDIO DI UN AVVOCATO DI ROMA PER ATTIVARE LE PRATICHE DI FINE RAPPORTO (MALGRADO LA NASCITA DI DUE BAMBINE, NON HANNO MAI TROVATO LA STRADA VERSO L’ALTARE PER IL FATIDICO “SÌ”)