AVVISATE MACRON: NON C’È BISOGNO CHE MANDI I SOLDATI FRANCESI IN UCRAINA. LE TRUPPE DELLA NATO GIÀ COMBATTONO “BOOTS ON THE GROUND” A FIANCO DI KIEV – CI SONO GLI INCURSORI INGLESI, I POLACCHI CHE PORTANO TANK E SEMOVENTI E GLI AMERICANI CHE DIRIGONO LE UNITÀ MOTORIZZATE. OGNI INIZIATIVA NASCE DA UN SINGOLO GOVERNO ED È MASCHERATA CON LA SCUSA DEI VOLONTARI E DEI “CONTRACTOR”. MA PRESTO TUTTO POTREBBE CAMBIARE…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Gianluca Di Feo per www.repubblica.it

 

FORZE SPECIALI NATO IN UCRAINA 1 FORZE SPECIALI NATO IN UCRAINA 1

Li chiamano genericamente "volontari" e sono tutti stranieri. Ma la differenza c'è e si vede quando vanno in azione. Alcuni sono soldati improvvisati, più o meno giovani, arrivati in Ucraina a centinaia da ogni continente per difendere la libertà o cercare gloria. Altri invece sono mastini della guerra, freddi e decisi anche sotto le bombe, che sparano ripetendo gesti collaudati, spesso attivi in squadra con loro connazionali europei o nord-americani.

 

Che ci siano militari dei Paesi Nato al fianco dell'esercito di Kiev ormai non lo nega più nessuno. I primi a farsi notare sono stati i britannici, sottufficiali che nell'ora più buia dell'assalto a Kiev hanno guidato il contrattacco per liberare l'aeroporto di Hostomel dai parà russi. Il mistero riguarda regia e inquadramento di questi "consiglieri bellici" che lavorano nell'ombra.

 

PUTIN ZELENSKY PUTIN ZELENSKY

L'Alleanza Atlantica non ha mai coordinato o promosso la presenza di boots on the ground: ogni iniziativa nasce dai singoli governi, con vesti giuridiche diverse per nascondere le […] bandiere.

 

I più numerosi sono i contractor: capitani o sergenti, formalmente in congedo dalle loro forze armate, assunti da società private. Gli incursori dall'inconfondibile stile del Sas, le leggendarie teste di cuoio inglesi […]. Per l'esattezza, la loro mansione è di mentor, perché prevede che gli allievi vengano accompagnati dal maestro pure nella prova del fuoco. Erano veri mercenari oppure si trattava solo di una copertura per non coinvolgere il governo di Londra? Di sicuro, le autorità britanniche non hanno ostacolato l'arruolamento dei concittadini.

 

scoglio nato vignetta by rolli il giornalone la stampa scoglio nato vignetta by rolli il giornalone la stampa

I francesi invece sono cominciati ad apparire in prima linea dalla tarda estate 2022: piccoli team di esperti in combattimento urbano, che si infiltravano tra le case. Spezzoni di video ad uso degli amici sono girati […] sulle chat dei paracadutisti della Legione. Gli americani invece sono stati individuati soprattutto nelle unità motorizzate, dirigendo dalle torrette i raid dei blindati nella sfortunata controffensiva estiva […].

 

Numerose le segnalazioni di polacchi che avrebbero portato al fronte tank e semoventi forniti da Varsavia, equipaggi resi invisibili dalle corazze e dall'affinità linguistica con la regione ucraina di Leopoli. Alcuni sono morti in battaglia, ricevendo poi in patria gli onori solenni riservati ai caduti in servizio. Più difficile capire quanti tra quelli che hanno lasciato le caserme dalla Scandinavia e dalle Repubbliche baltiche lo abbiano fatto per scelta di solidarietà oppure obbedendo a un ordine. Lì tutti gli ex militari sono riservisti: hanno lo status di civili, si addestrano periodicamente e tengono a casa l'equipaggiamento, fucili inclusi. E i loro stati maggiori hanno chiuso un occhio su chi è partito per Kiev con - letteralmente- armi e bagagli.

 

emmanuel macron volodymyr zelensky emmanuel macron volodymyr zelensky

Tutti questi sono combattenti di prima linea […]. Alcuni analisti ritengono che rappresentino solo la punta dell'iceberg: il grosso della legione straniera sarebbe composto dagli specialisti che fanno funzionare gli armamenti hitech. Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg proprio ieri ha sottolineato il ruolo dei missili occidentali nella sconfitta della flotta del Mar Nero. Sono gli Storm Shadow e gli Scalp EG donati da Londra e Parigi, precisi e difficili da intercettare ma complessi da programmare: nel sistema di guida bisogna inserire mappe satellitari aggiornate, elaborando il profilo di volo.

 

Attività che richiedono una preparazione e competenze superiori ai migliori tecnici ucraini: l'unico modo di renderli operativi è che se ne occupi direttamente personale francese e britannico. […] Stiamo comunque parlando di numeri molto limitati e di militari estremamente discreti.

FORZE SPECIALI NATO IN UCRAINA 11 FORZE SPECIALI NATO IN UCRAINA 11

 

Oggi però tutto potrebbe cambiare. L'esercito di Kiev infatti ha due problemi. Il primo è la carenza di uomini, che impone di ridurre i tempi per formare le reclute e riqualificare i veterani. Non può svolgere queste attività nel ritmo lento dei poligoni Nato della Germania o della Scozia […]. Ed ecco la spinta a trasferire gli istruttori occidentali in Ucraina […]

 

VLADIMIR PUTIN E LA NATO MEME VLADIMIR PUTIN E LA NATO MEME

La seconda difficoltà riguarda l'equazione chiave per il futuro: l'unico modo per battere la quantità delle risorse russe è aumentare la qualità di quelle ucraine. Va fatto velocemente, entro l'estate o al massimo l'autunno: troppo poco per insegnare a usarle. I primi caccia F16 - ad esempio - arriveranno in estate, un anno dopo l'inizio dei corsi in Europa per piloti e manutentori: per gli americani questa scadenza è troppo frettolosa e dubitano che i jet possano avere un'incisività prima del 2025. Anche in questo caso, l'unica chance è dare mezzi completi di equipaggi.

 

FORZE SPECIALI NATO IN UCRAINA 1 FORZE SPECIALI NATO IN UCRAINA 1

Facile a dirsi. Entrambi questi scenari […] moltiplicano i rischi di escalation. […]

FORZE SPECIALI NATO IN UCRAINA FORZE SPECIALI NATO IN UCRAINA guerra in ucraina carri armati distrutti guerra in ucraina carri armati distrutti NATO UCRAINA NATO UCRAINA

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - FERMI TUTTI! SECONDO UN SONDAGGIO RISERVATO, LA CANDIDATURA DEL GENERALE VANNACCI POTREBBE VALERE FINO ALL’1,8% DI CONSENSI IN PIÙ PER LA LEGA SALVINIANA. UN DATO CHE PERMETTEREBBE AL CARROCCIO DI RESTARE SOPRA A FORZA ITALIA - A CICCIO TAJANI È PARTITO L’EMBOLO. COSÌ QUEL MERLUZZONE DEL MINISTRO DEGLI ESTERI SI È TRASFORMATO IN PIRANHA: HA MESSO AL MURO LA MELONI, MINACCIANDO IL VOTO DI SFIDUCIA SE LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI, LEGGE SIMBOLO DEL BERLUSCONISMO, NON VIENE APPROVATA PRIMA DELLE ELEZIONI EUROPEE...

INTER-ZHANG: GAME OVER? IL PRESIDENTE NON PUÒ LASCIARE LA CINA E STA COMBATTENDO IL WEEKEND PIÙ DURO DELLA SUA VITA PER NON PERDERE ANCHE L’INTER. BALLA IL PRESTITO DA 375 MILIONI CHE ZHANG DEVE RESTITUIRE A OAKTREE. IL FONDO PIMCO SI ALLONTANA - SE LA TRATTATIVA PER UN NUOVO FINANZIAMENTO NON SI SBLOCCA ENTRO LUNEDÌ, OAKTREE SI PRENDERA’ IL CLUB. UNA SOLUZIONE CHE SAREBBE MOLTO GRADITA AL DG MAROTTA. FORSE IL DIRIGENTE SPORTIVO PIÙ POTENTE D’ITALIA HA GIÀ UN ACQUIRENTE? O FORSE SA CHE...

DAGOREPORT - VANNACCI SARÀ LA CILIEGINA SULLA TORTA O LA PIETRA TOMBALE PER MATTEO SALVINI, CHE TANTO LO HA VOLUTO NELLE LISTE DELLA LEGA, IGNORANDO LE CRITICHE DEI SUOI? - LUCA ZAIA, A CUI IL “CAPITONE” HA MOLLATO UN CALCIONE (“DI NOMI PER IL DOPO ZAIA NE HO DIECI”), POTREBBE VENDICARSI LASCIANDO CHE LA BASE LEGHISTA ESPRIMA IL SUO DISSENSO ALLE EUROPEE (MAGARI SCEGLIENDO FORZA ITALIA) - E COSA ACCADREBBE SE ANCHE FEDRIGA IN FRIULI E FONTANA IN LOMBARDIA FACESSERO LO STESSO? E CHE RIPERCUSSIONI CI SAREBBERO SUL GOVERNO SE SALVINI SI RITROVASSE AZZOPPATO DOPO LE EUROPEE?