CI SCRIVE DIANA FETISH, REGINA DELLA DOMINAZIONE E DEL FINDOM, PER PARLARCI…DELLE FOIBE! – “SI È APPENA CONCLUSO IL GIORNO DELLA MEMORIA, MA AHIMÈ, NON UNA PAROLA SUI GIORNALI O SUI TELEGIORNALI DI CIÒ CHE È SUCCESSO IN SLOVENIA QUALCHE SETTIMANA FA. MI RIFERISCO ALLA VERGOGNOSA VANDALIZZAZIONE DELLE AUTOVETTURE DELLA TROUPE RAI, IMPEGNATE IN UN REPORTAGE SULLA TRAGEDIA DELLE FOIBE. PER TROPPI ANNI SI È VOLUTO DIMENTICARE IL DRAMMA DI COLORO CHE SONO MORTI IN QUELL’IMMANE ECCIDIO. ED ORA DOBBIAMO TOLLERARE QUESTO SCEMPIO? DOVREMMO ALZARE LA VOCE - MI HANNO INVITATA ALL’EROTIC DAYS FESTIVAL CHE SI TERRÀ IN SLOVENIA A MARZO MA HO GIÀ DECISO DI NON ANDARCI”

-

Condividi questo articolo


Riceviamo e pubblichiamo:

DIANA FETISH DIANA FETISH

 

Caro Dago,

Si è appena concluso il Giorno della Memoria, ma ahimè, non una parola sui giornali o sui telegiornali di ciò che è successo in Slovenia qualche settimana fa. Mi riferisco alla vergognosa vandalizzazione delle autovetture della troupe Rai, impegnate in un reportage sulla tragedia delle foibe. Un’azione mirata (le auto con targa slovena non sono state toccate) che sa di intimidazione.

DIANA FETISH DIANA FETISH

 

Atto esecrabile, reso ancor più turpe dal silenzio pesantissimo delle nostre autorità e appunto, della nostra stampa nazionale.  Se è vero che l’autorevolezza di uno Stato è data anche dal suo peso internazionale, perché il governo Meloni ed il nostro Presidente della Repubblica, Mattarella, non sono intervenuti sull’argomento?

 

A riguardo, non siamo già stati colpevolmente in silenzio? Per troppi anni si è voluto dimenticare il dramma di coloro che sono morti in quell’immane eccidio.  Ed ora che abbiamo avuto la decenza di superare l’omertà e ricordare gli infoibati, dobbiamo tollerare questo scempio? Dovremmo alzare la voce, non certo per fare polemica ma per rispetto di tutti quegli italiani che sono stati vittime di quell’abominio. Ricordandoci che sulla vicenda, abbiamo anche le nostre colpe.

DIANA FETISH DIANA FETISH

 

Perché se da una parte i titini spinsero i nostri all’esodo con la forza, dall’altra ci fu la beffa per chi, venendo visto come fascista dagli sloveni, veniva poi bollato come comunista in Patria.  Insomma per quei profughi, l’accoglienza in Italia fu drammatica, una tensione fomentata addirittura dalla nostra stampa, basti pensare alle pagine di fuoco de L’Unità che attaccò gli esuli, etichettandoli come traditori di quello che era considerato un paradiso socialista.

DIANA FETISH DIANA FETISH

 

Italiani di serie B: una tragedia nella tragedia. I testimoni non volevano parlare, l’esodo forzato prima e l’esilio interiore dopo, come magistralmente descritto nel celebre romanzo Bora di Anna Maria Mori Nelida Milani. Ricordiamoci che ancora oggi molti parenti non sanno dove piangere i propri morti per via della reticenza e dell’omertà dei carnefici.

 

DIANA FETISH DIANA FETISH

Per questo era importante l’attività di ricerca portata avanti da quella troupe Rai. Gli infoibati meritano rispetto! L’Italia finalmente ravveduta che si è cosparsa il capo di cenere, merita rispetto.  Mi hanno invitata all’Erotic Days Festival che si terrà proprio in Slovenia a Marzo ma ho già deciso di non andarci. Nel mio piccolo, voglio fare la mia parte. Le cose devono cambiare. E soprattutto, di certe cose si deve avere il coraggio di parlare, non si può più stare in silenzio. E che sia una sex worker a ribadirlo, forse ci dovrebbe far riflettere.

Ti ringrazio e ti auguro sempre il meglio,

Diana Fetish

DIANA FETISH DIANA FETISH

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGONEWS – COME MAI IL NUOVO ROMANZO DI CHIARA VALERIO, “CHI DICE E CHI TACE”, È STATO PUBBLICATO DA SELLERIO E NON, COME I PRECEDENTI, DA EINAUDI? SCREZI? LITI? MACCHÉ: È TUTTA UNA STRATEGIA PER VINCERE IL CAMPIELLO, PREMIO LAGUNARE PRESIEDUTO DA WALTER VELTRONI – LA VALERIO, SCRITTRICE CON LA PASSIONE PER LE SUPERCAZZOLE (E L’AGLIO, OLIO E PEPERONCINO), È UNA DELLE FIRME PIÙ AMATE DA ELLY SCHLEIN: SE VINCESSE IL CAMPIELLO, SAREBBE UNA FESTA GRANDE PER UOLTER E PER LA SEGRETARIA MULTIGENDER…

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO