LA QUARANTENA DEI GIUSTI:  GUIDA TV PER RECLUSI – MI SEMBRA CHE QUESTA SITUAZIONE DI CATTIVITÀ SEGNI IL TRIONFO DEI VECCHI FILM STRACULT. STASERA MI BUTTEREI SUL SOFT PORNO ‘VOGLIA DI GUARDARE’ E IL RARISSIMO SPAGHETTI WESTERN ‘BANDIDOS’ – IL PRIMO È L’ULTIMO SOFT DELLA BELLISSIMA LILLI CARATI PRIMA DI BUTTARSI NELL’HARD, L’ALTRO È UN REVENGE MOVIE DAVVERO BEN FATTO

-

Condividi questo articolo



VIDEO: LILLI CARATI SESSO IN ‘VOGLIA DI GUARDARE’ – https://bit.ly/3dftdSq

 

 

 

Marco Giusti per Dagospia

 

ti ricordi di me?2 ti ricordi di me?2

Che vediamo oggi? Siamo chiusi in casa, lo sappiamo, e stiamo consumando molta, ma molta più televisione del solito. Non solo Sky, Amazon, Netflix, ma anche e soprattutto Rai, La7 e Mediaset come ai vecchi tempi. E non parliamo solo di un pubblico di vecchi e adulti, ma anche di un pubblico di giovani chiuso a chiave. Non possiamo fare molto altro, senza scivolare su Pornhub, ma con le mogli e le compagne in casa non è facile…, che spararci serie tv e vecchi film.

 

tora! tora! tora! tora! tora! tora! indovina chi viene a cena? 3 indovina chi viene a cena? 3

Mi sembra che questa situazione di cattività segni anzi il trionfo dei vecchi film stracult anni ’60 e ’70. Stasera, ad esempio, che preferite vedere fra “Ti ricordi di me?” commedia romana diretta da Rolando Ravello con la coppia Ambra- Edoardo Leo, Rai3 ore 20, 30, il kolossal bellico “Tora! Tora! Tora!” di Richard Fleischer con Toshiro Mifune, Rai Movie 21, 10, il classicone ottimo per Salvini “Indovina chi viene a cena?” di Stanley Kramer con Spencer Tracy, Katherine Hepburn e Sidney Poitier, La 7 ore 21, 15, il rarissimo spaghetti western “Bandidos” di Massimo Dallamano con Enrico Maria Salerno, Cine 34 alle 21, 10, e il soft porno “Voglia di guardare” di Joe D’Amato con Jenny Tamburi e Lilli Carati, Cielo tv 21, 25? Potessi scegliere io mi butterei su “Voglia di guardare” e “Bandidos”. Il primo è l’ultimo soft della bellissima Lilli prima di buttarsi nell’hard. Doveva girare altri due porno per Joe D’Amato, “La regina degli Atzechi”, mai fatto, e “La monaca nel peccato”, dove verrà sostituita da Karin Well.

 

voglia di guardare 1 voglia di guardare 1

Non era bellissimo, un soft-retro con Marino Masé che fa il Dirk Bogarde dei poveri e Sebastiano Somma che pensa di girare un fotoromanzo, ma Lilli vale sempre la pena. “Bandidos”, opera prima di Massimo Dallamano, già direttore della fotografia di “Per un pugno di dollari”, invece, è un revenge movie davvero ben fatto con Enrico Maria Salerno, doppiatore di Clint Eastwood nella Trilogia leoniana, come protagonista. È Martin, un pistolero che, dopo un pesante incontro con un suo ex allievo, Billy Kane, cioè Venantino Venantini in un raro ruolo western, si vede storpiato nell’uso della mani. Non potendo più sparare come prima, si vendicherà, comunque, allevando un pistolero che userà per la sua vendetta, il giovane Ricky Shot, cioè l’inedito Terry Jenkins.

bandidos bandidos

 

Da ragazzino impazzii per il personaggio di Salerno e per la fotografia piena di invenzioni e tramonti di Dallamano. Il pomeriggio non promette granché, neanche un francoeciccio movie, ahimé, nemmena un Tomas Milian. Potete vedere su Cine 34 alle 14, 55 la strampalata commedia di Giuseppe Bertolucci “I cammelli”, 1988, con Diego Abatantuono, Paolo Rossi, Sabina Guzzanti e Giulia Boschi. Non era male.

