LA VENEZIA DEI GIUSTI – VI RICORDATE IL FILM CHE VINSE A SORPRESA NEL 2014, “UN PICCIONE SEDUTO SU UN RAMO RIFLETTE SULL’ESISTENZA” DELLO SVEDESE ROY ANDERSSON E CHE, OVVIAMENTE, NON FECE UN SOLDO IN SALA? BEH, LA CATTIVA NOTIZIA È CHE ROY ANDERSSON È TORNATO IN CONCORSO A VENEZIA CON UN NUOVO FILM, “OM DET OÄNDLIGA – SULL’INFINITO”, COSTRUITO NELLO STESSO IDENTICO MODO. LA BUONA NOTIZIA È CHE…

-

Condividi questo articolo

 

Venezia – Sull’infinito - Om det oändliga

Marco Giusti per Dagospia

sull’infinito om det oandliga 1 sull’infinito om det oandliga 1

 

Vi ricordate il film che vinse a sorpresa nel 2014, Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza dello svedese Roy Andersson e che, ovviamente, non fece un soldo in sala? Beh, la cattiva notizia è che Roy Andersson è tornato in concorso a Venezia con un nuovo film, “Om det oändliga – Sull’infinito”, costruito nello stesso identico modo, grandi sketch a colori pastello e piccolo storie anche buffe che devono farci pensare, la buona notizia è che dura solo 75 minuti.

ROY ANDERSSON VINCE IL LEONE D'ORO NEL 2014 1 ROY ANDERSSON VINCE IL LEONE D'ORO NEL 2014 1

 

Diciamo che così si vede con meno sofferenza, anche se un po’ mi sono addormentato lo stesso. Un po’ perché per afforontare un temi come l’esistenza e l’infinito sono stanco, e mica solo io, in sala si dorme parecchio ho notato. Un po’ perché Roy Andersson non è Luis Bunuel, cioè queste vignette, che nascono dalla lunga e fortunata carriera del regista nella pubblicità, funzionano perfettamente come spot di 30 secondi, anche 60.

 

sull’infinito om det oandliga 2 sull’infinito om det oandliga 2

Meno quando devono formare un quadro complesso e unitario. Un quadro che un genio come Bunuel, nel suo ultimo cinema, sapeva controllare perfettamente. Andersson meno. Ma anche così molte situazione sono riuscite. Dal prete che ha perso la fede e tormenta tutta la comunità, a Hitler nel bunker, al dentista che non ne può più dei suoi pazienti. Andersson ferma l’inquadratura in un tableaux pastellato, colora tutto, anche gli attori, con gli stessi e li fa muovere. Ci sono anche situazioni più spettacolari. Una coppia di amanti che vola nel cielo. Una città bombardata dalla guerra. Il tema, come dice il titolo, è l’infinito. Il piccione del film precedente sarà morto.

un picciono seduto riflette sull esistenza scena un picciono seduto riflette sull esistenza scena ROY ANDERSSON VINCE IL LEONE D'ORO NEL 2014 ROY ANDERSSON VINCE IL LEONE D'ORO NEL 2014 sull’infinito om det oandliga 3 sull’infinito om det oandliga 3 un piccione seduto sul ramo riflette sullesistenza trailer default un piccione seduto sul ramo riflette sullesistenza trailer default sull’infinito om det oandliga 4 sull’infinito om det oandliga 4

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute

CHI CONTROLLA I MALATI SE SI AMMALANO I CONTROLLORI? - A TREVISO FOCOLAIO TRA CHI FA I TAMPONI: 9 POSITIVI TRA MEDICINA LEGALE E PROGRAMMI DI SCREENING - COME HA FATTO IL COVID A ENTRARE NEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE? L'IPOTESI È CHE L'OPERATORE SIA STATO CONTAGIATO IN AMBITO FAMILIARE. E CHE POI ABBIA DIFFUSO IL VIRUS, IN MODO INCONSAPEVOLE, NEGLI SPAZI COMUNI DELLA MADONNINA, COME L'ATRIO, LA ZONA DELLE MACCHINETTE DEL CAFFÈ E COSÌ VIA. QUESTO SPIEGHEREBBE L'ANDAMENTO APPARENTEMENTE PUNTIFORME DEI CONTAGI