BERGOGLIO “PERDONA” PADRE GEORG – PAPA FRANCESCO AVREBBE INTENZIONE DI NOMINARE L’EX SEGRETARIO PARTICOLARE DI RATZINGER COME NUNZIO APOSTOLICO, IN UNA LOCALITÀ ANCORA DA DEFINIRE – LA "PACE" SAREBBE ARRIVATA DURANTE UN FACCIA A FACCIA IN VATICANO: GEORG AVREBBE FATTO MEA CULPA COMUNICANDO LA SUA DISPONIBILITÀ A COLLABORARE E IL "DISAGIO" PER L'ASSENZA DI UN INCARICO - MA BISOGNA VEDERE LA DESTINAZIONE: QUALCHE MESE FA SI ERA PARLATO DI UN INCARICO IN COSTA RICA PER GAENSWEIN (SEMBRAVA PIÙ UNA “PUNIZIONE”…)

-

Condividi questo articolo


 

 

Estratto da www.open.online

 

PADRE GEORG GAENSWEIN E PAPA FRANCESCO PADRE GEORG GAENSWEIN E PAPA FRANCESCO

Papa Francesco avrebbe intenzione di affidare finalmente un incarico diplomatico a padre Georg Ganswein, dopo mesi di rapporti tesissimi culminati con il sostanziale esilio del segretario di Benedetto XVI in Germania.

 

L’arcivescovo era stato rispedito nella sua diocesi di appartenenza, senza alcun ruolo preciso. Ora però sarebbe arrivato quello che appare come un perdono da parte di Bergoglio

 

[…] Secondo il quotidiano argentino La Nacion, Bergoglio avrebbe intenzione di nominare padre Georg come Nunzio apostolico in una località ancora da definire «in qualche parte del mondo», spiega il quotidiano argentino.

 

papa francesco bergoglio e monsignor gaenswein papa francesco bergoglio e monsignor gaenswein

[...] Già a marzo 2023 il sito spagnolo Religion Digital aveva rilanciato la stessa indiscrezione. All’epoca si parlava di un incarico diplomatico in Costa Rica. Destinazione ben lontana dagli uffici vaticani che l’arcivescovo aveva dovuto lasciare e che apparve più come una punizione che una vera e propria riconciliazione.

 

Qualche giorno prima i due avevano avuto un «colloquio paterno», come lo aveva definito padre Georg che aveva illustrato i suoi impegni per le pratiche testamentarie di Ratzinger che lo avrebbero trattenuto in Germania per tre settimane. In Baviera però ci è rimasto per i successivi 12 mesi. Fino all’ultimo retroscena, che lo vorrebbe di nuovo in partenza.

 

Padre Georg Ganswein bacia la bara di ratzinger Padre Georg Ganswein bacia la bara di ratzinger

[…] Le tensioni tra Bergoglio e padre Georg erano esplose con la pubblicazione del libro di memorie dell’arcivescovo tedesco […] nei giorni dei funerali di Benedetto XVI che conteneva non poche frecciate contro il Papa argentino. Da allora padre Georg era stato sfrattato dal suo appartamento in Vaticano e quindi spedito in Germania.

 

L’amarezza di Bergoglio per il contenuto del libro di Ganswein era riemersa negli ultimi giorni. Ancora una volta in un altro libro, «El Successor», scritto dal Papa con il giornalista spagnolo Javier Martin Brocal. In quelle pagine Bergoglio era tornato su quanto fosse irritato per la pubblicazione del libro dell’arcivescovo tedesco proprio in concomitanza dei funerali del suo predecessore: «Il giorno che ha pubblicato il suo libro era il giorno in cui veniva sepolto Benedertto XVI e mi ha fatto male. Ha raccontato cose non vere ed è molto triste. Naturalmente non mi influenza e non mi condizione ma mi ha fatto molto male che Benedetto sia stato usato. Una mancanza di umanità e nobiltà».

 

papa francesco bergoglio e monsignor gaenswein papa francesco bergoglio e monsignor gaenswein

[…] A sbloccare la volontà di Bergoglio sarebbe stato un recente incontro con padre Georg. Tornato a Roma per celebrare una messa di suffragio a un anno dalla morte di Benedetto XVi nelle Grotte vaticane, i due avrebbero avuto un faccia a faccia[…] Ganswein avrebbe «comunicato al Pontefice la sua disponibilità a collaborare e il suo disagio per l’assenza di un incarico». Dopo qualche giorno, il pontefice avrebbe deciso di confermare il ruolo di Nunzio apostolico […].

PADRE GEORG E RATZINGER PADRE GEORG E RATZINGER BERGOGLIO SALUTA RATZINGER AL SUO ARRIVO AL CONVENTO MATER ECCLESIAE DIETRO GEORG GANSWEIN BERGOGLIO SALUTA RATZINGER AL SUO ARRIVO AL CONVENTO MATER ECCLESIAE DIETRO GEORG GANSWEIN PADRE GEORG GANSWEIN BACIA LA BARA DI JOSEPH RATZINGER PADRE GEORG GANSWEIN BACIA LA BARA DI JOSEPH RATZINGER PADRE GEORG BERGOGLIO 1 PADRE GEORG BERGOGLIO 1

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – RISIKO BESTIALE A BRUXELLES! URSULA VON DER LEYEN, NONOSTANTE I VETI DEL TRIO TUSK-MACRON-SCHOLZ, S’ALLISCIA LA MELONI PER BLOCCARE I FRANCHI TIRATORI TRA POPOLARI E SOCIALISTI. MA L’INCIUCIONE SARÀ RIVELATO DOPO IL VOTO: SE L’ITALIA INCASSERÀ UN COMMISSARIO DI PESO, FRATELLI D’ITALIA SI SARÀ APPECORONATO ALLA COFANA TEDESCA (E ALLORA SÌ CHE SALVINI E LE PEN INIZIERANNO A CECCHINARE LA “TRADITRICE” GIORGIA) – OCCHIO A MACRON: ANCHE SE INDEBOLITO PER L’AVANZATA DELLE DESTRE IN FRANCIA, DA “ANIMALE FERITO” PUÒ DIVENTARE UNA MINA VAGANTE

FLASH! - COSA PUOI FARE PER DENUNCIARE LE GUERRE NEL MONDO? PER NON SBAGLIARE, VAI A CASA E ARRUOLA TUA MOGLIE! - È QUELLO CHE DEVE AVER PENSATO IL PRESIDENTE DEL CENTRO SPERIMENTALE DI CINEMATOGRAFIA SERGIO CASTELLITTO QUANDO SI È INVENTATO “DIASPORA DEGLI ARTISTI IN GUERRA”. AL CENTRO DELL’EVENTO, FINANZIATO DAL PNRR, BRILLA IL LONGANESIANO “TENGO FAMIGLIA”: LA SCRITTRICE MARGARET MAZZANTINI, MOGLIE DI CASTELLITTO, CONVERSERÀ CON DAVID GROSSMAN – A SANGIULIANO, CUI DIPENDE IL CSC, PARE OPPORTUNO CHE TRA TANTI LETTERATI IN CIRCOLAZIONE, SI VA A SCEGLIERE LA PROPRIA CONIUGE? 

STREGA CONTRO STREGA – SOSPINTA DAI QUEI SALOTTI ROMANI ALL’INSEGNA DELLA ‘’FROCIAGGINE’’, COME DIREBBE IL PAPA, CHIARA VALERIO STA INSEGUENDO LA FAVORITISSIMA DONATELLA DI PIETRANTONIO - ALL’INIZIO LA VALERIO SOSTENEVA CHE LEI MAI E POI MAI AVREBBE PARTECIPATO ALLO STREGA E CHE CON IL SUO ROMANZO AMBIVA AL PREMIO CAMPIELLO. INVECE, MISTERO DEI MISTERI, AL CAMPIELLO PRESIEDUTO DA VELTRONI IL NOME VALERIO NON È MAI APPARSO TRA I CANDIDATI. COME MAI? UN DISSAPORE CON VELTRONI DA PARTE DI CHIARA MOLTO LEGATA A ELLY SCHLEIN CHE NON AMA WALTER-EGO? AH, SAPERLO…