 

Modesto, quasi un telefilm, mi sembrò allora “Il californiano” di Boris Sagal con Charles Bronson e un Kurt Russell bambino, uscito nel 1964, lo stesso anno di “Per un pugno di dollari”, film che Bronson, stupidamente ma come tante altre star western, rifiutò.

 

10 000 dollari per un massacro 10 000 dollari per un massacro

Cultissimo, ma non so bene per chi, “Facciamo fiesta” di Angelo Longoni con la coppia comica Alessandro Gassman e Gianmarco Tognazzi e la bella Lorenza Forteza, Cine 34 16, 50. Mai visto (da me).

 

Su Rai Movie alle 17, 30 passa “La sedia della felicità”, ultimo film di Carlo Mazzacurati con Valerio Mastandrea, Isabella Ragonese e Giuseppe Battiston, versione veneta della celebre romanzo russo “Le dodici sedie” di Ilf e Petrov, 1928, trattata anche da Mel Brooks. Verso le 19 duro scontro tra il giallo napoletano “Se lo scopre Gargiulo” di Elvio Porta con Giuliana De Sio e Enzo Cannavale, Rai Movie, 19, 10, e un tardo capolavoro trash di Alberto Sordi, “Il tassinaro”, Cine 34 alle 18, 45, con le partecipazioni speciali di Federico Fellini, Silvana Pampanini, Giulio Andreotti. Non credo di poter resistere alla tentazione di veducchiarlo.

se lo scopre gargiulo 1 se lo scopre gargiulo 1 the flintstones the flintstones

 

A tarda sera la scelta è tra “The Flintstones”, 1994, con John Goodman, Rick Moranis e addirittura Elizabeth Taylor su Italia 1 alle 23, 15, l’ottimo western di Romolo Guerrieri “10 000 dollari per un massacro” con Gianni Garko e Claudio Camaso, Cine 34 alle 22, 55, il bellissimo “Psycho” di Gus Van Sant con Anne Heche, Vince Vaughn, Julianne Moore e Viggo Mortensen, Rete 4 alle 23, 20, e “Queimada” di Gillo Pontecorvo con Marlon Brando , Rai Movie ale 23, 40. “10 000 dollari per un massacro” è uno spaghetti western post-Django molto bizzarro, con Gianni Garko pistolero che si mette a piangere quando vede la sua bella uccisa, un rapporto un po’ omo col cattivo Claudio Camaso, sfortunato fratello di Volonté. Per l’occasione Garko si inventa la sciarpa bianca del personaggio riprendendola da quella che si era messa per Un uomo a metà di Vittorio De Seta.

psycho gus van sant psycho gus van sant psycho gus van sant 1 psycho gus van sant 1

 

teste rasate teste rasate

“Il mio personaggio portava anche un cappello da cowboy, ma non di quelli che rano entrati in voga grazie ai film di Sergio Leone: la calotta era più alta, più rotonda, la stoffa più morbida e aveva le falde piegate in un certo modo. Quindi, con la testa dritta, avevamo tutti un’aria più romantica...”. Se siete fan di Hitchcock, invece, dovete assolutamente vedere la versione di “Psycho” di Gus Van Sant, perché riprende la sceneggiatura integrale e integra cose che vennero tolte per censura dal primo film.

 

lilli carati 7 lilli carati 7 bandidos 3 bandidos 3

Certo, Anne Heche non è Janet Leigh, lo sappiamo, ma Julianne Moore è ottima come Vera Miles, Vince Vaughn fa un Norman Bates da urlo e Viggo si spoglia nuda all’inizio del film come voleva Hitchcock. Perché da lì nasce “il peccato” che la porterà al Bates Hotel. Su “Queimada” di Gillo Pontecorvo, il film che diresse al posto de “Il mercenario”, sempre scritto da Solinas e Arlorio, non ho una grande simpatia. Malgrado la grande e folle presenza di Evaristo Marquez, che poi fece anche “Il dio serpente”, l’ho sempre visto come un film un po’ trombone e Marlon Brando sul set detesteva Gillo Pontecorvo. Ma certo il film merita una lettura meno militante di quella che avevo allora. E è più spaghetti western di quanto lo ricordassi.

lilli carati lilli carati bandidos 1 bandidos 1

 

Nella notte potete ripassarvi il nazi-movie di Claudio Fragasso “Teste rasate” con Gianmarco Tognazzi, Giulio Base e Francesco Acquaroli, Cine 34 ore 00, 45, e il divertente e raro “Fratello coltelli” di Maurizio Ponzi con la coppia Simona Ventura-Fabio Canino, Italia 1 ore 2, 20. Magari è un po’ tardi, ma se non riuscite a prendere sonno…

tora! tora! tora! 2 tora! tora! tora! 2 fratelli coltelli fratelli coltelli bandidos 4 bandidos 4 tora! tora! tora! 1 tora! tora! tora! 1 voglia di guardare 4 voglia di guardare 4 se lo scopre gargiulo se lo scopre gargiulo ti ricordi di me? 1 ti ricordi di me? 1 facciamo fiesta 2 facciamo fiesta 2 teste rasate 1 teste rasate 1 voglia di guardare voglia di guardare facciamo fiesta1 facciamo fiesta1 indovina chi viene a cena? indovina chi viene a cena? ti ricordi di me? ti ricordi di me? 10 000 dollari per un massacro 1 10 000 dollari per un massacro 1 indovina chi viene a cena? 2 indovina chi viene a cena? 2 la sedia della felicita' la sedia della felicita' the flintstones 1 the flintstones 1

 

Condividi questo articolo



media e tv

DAGO FA 72! - LUCA BEATRICE CELEBRA ‘’IL DOTTOR FRANKENSTEIN DELL’INFORMAZIONE”, DA CRITICO MUSICALE A “QUELLI DELLA NOTTE”, DALLE NOTTI ROMANE AL BAR DELLA PACE ALLA PRODUZIONE DI LIBRI EXTRAVAGANTI (“IL MEGLIO DI NOVELLA 2000” CON ARBORE, “COME VIVERE BENE E SENZA I COMUNISTI”, “SBUCCIANDO PISELLI” CON ZERI) – ‘’QUANDO BRIAN ENO ESORDÌ A ROMA DA ARTISTA VISIVO, DAGO DIEDE IN SUO ONORE UN GRAN PARTY CON GENTE DA TUTTA ITALIA E IL GURU DEL MINIMALISMO, FELICE E MERAVIGLIATO, SEMBRAVA PERSINO FUORI POSTO TRA TANTO ECCESSO VISIVO E SONORO, CULMINATO CON LE CANZONI NAPOLETANE DI MARIA NAZIONALE, CHE È UN PO’ COME PROPORRE GIGI D’ALESSIO A BOB DYLAN”

politica

NON DITE AI LIBERISTI CON IL COCKTAIL IN MANO CHE ARCURI NON LASCIA MA RADDOPPIA: SARÀ ANCHE COMMISSARIO PER LA RIPARTENZA DELLE SCUOLE! - DEL RESTO L'EX COMPAGNO DI MYRTA MERLINO SI MERITAVA UN PREMIO: IN QUESTI MESI AVEVA IL SOLO COMPITO DI RENDERE DISPONIBILI LE MASCHERINE E CALMIERANDO IL PREZZO LE HA RESE INTROVABILI. POI SI È DISTINTO CON IL CLICK DAY DA UN SECONDO – SALVINI E LA MELONI NON VEDEVANO L’ORA E ATTACCANO. ANCHE PERCHÉ PER DIFENDERLO È SCESA IN CAMPO LA AZZOLINA (AUGURI)

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELLE “STELLE CADENTI” - MAI TITOLO FU PIÙ AZZECCATO! ANNALISA CHIRICO PRESENTA IL SUO LIBRO ALLA CASINA VALADIER E CHI PARLA? MATTEO SALVINI! - IL 'CAPITONE' NON SA PIÙ CHE DIRE E LA BUTTA LÀ: “NON SONO DI DESTRA", POI DÀ DEL CRETINO A ZINGARETTI E RITRATTA SUBITO: “RITIRO L’AGGETTIVO” – "LA MELONI MANGIA CONSENSI? SE RIMANE NEL CENTRODESTRA VA BENE COSÌ” - LA CHIRICO INVECE BACIA E ABBRACCIA TUTTI: DAL PRESIDENTE DI HUAWEI ITALIA DE VECCHIS ALL’AMBASCIATORE DI ISRAELE DROR EYDAR E MALAGÒ...

viaggi

salute