DIN DON, C'È UNA TRUFFA ALLA PORTA! – A LONDRA LO SCORSO MESE UNA DONNA SI È RITROVATA 23 GRUPPI DI TURISTI CHE SI SONO PRESENTATI A CASA SUA RECLAMANDO UN ALLOGGIO DOPO CHE L'APPARTAMENTO ERA STATO INSERITO DA TRUFFATORI SU BOOKING – IL SITO DI PRENOTAZIONE DI VIAGGI ONLINE HA RIMOSSO L'ANNUNCIO DOPO LA SEGNALAZIONE DELLA PROPRIETARIA

-

Condividi questo articolo


Da www.agi.it

 

booking 2 booking 2

A Londra una donna si è ritrovata ben 23 gruppi di turisti alla porta che reclamavano un alloggio dopo che la sua casa, nel nord della capitale inglese, era stata inserita da truffatori in un annuncio su Booking. La signora, di cui è stato fornito solo il nome, Gillian, ha raccontato alla Bbc che per tutto il mese di luglio si è vista arrivare persone da ogni parte del mondo, dall'Arabia Saudita a Los Angeles, tutte con regolari prenotazioni effettuate sul sito di viaggi e servizi online.

 

LONDRA LONDRA

L'annuncio appariva a tutti gli effetti regolare ma le foto inserite erano state prese dall'inserzione per un appartamento completamente diverso, nella zona di Chelsea, presente su un altro sito di prenotazioni online.

 

La prima 'visita' alla casa di Gillian risale al 4 luglio, quando una stanchissima signora di Hong Kong ha suonato alla porta. La proprietaria ha aperto e ha visto sullo sfondo la figlia con tante valigie: "Era ovvio che erano appena arrivati dall'aeroporto", ha spiegato, "mi ha detto di avere prenotato la mia casa su Booking e le ho spiegato che era impossibile perché non ho mai pubblicato un annuncio".

 

booking 3 booking 3

Il 5 luglio la signora ha contattato Booking per denunciare l'accaduto e dopo sei giorni l'annuncio fraudolento è stato rimosso dal sito. Questo però non ha fermato gli arrivi: sono stati ancora una ventina, su un centinaio di prenotazioni registrate.

 

"Si è trattato chiaramente di una truffa in cui qualcuno ha usato il mio indirizzo", ha osservato la signora, "mi dispiaceva così tanto per i turisti che bussavano alla mia porta ma non potevo far altro che mandarli via. Erano tutti molto gentili, ma avrei anche potuto ritrovarmi persone aggressive davanti casa".

 

Un portavoce di Booking.com ha assicurato che dopo la rimozione dell'annuncio sono stati contattati tutti i clienti per offrire le scuse del sito, assistenza per i rimborsi e alloggi alternativi. "La battaglia contro truffatori senza scrupoli accomuna tutta l'industria e la stiamo affrontando con il massimo impegno", ha assicurato.

booking 6 booking 6 booking 8 booking 8 booking 7 booking 7 booking 5 booking 5

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

AGENTI DELL'FBI HANNO FATTO VISITA NELLA RESIDENZA DI TRUMP IN FLORIDA GIA’ LO SCORSO APRILE. SECONDO LA “CNN” IN QUELL'OCCASIONE INCONTRARONO DUE AVVOCATI DEL TYCOON –L’ARCINEMICA NANCY PELOSI GONGOLA VELENOSA: “NESSUNO È AL DI SOPRA DELLA LEGGE, NEANCHE UN EX PRESIDENTE” – IL FIGLIO ERIC: “SONO STATO IO AD AVVERTIRE MIO PADRE SUL RAID. ERANO UNA TRENTINA, FORSE DI PIÙ. NON VOGLIONO CHE MIO PADRE VINCA ANCORA NEL 2024” – A QUESTO PUNTO THE DONALD RISCHIA DI NON POTERSI RICANDIDARE PERCHE’…

business

TEMPI DURI PER SOFTBANK – IL COLOSSO GIAPPONESE NAVIGA DI NUOVO IN ACQUE BURRASCOSE: NEL SECONDO TRIMESTRE DEL 2022 HA BRUCIATO 23 MILIARDI DI EURO E IL VALORE DEGLI INVESTIMENTI È CROLLATO – LA SOCIETÀ INCOLPA L’INFLAZIONE, MA IL PROBLEMA È PIÙ AMPIO: A ESSERE COLPITO MAGGIORMENTE È IL “VISION FUND”, IL FONDO CHE INVESTE IN TECNOLOGIA E STARTUP. LA CINA HA VARATO UNA STRETTA SU BIG TECH E LE VALUTAZIONI, GONFIATE PER ANNI, INIZIANO A MOSTRARE QUALCHE CREPA. INSOMMA, LA BOLLA STA PER SCOPPIARE…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute