L'AMORE DI UNA MADRE NON CONOSCE DISTANZE - UNA DONNA CILENA, CAMILA GOMEZ, HA DECISO DI PERCORRERE A PIEDI GLI OLTRE 1.300 CHILOMETRI CHE SEPARANO IL COMUNE DI ANCUD DA SANTIAGO DEL CILE, CON L'OBIETTIVO DI RACCOGLIERE 3,7 MILIONI DI DOLLARI PER ACQUISTARE UN FARMACO VITALE PER SUO FIGLIO DI CINQUE ANNI, AFFETTO DALLA DISTROFIA DUCHENNE, E SENSIBILIZZARE L'OPINIONE PUBBLICA SULLE MALATTIE RARE - ALL’ARRIVO A SANTIAGO, CHIEDERA’ AL PRESIDENTE GABRIEL BORIC DI VARARE UN PROGETTO DI LEGGE PER LA COPERTURA ECONOMICA DELLE MALATTIE RARE…

-

Condividi questo articolo


CAMILA GOMEZ CAMILA GOMEZ

(ANSA) - SANTIAGO DEL CILE, 16 MAG - Camila Gomez ha deciso di percorrere a piedi gli oltre 1.300 chilometri che separano il comune di Ancud (sull'isola di Chiloé) da Santiago del Cile, con l'obiettivo di raccogliere 3,5 miliardi di pesos (3,7 milioni di dollari) per acquistare un farmaco vitale per suo figlio Tomas Ross, di cinque anni, affetto dalla distrofia Duchenne, e sensibilizzare l'opinione pubblica sulle malattie rare.

CAMILA GOMEZ CAMILA GOMEZ

 

Ad accompagnare Camila nella traversata iniziata il 28 aprile, c'è Marcos Reyes, presidente dell'associazione Famiglie Duchenne in Cile, anch'egli con due figli adolescenti affetti dalla malattia. Fino ad oggi, lungo il loro percorso Camila e Marcos hanno incontrato molta solidarietà, raccogliendo gran parte del denaro per l'acquisto del farmaco: al loro arrivo a Santiago, chiederanno al presidente Gabriel Boric di varare un progetto di legge per la copertura delle malattie rare nel Paese.

CAMILA GOMEZ CAMILA GOMEZ CAMILA GOMEZ CAMILA GOMEZ

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

CRACK, ALLA FINE TUTTO CROLLERÀ (GIORGIA COMPRESA) - “MONTE DI PIETÀ”, LABIRINTICA E IMPIETOSA MOSTRA DELLO SVIZZERO CHRISTOPH BUCHEL ALLA FONDAZIONE PRADA DI VENEZIA, È UN PRECIPIZIO NELL’ABISSO DEL DENARO. LÀ DOVE COLLASSA LA NOSTRA PATOLOGICA COMPULSIONE DI ACCUMULARE TUTTO E DI PIÙ, TRA CELEBRITÀ DIVORATE DALLA POLVERE DELL OBLIO E STILISTI RIDOTTI A BARZELLETTA, LÀ, IN UN MONDO-PALUDE CHE HA SUCCHIATO TUTTO, TIZIANO E CANALETTO, “MERDA D’ARTISTA” DI MANZONI E LE TELE-VENDITE DI WANNA MARCHI, CARRI ARMATI E BORSETTE TAROCCATE PRADA, L’IMMAGINE CHIAMATA AD ACCOMPAGNARCI ALL’ULTIMA MINZIONE DELL’UMANITÀ, APPOGGIATA DAVANTI AL BAGNO, SOPRA UNA SCATOLA PRONTA PER ESSERE SPEDITA VIA, È LEI, GIORGIA DEI MIRACOLI CHE SORRIDE INCORNICIATA…

DAGOREPORT - FEDEZ E FABIO MARIA DAMATO OUT: MISSIONE COMPIUTA PER MARINA DI GUARDO! LA MAMMA DI CHIARA FERRAGNI IN QUESTI MESI HA RIPETUTO A CHIUNQUE CHE IL PANDORO-GATE E LE SUE CONSEGUENZE ERANO TUTTA COLPA DI FABIO MARIA DAMATO E DI FEDEZ. LA SIGNORA AGGIUNGEVA SOVENTE, CON IMBARAZZO DEGLI ASTANTI, CHE CHIARA AVREBBE DOVUTO SUBITO DIVORZIARE. E COSÌ SARÀ – D’ALTRONDE, CHIARA HA DATO DA VIVERE A TUTTA LA FAMIGLIA MATRIARCALE: DALL’IMPROVVISATA SCRITTRICE MARINA ALLE SORELLE INFLUENCER DI SECONDA FASCIA. DI COSA VIVREBBERO SE LA STELLA DI FAMIGLIA SMETTESSE DI BRILLARE?

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”