SARà VERRO, MA SEMBRA MATTO – IL PDL RAI A RUOTA LIBERA: “il Tg3 più fazioso del Tg1 – “Report” è una trasmissione di teoremi precostituiti - Santoro, non lo abbiamo mandato via. No in Rai a settembre/ottobre - Rizzo Nervo: non condivido frase sul tifo La7 dovrebbe ritirarla - Minzolini non va via a settembre, il calo degli ascolti è sopratutto della Rete. Lui dipendente Rai avrà un incarico come direttore di rete, L'uso della carta di credito, una leggerezza"….

Condividi questo articolo


"Minzolini non va via a settembre perchè è legato a questo cda e a questa maggioranza. Se lo dovessimo accusare del calo degli ascolti allora dovremmo mandare a casa mezza Rai perchè va peggio la rete del Tg1. Il calo degli ascolti va analizzato senza emotività, ed è sopratutto della Rete."

antonio verroantonio verro

Lo ha detto alla Zanzara a Radio 24 , il consigliere del Cda Rai in quota al Pdl, Antonio Verro. "Minzolini potrebbe durare anche oltre quella data perchè è un dipendente della Rai e la Rai dovrà conferirgli un incarico con la stessa qualifica che ricopre oggi anche ad esempio direttore di rete perchè il dimensionamento vale anche per lui."

6j39 antoni verro balla6j39 antoni verro balla

Sull'uso improprio della carta di credito? "L'uso della carta di credito era il corrispettivo indiretto del fatto che Minzolini non potesse più scrivere su altri giornali, una leggerezza amministrativa se vogliamo. - continua il consigliere Rai a Radio 24 - Minzolini non è accusato di reato di peculato, è solo indagato e questo non mi scandalizza. Mi scandalizzerà nel momento in cui c'è una condanna e se fosse confermato il reato di peculato, allora 'A morte Minzolini' ma per il momento ha restituito i soldi"

"Ritengo il tg3 più fazioso del tg1. Ognuno legge la realtà a suo modo: Minzolini ci mette la faccia perché quando fa gli editoriali dice esattamente quello che pensa, la Berlinguer ci mette la faccia nel senso che presenta le notizie però non è dichiaratamente fazioso. Vuole non sembrare fazioso. Ad esempio stasera: per la prima volta la politica compatta raccoglie l'appello di Napolitano e tutti i partiti consentono il varo di una manovra storica. Questa diventa la terza notizia perché la prima è l'arresto di Papa e la seconda che Berlusconi si presenta a Montecitorio. Da cittadino e ascoltatore sono libero di commentare la scaletta del tg3." E' questo il pensiero del Consigliere Rai, Antonio Verro, alla Zanzara su Radio 24 sul Tg3 della Berlinguer.

AUGUSTO MINZOLINIAUGUSTO MINZOLINI Santoro VESTITO DA operaioSantoro VESTITO DA operaio

Sulla tutela legale richiesta dalla Gabanelli: "La tutela legale va data a tutti: autonomia e responsabilità devono andare di pari passo. - continua Verro a Radio 24 - la tutela legale per tutti non solo per lei. Anche ai collaboratori esterni. Dalla Gabanelli nessun ultimatum decidiamo noi ma troveremo una soluzione. Report è una trasmissione di teoremi precostituiti, non fa inchieste ma la sua trasmissione è costruita per confermare la sua tesi. Comunque stiamo cercando una soluzione per consentire alla Gabanelli di andare in onda e sono convinto che si troverà"

E Santoro? "Santoro, non lo abbiamo mandato via Santoro, è stata una decisione consensuale. Non c'è più l'automatismo per chi ha avuto l'incentivo all'esodo. Se Santoro ha delle proposte le inoltri al Direttore di rete e verranno discusse in Cda. Non tornerà Santoro a settembre o a ottobre, impossibile, altrimenti la gente non capirebbe

gabanelligabanelli

Sulle critiche mosse da Grasso, il consigliere risponde: "Vorrei essere giudicato per quello che faccio e non per le mie amicizie, sfido Grasso a citare una circostanza in cui ho favorito l'opposizione."

GIORGIO VAN STRATEN NINO RIZZO NERVOGIORGIO VAN STRATEN NINO RIZZO NERVO

Sulla frase di Rizzo Nervo ? "Non condivido frase sul tifo La7 dovrebbe ritirarla - risponde Verro a Radio 24 - Ha sbagliato mi aspettavo la ritirasse"

Infine conclude sulla domande se privatizzerebbe la Rai, il consigliere Rai conclude cosi alla Zanzara su Radio 24: "La privatizzazione della Rai una sciocchezza, perché non ci sono le condizioni di mercato e non c'è nessun imprenditore disposto a comprarla "

 

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - UN PUCCINI ALL’IMPROVVISO! – SCOOP! UN BRANO INEDITO DI GIACOMO PUCCINI SARA’ ESEGUITO PER LA PRIMA VOLTA AL LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL, IL PROSSIMO 28 APRILE – COMPOSTO NEL 1877 DA UN GIOVANE PUCCINI, S’INTITOLA “I FIGLI DELL’ITALIA BELLA – CESSATO IL SUO DELL’ARMI”: ERA RIMASTO A LUNGO “NASCOSTO”, POI DISPONIBILE SOLO IN FORMA INCOMPIUTA E, INFINE, RIPORTATO ALLA LUCE NELLA SUA INTEGRITA’ GRAZIE AL CENTRO STUDI PUCCINI – IL MISTERO DIETRO ALLA PARTITURA E I DIRITTI AQUISITI ORA DAL CONSERVATORIO “LUIGI BOCCHERINI” DI LUCCA...

DAGOREPORT – IL DIAVOLO TRA DUE FUOCHI. IL MATRIMONIO TRA LOPETEGUI E IL MILAN È A UN PASSO. L’ACCORDO ECONOMICO È STATO TROVATO. MA PER L’ARRIVO DEL BASCO AL POSTO DI STEFANO PIOLI MANCA L'OK DI IBRAHIMOVIC, NOMINATO DA CARDINALE SUO PLENIPOTENZIARIO NEL CLUB – ZLATAN SPINGE PER ANTONIO CONTE, SOLUZIONE PIÙ GRADITA ALLA PIAZZA, IN CERCA DI UN MISTER CON GLI ATTRIBUTI (E LOPETEGUI IN SPAGNA È DETTO “EL CAGON”…) – RIUSCIRÀ IBRA A CONVINCERE LA SOCIETÀ A PUNTARE SU UN TECNICO DALLA PERSONALITÀ STRARIPANTE E MOLTO COSTOSO?

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)    

DAGOREPORT – L’INTELLIGENCE DI USA E IRAN HANNO UN PROBLEMA: NETANYAHU - L'OPERAZIONE “TERRORISTICA” CON CUI IL MOSSAD HA ELIMINATO IL GENERALE DELLE GUARDIE RIVOLUZIONARIE IRANIANE NELL'AMBASCIATA IRANIANA A DAMASCO E LA SUCCESSIVA TENSIONE CON TEHERAN NON È SPUNTATA PER CASO: È SERVITA AL PREMIER ISRAELIANO A "OSCURARE" TEMPORANEAMENTE LA MATTANZA NELLA STRISCIA DI GAZA, CHE TANTO HA DANNEGGIATO L'IMMAGINE DI ISRAELE IN MEZZO MONDO - NETANYAHU HA UN FUTURO POLITICO (ED EVITA LA GALERA) SOLO FINCHÉ LA GUERRA E LO STATO D'ALLARME PROSEGUONO...