CAFONALONE VENEZIANO - LUISA RANIERI TURBA I SOGNI DEGLI ITALIANI: L’ABITO CON LA SPALLINA CALATA E IL MEGA SPACCO DA FEMME FATALE RISVEGLIA GLI ORMONI E UNA PASSERELLA SONNOLENTA - KIRSTEN DUNST REGALE - LE TRASPARENZE DI REBECCA COMERFORD: UNA PEZZA DAVANTI E UNA DIETRO PER NON MOSTRARE CULO E PASSERA - CHOROUK CHELOUATI LOTTA CON I DRAPPEGGI DEL VESTITO PER FAR VEDERE LA COSCIA, NICOLETTA BRASCHI IMPALATA, MOLLY SIMS SPAZIALE - ZOE SALDANA CON SPACCO QUASI INGUINALE - ALESSANDRO BORGHI TOO MUCH, PAOLO SORRENTINO IMPECCABILE… VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Gian Luca Bauzano per “www.corriere.it”

 

Kirsten Dunst regale: 9

luisa ranieri luisa ranieri

Il volto, rimasto di grande fascino, non è più quello adolescenziale di Marie Antoinette, piuttosto di una più matura sovrana. Kirsten Dunst in Giorgio Armani Privé giunge sul red carpet del film “The Power of the Dog” della regista Jane Campion, pellicola della quale è protagonista e merita la riverenza da protocollo

 

Nicoletta Braschi impacciata: 6

Due dritte Nicoletta Braschi le poteva chiedere al marito Roberto Benigni. Lui saltava sulle poltrone quando ricevette l’Oscar, lei giunge con occhiale scuro (se fotocromatico passi, ma da sole proprio no!), sorriso avvitato e problemi nella gestione della pochette: a giudicare dalla pressione delle dita della mano, la povera (pochette) soffriva. Che dire, azzeccato invece l’abito lungo da sera by Giorgio Armani

luisa ranieri 1 luisa ranieri 1

 

Jane Campion castigata: 5

La regista Jane Campion sceglie un completo Giorgio Armani per il red carpet del suo film ‘The Power Of The Dog’. Castigato l’abito come il sandalo monacale. Resta indubbia però una crisi di identità: il capello è copiato da Helen Mirren (sul red carpet inaugurale si è presentata con la chioma candida sciolta e cerchietto), dalla fotografa Annie Leibovitz o da Meryl Streep invecchiata dopo aver lasciato l’isola greca di Mamma Mia? Senza poi dimenticare l’ispirazione della posa festosa, quella di Julie Andrews mentre fa la ruota sulle montagne del salisburghese all’inizio del film The sound of music. Le Lezioni di piano di Campion erano senza stonature. Qui invece lei qualche stecca la fa. Ma di stile

paolo sorrentino e daniela d'antonio, entrambi in giorgio armani paolo sorrentino e daniela d'antonio, entrambi in giorgio armani

 

Molly Sims spaziale: 6

Come si può resistere alla tentazione della manica spaziale, anni Ottanta e anche un po’ a palloncino? Molly Sims non riesce. Ma il tessuto argento e la posa così compresa non fanno decollare il look spaziale

Benedict Cumberbatch e Sophie Hunter compensati: 7

Benedict Cumberbatch, ovvero uno dei grandi interpreti di Sherlock (Holmes). Eccolo arrivare a Venezia quanto mai castigato. Sul set televisivo è molto, ma molto più creativo. Ci pensa allora la moglie la bella (ma un po’ legnosa) Sophie Hunter. Ma il suo abito, dallo stile che ci riporta ai Festival in Laguna di fine anni Cinquanta non può che meritare un leoncino d’oro al glamour

 

Himorta impaurita: 6

molly sims molly sims

Influencer dai milioni di follower per la sua proteiforme dote di trasformarsi da un personaggio all’altro come cosplayer, Himorta, al secolo Antonella Arpa forse impaurita non osa proprio dove dovrebbe, su un red carpet. Nulla da dire sull’abito. Ma in questo caso da chi si è travestita? La chioma corallo non ci dà indizi. Ci ricorda solo quella di Ariel la Sirenetta. Non è che si è ispirata a lei?

 

Alessandro Borghi hipster chic: 8

Alessandro Borghi arriva alla première di The Hand of God di Paolo Sorrentino con barba hipster perfetta abbinata a un tuxedo doppio petto. Un modello New Signoria di Gucci con collo a lancia nei colori borgogna e nero. Camicia bianca aperta. Nessuna cravatta. Ma qui ci sta. Con quella barba lo chic wild vince

rebecca comerford 1 rebecca comerford 1

 

Matt Dillon e Christopher McDonald scordinati: 5

Matt Dillon e Christopher McDonald giungono a quasi braccetto alla prima di “The Hand Of God” effetto “La strana coppia” e la loro parola d’ordine è scoordinamento. Dillon con l’occhiale da sole (perché?) e la scarpa stringata pesante ma con il tuxedo. Se perfetta è la scelta del tuxedo total black, magari evitare il capello nella medesima colorazione? Dal canto proprio McDonald non ha fatto tempo almeno a far spostare il bottone della giacca. Come del resto a sostituire le comode scarpe da giorno con le quali (forse) era giunto all’Hotel Excelsior. Così ha deciso di usarle anche sul red carpet

 

Roberta Armani, sorridente: 8

Roberta Armani come Ambassador della griffe di famiglia (con una creazione Giorgio Armani Privé) è una certezza: bella, elegante naturale e sempre sorridente. Leoncino d’oro alle carriera svolta all’insegna del garbo intelligente e del sorriso

 

ludovica valli ludovica valli

Sheila Vand performante: 7,5

L’attrice Sheila Vand si mette in posa effetto performance di Marina Abramovic. Anzi meglio Shirin Neshat, con la quale Vand è giunta sul red carpet. Gestualità apparentemente distratta. Ma tutto “congiura” (comprese le pieghe dell’abito”) a una casualmente calcolata posa da icona

 

Shirin Neshat corazzata: 7,5

Mi presento come una mia installazione di arte visiva, sembra dire a se stessa Shirin Neshat. Ma ci riesce in maniera talmente sorprendente nel suo abito carapace che non si può che rimanere ammirati

 

luca zingaretti e luisa ranieri luca zingaretti e luisa ranieri

Eleonora Carisi verde speranza: 6,5

Eleonora Carisi sceglie un opulento modello monospalla verde speranza con fiocco. Nel complesso ci siamo. Però la speranza (qui il verde non c’entra più) è che la prossima volta: sorrida, non metta la “manina” sul fianco come le modelle degli anni Cinquanta e avendo deciso di farsi un tatuaggio sulla scollatura, lo mostri senza falsi pudori

 

Chorouk Chelouati battagliera: 6

Un grande insegnamento dei creatori di moda non solo del passato dato alle clienti è quello non solo di indossare un abito, ma di interpretarlo. Di essere loro a dominarlo. La bella Chorouk Chelouati sembra invece essere in difficoltà e sta lottando con il suo abito dai drappeggi sapienti. Ma è l’abito che sembra avere la meglio su chi lo porta

kirsten dunst 1 kirsten dunst 1

 

Luca Zingaretti inappuntabile: 7

L’uomo dei sogni di tante e tante italiane, Luca Zingaretti il commissario Montalbano, da pronunciare tutto d’un fiato, arriva sul red carpet sorrentiniano in tuxedo nero portato con quasi totale disinvoltura

 

Molly Sims 2, trasparenze e piume: 7

chorouk chelouati 1 chorouk chelouati 1

Molly Sims ha fatto serata. Dopo il red carpet del film di Campion è corsa in stanza. Cambio (quasi) veloce di look ed eccola sul red carpet di Sorrentino con l’altro modello. Le dona di più rispetto al primo argenteo-spaziale-lunare. Qui gioco di trasparenze e piume. Dovrebbe lavorare sulla naturalezza del sorriso

 

Coco Brandolini d’Adda solare: 7

himorta himorta

Scollatura, capello sciolto, abito che valorizza il fisico (by Dolce&Gabbana) e sandalo basso. Così Coco Brandolini d’Adda sfoggia un look giusto per il red carpet. Eleganza, comodità e disinvoltura

 

Elvira Jain sfumata: 7/8

Elvira Jain ha scelto uno dei colori sfumature del momento il rosso/rosa. L’effetto sfumato e degradée lo porta con gran disinvoltura. E c’è pure un bel sorriso che non guasta

Filippo Scotti, vincente: 8

Lo si era visto al Festival antagonista di Venezia, quello di Cannes. E ne avevamo anche scritto: signore e signori siamo nell’epoca del tuxedo con sneaker. Filippo Scotti star del film di Sorrentino lo propone in maniera vincente, non solo per età e fisicità, ma per una vincete attitude

zoe saldana 1 zoe saldana 1

 

Zoe Saldana luminescente: 7/8

Come l’acqua della Laguna illuminata dalla luce del tramonto. L’effetto dell’abito by Dolce&Gabbana indossato da Zoe Saldana. Gran armonia dal tacco a stiletto al bel sorriso

Marlon Joubert disinvolto: 6

Less is more continua a essere la carta vincente. Così a Marlon Joubert bastava togliersi la catena, chiudersi un bottone della camicia e cambiare le scarpe. Et Voilà, il tuxedo Etro color blu avio, dalla giacca rifinita con dettagli in satin nero lo avrebbe fatto un perfetto divo

zoe saldana zoe saldana molly sims in pamella roland molly sims in pamella roland marco borriello marco borriello PAOLO SORRENTINO LUISA RANIERI A VENEZIA PAOLO SORRENTINO LUISA RANIERI A VENEZIA jane campion in giorgio armani jane campion in giorgio armani beatrice vendramin in philosophy di lorenzo serafini beatrice vendramin in philosophy di lorenzo serafini agatha maksimova in christophe guillarme agatha maksimova in christophe guillarme alessandro borghi alessandro borghi camilla mangiapelo camilla mangiapelo aka 7even aka 7even elisabetta pellini in moi mimi elisabetta pellini in moi mimi alessandro borghi in gucci alessandro borghi in gucci irene forti irene forti filippo scotti filippo scotti gaia gozzi in maison margiela gaia gozzi in maison margiela chorouk chelouati chorouk chelouati coco brandolini d'adda coco brandolini d'adda cristiano caccamo cristiano caccamo eleonora carisi in pinko eleonora carisi in pinko elisa maino in redemption elisa maino in redemption kirsten dunst kirsten dunst elvira jain in christophe guillarme elvira jain in christophe guillarme kirsten dunst in giorgio armani prive kirsten dunst in giorgio armani prive luisa ranieri in versace luisa ranieri in versace ginevra elkann ginevra elkann mariana falace mariana falace marlon joubert in etro marlon joubert in etro luca zingaretti in ermenegildo zegna xxx luca zingaretti in ermenegildo zegna xxx lucia mascino lucia mascino nilufar addati in rami kadi nilufar addati in rami kadi melita toscan du plantier melita toscan du plantier marta sannito marta sannito matt dillon e christopher mcdonald matt dillon e christopher mcdonald nicole ansari cox nicole ansari cox nicoletta braschi in giorgio armani nicoletta braschi in giorgio armani zoe saldana in dolce & gabbana zoe saldana in dolce & gabbana sofia gershevich in philosophy di lorenzo serafini sofia gershevich in philosophy di lorenzo serafini molly sims in carolina herrera molly sims in carolina herrera roberta armani roberta armani rebecca comerford rebecca comerford sarah gadon in chloe sarah gadon in chloe roberta mastromichele e matt dillon roberta mastromichele e matt dillon sheila vand in vintage mugler sheila vand in vintage mugler sophie hunter in emilia wickstead e benedict cumberbatch sophie hunter in emilia wickstead e benedict cumberbatch shirin neshat 1 shirin neshat 1 shirin neshat shirin neshat virginie efira in saint laurent virginie efira in saint laurent teresa saponangelo in giorgio armani teresa saponangelo in giorgio armani tiffany haddish tiffany haddish viola arrivabene in philosophy di lorenzo serafini viola arrivabene in philosophy di lorenzo serafini vera arrivabene in philosophy di lorenzo serafini vera arrivabene in philosophy di lorenzo serafini yarubi rojas yarubi rojas

 

Condividi questo articolo

media e tv

"DAVID PARENZO, MORALISTA PER FINTA E SERVILE PER DAVVERO" – IL RITRATTO AL VELENO BY LUIGI MASCHERONI – "IL MEZZOBUSTO, COMICO PER INTERO E TELEPROVOCATORE PERFETTO. HAI PRESENTE IL COMPAGNO DEL LICEO LECCACULO, SPIONE, RUFFIANO AL QUALE SPALMAVI LA SEDIA CON LA COLLA?" - "UNA VOLTA UN TASSISTA DI ROMA GLI DISSE: AHÒ, MA LEI NON È QUER COJONE COMUNISTA DE PARENZO? SCENDA SUBITO!" – L'INCONTRO CON NATHANIA ZEVI, LE INTEMERATE A "LA ZANZARA" (DA QUI IL DETTO: "PARENZO LO STRENZO") E QUELLA VOLTA CHE RIMASE CHIUSO AD AUSCHWITZ…

politica

È STATA LA MANO DI CRISTINA – TERREMOTO IN ARGENTINA: SI È DIMESSO IL MINISTRO DELL'ECONOMIA MARTÍN GUZMÁN, AFFONDATO DAI CONTINUI ATTACCHI DELLA VICEPRESIDENTE, LA PLURIINDAGATA PER CORRUZIONE CRISTINA KIRCHNER, CHE PUNTA A TORNARE AL POTERE – ORA IL PAESE RISCHIA UN DEFAULT PEGGIORE DI QUELLO DEL 2001: IN QUESTI GIORNI L'ORMAI EX MINISTRO GUZMÁN AVEVA UN APPUNTAMENTO PER RINEGOZIARE CON IL FMI UN PRESTITO DA 2 MILIARDI DI DOLLARI – LA TERZA ECONOMIA DELL'AMERICA LATINA HA IL SECONDO TASSO DI INFLAZIONE PIÙ ALTO TRA LE GRANDI ECONOMIE, PARI AL 60%, IN CONTINUA CRESCITA…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute