LA DOLCE RAPINA - UNA TURISTA È STATA DERUBATA DA TRE ROM A FONTANA DI TREVI MENTRE STAVA SCATTANDO UNA FOTO – LA SIGNORA È STATA ACCERCHIATA DA TRE DONNE, TUTTE GIÀ NOTE ALLA POLIZIA E DOMICILIATE NEL CAMPO NOMADI DI CASTEL ROMANO CHE LE HANNO RUBATO IL PORTAFOGLIO – TUTTE E TRE SONO STATE ARRESTATE E ACCUSATE DI FURTO AGGRAVATO…

-

Condividi questo articolo


Da www.blitzquotidiano.it

 

fontana di trevi 1 fontana di trevi 1

Una turista è stata accerchiata e derubata da tre giovani rom. Tutto è avvenuto a Fontana di Trevi, ovviamente a Roma. Sfortunata protagonista della vicenda una 58enne italiana in visita nella capitale.

 

Ecco cosa è successo

Le ladre, raccontano i giornali locali, hanno circondato la turista mentre fotografava Fontana di Trevi e le hanno rubato il portafoglio. Tutte e tre comunque sono state già arrestate  dai carabinieri della Stazione San Lorenzo in Lucina. Si tratta di tre donne, di 20, 26 e 29 anni, tutte già note alle forze dell’ordine e domiciliate nel campo nomadi di Castel Romano. Tutte e tre ora sono accusate di furto aggravato in concorso.

turisti alla fontana di trevi turisti alla fontana di trevi

 

Insomma: Roma continua ancora a farsi notare in negativo all’estero e in Italia.

 

Roma e le norme anti Covid in vista del Natale

Intanto nella capitale si sta pensando anche alle varie norme anti Covid in vista del Natale.

 

fontana di trevi 2 fontana di trevi 2

Se ne discuterà nelle prossime riunioni del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. Tra le ipotesi sul tavolo, secondo quanto si apprende, potrebbero esserci transennamenti nelle principali vie dello shopping e accessi contingentati nelle piazze più frequentate della Capitale, come già avvenuto l’anno scorso.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

PULIZIE IN CORSO A ROCCA SALIMBENI: IL TESORO STA TRATTANDO CON LA COMMISSIONE EUROPEA PER TROVARE UN COMPROMESSO SULLA PROROGA DELL’USCITA DELLO STATO DA MPS. LA SPERANZA DEL GOVERNO È RIUSCIRE A RIMANERE NEL CAPITALE DEL “MONTE” ALMENO FINO ALL’AUTUNNO 2023. BISOGNA TAGLIARE I RAMI SECCHI E SNELLIRE GLI ATTIVI, PER POI VENDERE L’AZIENDA RISANATA E DIMAGRITA. A QUEL PUNTO UNICREDIT POTREBBE RIENTRARE IN PARTITA - L’IPOTESI MASSIAH COME AD E I 6,2 MILIARDI DI RISCHI LEGALI DA SBOLOGNARE A FINTECNA, SOCIETÀ DI CDP

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute