ANTIVIRUS MICA TANTO – JOHN MCAFEE È STATO ARRESTATO IN NORVEGIA PERCHÉ INDOSSAVA UN TANGA COME MASCHERINA – LO SVALVOLATO CREATORE DELL’ANTIVIRUS PER PC HA RACCONTATO TUTTO SU TWITTER, MA NON SI È CAPITO MOLTO DELL’ASSURDA VICENDA: “MI HANNO CHIESTO DI SOSTITUIRLO, MI SONO RIFIUTATO E HO DETTO CHE ERA LA PROTEZIONE PIÙ SICURA CHE AVEVO A DISPOSIZIONE…” – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

 

Da www.corriere.it

 

john mcafee con un tanga come mascherina john mcafee con un tanga come mascherina

Lo ha raccontato lui stesso, su Twitter, e tenendo conto la sua eccentricità dobbiamo prendere la storia con le pinze. Fatto sta che insieme all'assurda vicenda che il fondatore del noto antivirus per computer McAfee avrebbe vissuto, ci sono anche delle foto a corredo.

 

Per testimoniare che è tutto vero. John McAfee, 74 anni, si trovava in Norvegia. Non è ben chiaro il perché: «Ho visitato la Catalogna prima che l'Europa proibisse i viaggi ai catalani. Ho provato a tornare in Germania e mi è stato vietato l'ingresso», scrive su Twitter. Insomma, era in Norvegia, in aeroporto, appena sceso dal suo jet privato. Quando le autorità lo hanno fermato perché il suo sistema di protezione personale non era — diciamo — appropriato.

 

john mcafee con un tanga come mascherina john mcafee con un tanga come mascherina

Un tanga come mascherina

John McAfee al posto della mascherina indossava un tanga da donna. Nero e con tanto di pizzo. «Mi hanno chiesto di sostituirlo — dice ancora — e mi sono rifiutato». Anzi, avrebbe addirittura risposto: «Insisto, è la protezione più sicura che ho a disposizione e mi rifiuto di indossare altro».

 

Gli agenti non erano d'accordo, ed ecco scattare l'arresto. Il guru dell'informatica è stato poi rilasciato qualche ora dopo. La storia è stata confermata dalla moglie, Janice, che appare anche in una delle foto che testimoniano la storia. Non male anche i suoi di tweet, fatti dall'account del marito mentre era in stato di fermo: «Gestirò il suo profilo fino a quando non scapperò (metodo abituale), corromperà qualcuno (molto velocemente, potrebbe essere fuori in poche ore), troverà il giusto avvocato (ci vorranno pochi giorni) o diventerà direttore del carcere, nel qual caso dovranno costringerlo a uscire con la forza».

 

la moglie di mcafee beve champagne mentre arrestano il marito la moglie di mcafee beve champagne mentre arrestano il marito

Cinque ore dopo la donna ha continuato la sua narrazione, postando un video di se stessa con una bottiglia di champagne mentre aspetta nella sala d'attesa dell'aeroporto.

 

Personaggio eccentrico

john mcafee john mcafee

Non è nuovo alle stravaganze John McAfee, nato nel 1945 in una base militare americana su territorio britannico e creatore di uno degli antivirus più utilizzati al mondo, McAfee appunto. Oggi di proprietà di Intel. Ma nel mentre ha conquistato anche un curriculum di rapporti con le forze dell'ordine piuttosto fitto.

 

john mcafee racconta l'arresto john mcafee racconta l'arresto

Nel 2012 viene ricercato come «persona d'interesse» per l'omicidio del suo vicino di casa, in Belize. Viene poi rintracciato in Guatemala dove chiede asilo politico. Poi rientra nel Paese illegalmente e viene arrestato. Nonostante non ci sia stata nessuna accusa nei suoi confronti.

 

L'eccentrico milionario viene poi arrestato insieme alla moglie in Repubblica Dominicana perché sbarcati sull'isola con una barca carica di armi. Poi fugge in Lituania e ora... cerca di candidarsi per il Partito Libertario (si basa sulla filosofia del libertarianismo: capitalismo puro, diritti civili) per le prossime elezioni americane. E non è neanche la prima volta: ci ha già provato nel 2016. Insomma, tanga-mascherina a parte, non ci si annoia.

john mcafee con un tanga come mascherina e la moglie john mcafee con un tanga come mascherina e la moglie

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

È IL BELGIO IL NOSTRO FUTURO? M.FELTRI: ''L'ITALIA SEGUE DI 9-10 GIORNI BRUXELLES. A BREVE RISCHIAMO ANCHE NOI DI ARRIVARE AL 15% DI TAMPONI POSITIVI. È INTERESSANTE PERCHÉ UNA DECINA DI GIORNI FA IL BELGIO HA PENSATO DI CAVARSELA CON QUALCHE MISURA ANTI ASSEMBRAMENTO (PIÙ DRASTICHE SOLO A BRUXELLES), MA DA IERI SONO CHIUSI BAR E RISTORANTI DELL' INTERO PAESE, E COPRIFUOCO NOTTURNO, E IL MINISTRO DELLA SALUTE HA AMMESSO DI AVER PERSO IL CONTROLLO DELLA SITUAZIONE. BUONA FORTUNA A TUTTI NOI''