LA CASA DEI GIORNI PERDUTI – È IN VENDITA “LOST WEEKEND”, LA CASA DELLA PERDIZIONE E DELLA BALDORIA DOVE JOHN LENNON SI RIFUGIÒ DURANTE LA SEPARAZIONE DA YOKO ONO E LA RELAZIONE CON MAY PANG: L’ATTICO DI MANHATTAN DA OLTRE 400 METRI QUADRI COMPRENDE UNA SUITE PADRONALE, CINQUE CAMERE DA LETTO, UNA CUCINA IN STILE COUNTRY, UNA SPAZIOSA SALA DA PRANZO, QUATTRO BAGNI ED È IN VENDITA AL PREZZO DI…

-

Condividi questo articolo

Ilenia Carlesimo per "www.repubblica.it"

 

lost weekend la casa di john lennon 2 lost weekend la casa di john lennon 2

Lost weekend: è così che John Lennon, citando il film Giorni Perduti (1945) di Billy Wilder, definì il periodo vissuto lontano da sua moglie Yoko Ono. Un weekend di baldoria e perdizione che in realtà durò un po' di più di due giorni: 18 mesi esattamente. Ed è così che il cantante ribattezzò anche la casa di New York in cui, durante quell'anno mezzo, visse insieme all'amante May Pang. Una penthouse da oltre 400 metri quadrati e tre piani che oggi, rivela il sito immobiliare TopTenRealEstateDeals.com, è in vendita per 5,5 milioni di dollari.

 

john lennon e yoko ono john lennon e yoko ono

Lì, in quel luminoso attico di Manhattan a pochi passi dall'East River, John Lennon andò a vivere nell'estate del 1973 spinto da sua moglie: fu proprio Yoko Ono infatti che, per provare a rinforzare il matrimonio in crisi, suggerì al marito di prendersi una pausa e iniziare una relazione con May Pang, la loro assistente. E così fu fino al 1975, quando John Lennon e Yoko Ono tornarono a essere la solida coppia che tutti avevano conosciuto anche per loro bizzarre proteste pacifiste. 

lost weekend la casa di john lennon 3 lost weekend la casa di john lennon 3

 

Ristrutturata, oggi Lost Weekend comprende una suite padronale, cinque camere da letto, una cucina in stile country, una spaziosa sala da pranzo per circa 20 persone, quattro bagni, una sala multimediale con biblioteca e, al piano più basso, un altro appartamento completo.

 

john lennon e may pang 2 john lennon e may pang 2

Senza dimenticare l'enorme terrazza panoramica con vista su New York City. La stessa terrazza dove John Lennon si fece fotografare per la rivista Interview di Andy Warhol e da cui, una sera d'agosto del 1974, lui e May Pang dissero di aver visto un Ufo passare sulla città.

lost weekend la casa di john lennon 1 lost weekend la casa di john lennon 1 lost weekend la casa di john lennon 6 lost weekend la casa di john lennon 6 john lennon john lennon lost weekend la casa di john lennon 7 lost weekend la casa di john lennon 7 john lennon e yoko ono john lennon e yoko ono lost weekend la casa di john lennon 4 lost weekend la casa di john lennon 4 john lennon e yoko ono 1 5 john lennon e yoko ono 1 5 john lennon e yoko ono 1 7 john lennon e yoko ono 1 7 flora borsi e john lennon flora borsi e john lennon john lennon e yoko ono 1 9 john lennon e yoko ono 1 9 yoko ono, john e julian lennon yoko ono, john e julian lennon john lennon john lennon john lennon 1 john lennon 1 yoko ono e john lennon si sposano a gibilterra yoko ono e john lennon si sposano a gibilterra

 

lennon e may pang lennon e may pang john lennon e may pang 1 john lennon e may pang 1 john lennon john lennon lost weekend la casa di john lennon 5 lost weekend la casa di john lennon 5 may pang john lennon may pang john lennon

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL RESTO? "MANK"! - CHI SCRISSE DAVVERO "QUARTO POTERE", CONSIDERATO IL FILM PIU' BELLO IN ASSOLUTO? – DOMANI SU NETFLIX LO STUPENDO FILM DI DAVID FINCHER SUL COMPLESSO RAPPORTO FRA DUE GENI NELLA HOLLYWOOD DEGLI ANNI '30: ORSON WELLES E LO SCENEGGIATORE HERMAN MANKIEWICZ  – AGLI OSCAR A MANK SAREBBE PIACIUTO RINGRAZIARE COSI': "SONO MOLTO LIETO DI ACCETTARE QUESTO PREMIO IN ASSENZA DEL SIGNOR WELLES, PERCHÉ LA SCENEGGIATURA È STATA SCRITTA IN ASSENZA DEL SIGNOR WELLES" – VIDEO

politica

ATTENTI, GHEDINI È NERVOSO! - “SUL SITO DAGOSPIA È APPARSO UN ARTICOLO DOVE SI PROSPETTA FALSAMENTE DI UN MIO ASSERITO INTERVENTO SULLA DECISIONE DEL PRESIDENTE BERLUSCONI IN MERITO AL VOTO SUL MES - È RISIBILE OLTRE CHE DIFFAMATORIO PROSPETTARE UNA MIA SUDDITANZA NEI CONFRONTI DEL SEN. SALVINI O UNA CONTRAPPOSIZIONE CON IL DR. LETTA - IL CONTINUO TENTATIVO DI CREARE DISSIDI ALL’INTERNO DI FORZA ITALIA PER EVIDENTEMENTE FAVORIRE ALTRI È DAVVERO DIVENUTO INTOLLERABILE E DIFFAMATORIO E AGIRÒ NELLE SEDI COMPETENTI”

business

cronache

sport

DIEGO, MI MANCHI - FAUSTO LEALI RACCONTA L'AMICIZIA CON MARADONA E IL SUO MATRIMONIO DA FAVOLA: "IO E CALIFANO ERAVAMO GLI UNICI MUSICISTI INVITATI. TUTTA BUENOS AIRES ERA PER STRADA PER SALUTARE DIEGO, IN CHIESA CI TROVAMMO IMMERSI NEL LUSSO PIÙ SFRENATO. 200 MUSICISTI E 200 CORISTI A SUONARE LA NONA DI BEETHOVEN, CLAUDIA VESTITA DAI MIGLIORI STILISTI DEL MONDO. E IL PRANZO SUCCESSIVO… - MARADONA IMPAZZIVA PER ME. IN ARGENTINA GUARDAVA UNA TELENOVELA SOLO PERCHE’ LA SIGLA ERA MIA. POI VENNE IN ITALIA E…"

cafonal

viaggi

salute