ARRIVA UN CARICO PIENO DI COCA! – SEQUESTRATA PIÙ DI UNA TONNELLATA DI COCAINA NEL PORTO FRANCESE DI LE HAVRE, IN FRANCIA: IL VALORE STIMATO È DI 74 MILIONI DI EURO – LA DROGA È STATA RITROVATA IN UN CARICO DI CUORI DI PALMA PROVENIENTI DALL’ECUADOR. GLI AGENTI HANNO SCOPERTO 15 SACCHI DI IUTA CON ALL’INTERNO LA COCAINA

-

Condividi questo articolo

Francia, sequestrata una tonnellata di cocaina in porto Le Havre

una tonnellata di cocaina sequestrata al porto di le havre 1 una tonnellata di cocaina sequestrata al porto di le havre 1

(LaPresse/AFP) - Oltre una tonnellata di cocaina è stata sequestrata nel porto di Le Havre, in Francia, per un valore stimato di 74 milioni di euro. Lo ha annunciato il ministro per l'Azione e i Conti pubblici, Gérard Darmanin, definendolo "il più importante" sequestro di cocaina realizzato quest'anno in Francia. La droga è stata ritrovata nella notte fra lunedì e martedì in un carico di cuori di palma proveniente dall'Ecuador, ha precisato il ministro, spiegando che gli agenti hanno scoperto "15 sacchi di iuta con all'interno la droga, che erano stati introdotti clandestinamente", per un totale di 1.066,5 chilogrammi di cocaina.

cocaina 2 cocaina 2 una tonnellata di cocaina sequestrata al porto di le havre 3 una tonnellata di cocaina sequestrata al porto di le havre 3 porto di le havre porto di le havre cocaina 1 cocaina 1 cocaina 3 cocaina 3 cocaina 6 cocaina 6 cocaina 7 cocaina 7 porto di le havre 1 porto di le havre 1 cocaina 4 cocaina 4 cocaina 5 cocaina 5 porto di le havre 2 porto di le havre 2 una tonnellata di cocaina sequestrata al porto di le havre 2 una tonnellata di cocaina sequestrata al porto di le havre 2 una tonnellata di cocaina sequestrata al porto di le havre una tonnellata di cocaina sequestrata al porto di le havre

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

PERCHE’ SARÀ GOVERNO PD-5STELLE - IL BIBITARO E I SUOI SONO TERRORIZZATI DALLE ELEZIONI (UN SONDAGGIO LÌ DA BEN SOTTO IL 15%) E QUINDI ALLA FINE ACCETTERANNO TUTTO PUR DI NON VOTARE, A PARTIRE DAL PREMIER CHE SARÀ DEL PD - RESTA IL FATTO CHE IL GOVERNO CHE STA PER NASCERE PERMETTERÀ DI METTERE MANO ALLE NOMINE DELLA PRIMAVERA 2020 DELLE SOCIETÀ DI STATO (ENI, ENEL, TERNA, LEONARDO) E SOPRATTUTTO NON PERMETTERÀ AL CENTRODESTRA DI SALVINI DI ELEGGERE IL SUCCESSORE DI MATTARELLA (PRODI È GIÀ PRONTO) - DOPO L'ENDORSEMENT DI GRILLO, GIGGINO CI PROVA A FARE IL KAMIKAZE CON ZINGA: "SUBITO TAGLIO DEI PARLAMENTARI E CONTE PREMIER. NICOLA, HAI 24 ORE DI TEMPO, PRENDERE O LASCIARE"

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute