UN BAMBINO DI DUE ANNI E MEZZO È ANNEGATO IN MARE A SANTA SEVERA, SUL LITORALE A NORD DI ROMA – IL PICCOLO SI TROVAVA SULL'ARENILE CON UN PARENTE CHE L'HA PERSO DI VISTA PER POCHI ISTANTI PER POI RITROVARLO PRIVO DI SENSI IN ACQUA – I MEDICI DEL 118 HANNO PROVATO A RIANIMARLO PER CINQUANTA MINUTI,  INUTILMENTE, POI LO HANNO PORTATO IN OSPEDALE, DOVE È STATO DICHIARATO MORTO

-

Condividi questo articolo


santa severa 1 santa severa 1

1. BAMBINO ANNEGATO A SANTA SEVERA

Da roma.repubblica.it

Tragedia a Santa Severa, litorale della provincia a nord di Roma, dove un bambino di due anni e mezzo è morto annegato.

 

Secondo le prime informazioni, il piccolo si trovava allo stabilimento 'Nuova Oasi' e sarebbe finito in acqua. Immediatamente sono scattati i soccorsi.

 

I medici del 118 hanno provato a rianimarlo ma tutti gli sforzi sono  stati inutili. Sul caso indagano i carabinieri di Civitavecchia.

 

 

2. BIMBO DI 2 ANNI E MEZZO MUORE ANNEGATO SUL LITORALE ROMANO

AGI - Si chiamava Francesco Mangani il bambino di 2 anni e mezzo morto annegato a Santa Severa, sul litorale in provincia di Roma. Il bimbo si trovava in spiaggia con una parente che, secondo quanto si apprende, lo avrebbe perso di vista pochi istanti per poi ritrovarlo senza vita in acqua.

 

santa severa3 santa severa3

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, coordinati dalla procura di Civitavecchia. Al momento sono in corso le audizioni dei testimoni, tra cui il bagnino dello stabilimento dove sono avvenuti i fatti.

 

L'uomo, insieme ai soccorritori, ha tentato per cinquanta minuti di rianimare il bimbo che e' stato poi portato all'ospedale di Palidoro dove e' stato dichiarato morto.

 

santa severa 2 santa severa 2

 

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! – CON L’ACCORDO RAGGIUNTO SUI MIGRANTI, L’UNIONE EUROPEA TOGLIE ALLA DUCETTA LA SUA PRINCIPALE ARMA DI DISTRAZIONE DI MASSA. ORA “IO SO’ GIORGIA” (E TE CORCO) NON AVRÀ PIÙ ALIBI, E DOVRÀ PARLARE DELLA VERA EMERGENZA: LA CRISI ECONOMICA DEL PAESE (MES, FINANZIARIA, SPREAD, RATING, ETC.) – SALVINI E TAJANI NON ABBOCCANO AL COMPLOTTONE AGITATO DALLA DUCETTA, SUI "POTERI STORTI" CHE VOGLIONO UN GOVERNO TECNICO, E ORA LE LASCIANO IL CERINO IN MANO: VUOI FARE "QUI, COMANDO IO"? ED ORA STA A TE, NON AD ALTRI, INGURGITARE L'AMARO CALICE DELLA DEBOLEZZA ECONOMICA DI UN PAESE CHE HA SUL GROPPONE QUASI TREMILA MILIARDI DI DEBITO PUBBLICO E IN CASSA NON C'È UN EURO PER LA SANITÀ, LE PENSIONI E MOLTI DEI PROGETTI PROMESSI...

GIULIETTO E IL PULCINELLA A 5 STELLE: CONSULENTE PER SANARE I DANNI PRODOTTI DALLA SUA LEGGE! - L'ONOREVOLE MELONIANO GIULIO TREMONTI CHE IERI TUONAVA CONTRO ''LE TRUFFE DEL SUPERBONUS EDILIZIO" E OGGI ACCUSA DRAGHI DI NON AVERLO STOPPATO (“SE NON CI FOSSE STATO UN TIZIO CHE VOLEVA ANDARE AL QUIRINALE I CONTI ITALIANI STAREBBERO MEGLIO”), E' LO STESSO TREMONTI CHE HA ARRUOLATO COME CONSULENTE NEL SUO STUDIO TRIBUTARIO IL GRILLINO RICCARDO FRACCARO, EX SOTTOSEGRETARIO DEL GOVERNO CONTE E “PADRE” DEL SUPERBONUS E DELLA FAMIGERATA LEGGE PER LA CESSIONI DEI CREDITI D'IMPOSTA? - AVVISATE GIORGIA: IERI SERA AL RICEVIMENTO ALL’AMBASCIATA TEDESCA, CONTE E TREMONTI SI SONO APPARTATI 30 MINUTI A PARLARE FITTO FITTO… - LA PRECISAZIONE DI FRACCARO: "NON SONO STATO E NON SONO UN CONSULENTE DELLO STUDIO TREMONTI"

DAGOREPORT! LA VIA CRUCIS DI GIORGIA MELONI: SI COMINCIA IL 15 OTTOBRE, CON LE ELEZIONI POLACCHE E IL DOCUMENTO PROGRAMMATICO DI BILANCIO DA PRESENTARE A BRUXELLES – POI C’È L’INFILATA DI GIUDIZI DELLE AGENZIE DI RATING: IL 20 OTTOBRE TOCCA A S&P, POI C’È FITCH (10 NOVEMBRE) E INFINE MOODY’S IL 17 NOVEMBRE. IN CASO DI DECLASSAMENTO, CI SAREBBERO EFFETTI DEVASTANTI SUI TITOLI DI STATO – LAST BUT NOT LEAST, IL 30 NOVEMBRE: È LA DATA ULTIMA PER RATIFICARE IL MES. AUGURI! - VIDEO

DAGOREPORT! - L'IRRITAZIONE (EUFEMISMO) DI MATTARELLA PER I DUE SCHIAFFONI RIFILATEGLI DALLA DUCETTA - IL PRIMO È NOTO: QUANDO HA MINACCIATO CHE L'UNICA ALTERNATIVA ALL'ATTUALE GOVERNO È IL VOTO, DIMENTICANDO CHE È IL CAPO DELLO STATO A SCIOGLIERE LE CAMERE, NON LEI - IL SECONDO, INVECE, È STATO POCO SOTTOLINEATO: È QUANDO CIANCIA DI "UN GOVERNO DEMOCRATICAMENTE ELETTO", COME SE FOSSERO I CITTADINI, E NON IL PARLAMENTO, A DARE LA FIDUCIA A UN ESECUTIVO (VOGLIA DI PREMIERATO CI COVA)