O TEMPORA, O MORA - ''TRA ME E FABRIZIO CORONA UNA GRANDE PASSIONE E AMORE. HA FATTO DI TUTTO PER LAVORARE CON ME. ERA BELLO, PULITO. NON VOGLIO RIPARLARE DI QUELLO CHE FACEVAMO. L'HO AIUTATO, GLI HO COMPRATO UNA CASA. LA MIA FAMIGLIA SAPEVA'' - A ''NON È LA D'URSO'' L'EX AGENTE: ''L'ULTIMA DIVA DA ME LANCIATA FU BELEN. E DA ALLORA NON NE È ARRIVATA UN'ALTRA COSÌ…''. E A COSTANTINO, CHE ERA IN STUDIO, DICE…

-

Condividi questo articolo

 

Da www.blitzquotidiano.it

 

corona lele mora corona lele mora

Protagonista dell’uno contro tutti nella puntata di Live Non è la D’Urso, Lele Mora ha avuto modo di confrontarsi con chi ha avuto qualcosa a che fare nella sua vita professionale. In particolare alle accuse di Costantino Vitagliano.

 

“Se mi avesse seguito un po’ di più e mi avesse ascoltato, forse ancora oggi sarebbe il Costantino di prima”, ha affermato Lele Mora: “Insieme abbiamo guadagnato molti soldi. Ma a volte certi legami si distruggono… Eravamo come un papà e un figlio”.

 

Allora Costantino ha espresso tutta la sua amarezza per il modo in cui i loro rapporti lavorativi si sono interrotti in seguito a un periodo difficile: “Mi sono trovato sdraiato per terra, svenuto… Un padre può abbandonare così un figlio? Il sistema LM non mi ha tutelato perché io ero considerato un figlio. Per cinque anni ho avuto bloccato tutto quello che con te avevamo guadagnato. Mi hai promesso delle cose che non hai mai mantenuto”.

 

Parole anche su Fabrizio Corona da parte di Lele Mora. “Tra me e Fabrizio c’è stata una grande passione e amore. Era bello, pulito. Ha fatto di tutto per lavorare con me. Era molto sveglio. Non tornerei a parlare di cose stupide. Ha un figlio di 16 anni. Le mie cose le faccio a casa mia, non vado a raccontarle al mondo intero. L’ho aiutato, gli ho comprato una casa. La mia famiglia lo sapeva. Sono molto dispiaciuto che sia in carcere. In alcune cose ha esagerato credendo di essere onnipotente”.

Presepe Mora Corona e Nina Moric jpeg Presepe Mora Corona e Nina Moric jpeg Lele Mora e Fabrizio Corona Lele Mora e Fabrizio Corona costantino vitagliano costantino vitagliano mora e corona mora e corona Fabrizio Corona e Lele Mora Fabrizio Corona e Lele Mora Fabrizio Corona e Lele Mora Fabrizio Corona e Lele Mora Belen Rodriguez Lele Mora Nora Amile l autista e Fabrizio Corona Dal Corriere della Sera Belen Rodriguez Lele Mora Nora Amile l autista e Fabrizio Corona Dal Corriere della Sera MORA & CORONA MORA & CORONA COSTANTINO VITAGLIANO 4 COSTANTINO VITAGLIANO 4 costantino vitaliano 7 costantino vitaliano 7 COSTANTINO VITAGLIANO COSTANTINO VITAGLIANO Costantino Vitagliano Costantino Vitagliano COSTANTINO CORONA MORA COSTANTINO CORONA MORA

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

COME CI HA FREGATO MARCHIONNE – RICCARDO RUGGERI ALZA IL SIPARIO SUGLI ULTIMI ANNI DEL GRUPPO FIAT, QUELLI DELLA GESTIONE MARCHIONNE E DELL’OPERAZIONE CHRYSLER: “DETROIT È RIMASTA UNA DELLE CAPITALI DELL’AUTO MONDIALE, TORINO È DIVENTATA CITTÀ DELLA CULTURA. L’ITALIA NON HA PIÙ UN’INDUSTRIA DELL’AUTO, È COME LA SPAGNA” – LE MAGIE DI “MARPIONNE”, CON I FINTI PIANI INDUSTRIALI E LE “FAKE TRUTH”, E IL CAMBIO DI STRATEGIA INIZIATO CON IL TENTATO ACCORDO CON RENAULT

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute