CAPITALE UNGULATA E MAZZIATA! “UNA ZONA ROSSA ALLARGATA E STOP ALL'ESPORTAZIONE DEI PRODOTTI VERSO ALTRI PAESI” – LA DECISIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA PER IL CONTENIMENTO DELLA PESTE SUINA A ROMA - LA SCORSA SETTIMANA LA REGIONE LAZIO HA ANNUNCIATO L'INSTALLAZIONE DI UNA CANCELLATA PER DELIMITARE IL PERIMETRO DELLA ZONA INFETTA. INFINE SI PROCEDERÀ CON IL DEPOPOLAMENTO CIOÈ, L'ABBATTIMENTO SELETTIVO DEI CINGHIALI.

-

Condividi questo articolo


Flaminia Savelli per “il Messaggero”

 

Cinghiale a piazza Verbano a Roma 2 Cinghiale a piazza Verbano a Roma 2

Una zona rossa allargata e lo stop all'esportazione dei prodotti verso altri paesi. È arrivata ieri la Decisione della Commissione europea per il contenimento della Peste suina africana. Dopo i casi di infezione registrati lo scorso dicembre in Liguria e Piemonte, il contagio è arrivato nel Lazio.

 

Con un primo focolaio registrato nella riserva dell'Insugherata, l'area verde che si allarga nel quadrante nord della Capitale. Per l'emergenza la Regione Lazio ha aperto un tavolo con l'unità di crisi coordinato da Angelo Ferrari, commissario straordinario che ha proceduto con test e campionamenti per definire la zona rossa. Cioè il perimetro dell'infezione. Dunque le disposizioni che saranno in vigore fino al prossimo 31 agosto.

Cinghiale a piazza Verbano a Roma 4 Cinghiale a piazza Verbano a Roma 4

 

IL DOCUMENTO L'ordinanza Ue - firmata da Stella Kyriakides, Commissaria europea per la Sicurezza alimentare e la Salute pubblica - precisa che «la situazione epidemiologica in Italia è ulteriormente cambiata per quanto riguarda la peste suina africana nel Comune di Roma; di conseguenza l'Italia ha attuato le necessarie misure di controllo e ha raccolto ulteriori dati relativi alla sorveglianza».

 

CINGHIALE SOTTO CASA DI GUALTIERI CINGHIALE SOTTO CASA DI GUALTIERI

Da qui la disposizione affinché «non siano autorizzati i movimenti di partite di suini detenuti nelle aree elencate come zona infetta e dei relativi prodotti verso altri Stati membri e paesi terzi». Nella Decisione stessa sono state quindi elencate le aree che comprendono oltre 5 mila ettari della riserva dell'Insugherata e si allarga fino alla zona limitrofa del parco di Veio. Restano ora da definire le modalità per assicurare le misure di contenimento. La scorsa settimana la Regione Lazio ha annunciato l'installazione di una cancellata per delimitare il perimetro della zona infetta. Un sistema già adottato in Piemonte: nella zona rossa della Capitale si estenderà per sessanta chilometri.

 

 

UN CINGHIALE UN CINGHIALE

LE REGOLE Infine si procederà con il depopolamento cioè, l'abbattimento selettivo dei cinghiali. Sono 20 mila gli esemplari nelle aree verdi del Lazio, saranno gli uffici regionali a stabilire il numero di quelli da abbattere.

 

Mentre i veterinari delle Asl stanno eseguendo i test a campione sugli allevamenti di suini regionali: sono 12.518 per un totale di 42.954. Nella Asl Roma 1, competente per la zona rossa, sono 103 le porcilaie registrate e vicine alla riserva. Nessuno dei test è risultato positivo ma se l'infezione non sarà contenuta, per tutti scatterà l'ordine di divieto di esportazione dei prodotti.

cinghiali allattano i piccoli a roma nord cinghiali allattano i piccoli a roma nord cinghiali allattano i piccoli a roma nord cinghiali allattano i piccoli a roma nord

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“C’E’ UN CALCOLO ECONOMICO DIETRO AL SOGNO IMPERIALE DI PUTIN” – IL POLITOLOGO SLAVOJ ZIZEK RIVELA IL PIANO DELLA RUSSIA: CONTROLLARE L’UCRAINA E ACQUISIRE IL CONTROLLO DEL PASSAGGIO ARTICO A NORD-OVEST (PER QUESTO STESSO MOTIVO TRUMP VOLEVA ACQUISTARE LA GROENLANDIA DALLA DANIMARCA) - "IN QUESTO MODO, LA RUSSIA ASSUMERÀ UNA POSIZIONE PREPONDERANTE NELLA PRODUZIONE DEI GENERI ALIMENTARI, TALE DA PERMETTERLE DI RICATTARE IL MONDO INTERO" – “IL PACIFISMO NON È LA RISPOSTA PER FERMARE PUTIN. SERVONO ARMI”

business

IL G7 HA DECISO LO STOP ALLE ESPORTAZIONI DI ORO DALLA RUSSIA - IL BLOCCO COMPORTA DANNI NON DA POCO PER MOSCA. L’ORO È LA SECONDA PIÙ GRANDE FONTE DI REDDITO DA EXPORT PER LA RUSSIA, DOPO L’ENERGIA - IL PAESE PRODUCE OGNI ANNO CIRCA IL 10% DELL’ORO ESTRATTO A LIVELLO MONDIALE E HA RISERVE AUREE TRA LE PIÙ GRANDI, PER UN VALORE STIMATO DI OLTRE 140 MILIARDI DI DOLLARI. LA MAGGIOR PARTE DEL METALLO VIENE ACQUISTATO DALLE BANCHE COMMERCIALI RUSSE CHE LO INVIANO AI RAFFINATORI PRIMA DI VENDERLO ALL’ESTERO…

cronache

"UN FIORETTO PER VINCERE LA FINALE? NIENTE DI ESTREMO, SENNÒ NONNA LUCIA NON MI FA PIÙ ENTRARE IN CASA” - MATTEO BERRETTINI SUONA LA CARICA PER WIMBLEDON: “ENTRO NEL TORNEO CON LA RAGIONEVOLE CERTEZZA DI POTER ARRIVARE LONTANO. LA STRADA PER LA FINALE LA CONOSCO GIÀ” – “L’INFORTUNIO? HO TANTISSIMA VOGLIA DI RIPRENDERMI QUELLO CHE MI È STATO TOLTO. IL MOMENTO PEGGIORE SONO STATI GLI INTERNAZIONALI DEL FORO ITALICO. QUEL PENSIERO LÌ ANCORA OGGI È UN MOTORE PAZZESCO” 

sport

“I RAPPORTI CON LA VEZZALI? NON POTREMMO MAI SALIRE IN ASCENSORE INSIEME! FAREI PASSARE LEI, CHE COME SOTTOSEGRETARIO ALLO SPORT È PIÙ IMPORTANTE E VA SEMPRE DI FRETTA…” – LA STOCCATA DI ELISA DI FRANCISCA ALLA RIVALE – “CON LA VITA DA ATLETA HO CHIUSO: E’ STATA UNA DECISIONE SOFFERTA. VORREI ESSERE LA PRIMA DONNA CT DELLA SCHERMA" – E POI RACCONTA DI QUELL’AMORE VIOLENTO A 18 ANNI: “INSULTI, BESTEMMIE, MINACCE E, ALLA FINE, UNO SCHIAFFONE CHE MI HA AIUTATO A SVEGLIARMI. OGGI HO SEMINATO I MOSTRI CHE MI INSEGUIVANO" - VIDEO

cafonal

CAFONALINO D'ARGENTO - LA LUNGA NOTTE DEI NASTRI D'ARGENTO CONSEGNATI AL MAXXI DI ROMA: GRANDE RESSA NEL GIARDINO DEL RISTORANTE MEDITERRANEO, PER INGOZZARSI CON L'APERITIVO PRIMA DEL VIA ALLA CONSEGNA DEI PREMI ASSEGNATI DAL SINDACATO NAZIONALE GIORNALISTI CINEMATOGRAFICI ITALIANI - OLTRE ALLA PADRONA DI CASA, GIOVANNA MELANDRI, HANNO SFILATO UNA DRUSILLA FOER IN GRANDE FORMA, PAOLO SORRENTINO, EDOARDO LEO, MIRIAM LEONE, TERESA SAPONANGELO, L'ASSESSORE ALLA CULTURA DI ROMA MIGUEL GOTOR E… - FOTO

viaggi

salute