LA DROGA E’ “GENDER EQUALITY” - NEGLI ULTIMI ANNI, IN ITALIA, E’ AUMENTATO IL NUMERO DI DONNE TOSSICODIPENDENTI - IL 30% DELLE RAGAZZE DELLE SCUOLE SUPERIORI HA SPERIMENTATO SOSTANTE ILLEGALI “AD ALTO RISCHIO” - L’ALLARME DELLA COMUNITA’ DI SAN PATRIGNANO

-

Condividi questo articolo

Valentina Arcovio per “il Messaggero”

 

cocaina cocaina

Mai come oggi, nel nostro paese, ci sono così tante ragazze e donne adulte donne invischiate nel dramma della tossicodipendenza. Negli ultimi anni, infatti, è straordinariamente aumentato il numero. L' allarme arriva dalla comunità di San Patrignano, proprio alla vigilia del giorno della Festa della donna, e riguarda specialmente le giovani. Dramamtico ritorno di eroina e droghe sintetiche.

 

LA SCUOLA

Dai dati della Relazione annuale al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze emerge che circa il 30% delle studentesse delle scuole secondarie superiori sperimentano sostanze psicoattive illegali, con un aumento considerevole nel consumo di sostanze definibile «ad alto rischio», come la poli-assunzione o l' uso quotidiano.

CONSUMO DROGA CONSUMO DROGA

 

Per contrastare questo fenomeno in crescita la comunità di San Patrignano ha lanciato la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi «Io ho scelto la vita», che si può sostenere fino al 22 marzo con un sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45590.

 

L' obiettivo è di dare un supporto quanto più efficace a tutte le ragazze che chiedono aiuto alla comunità, favorendone il percorso di recupero e il reinserimento lavorativo. I motivi per cui le donne possono finire nel tunnel della droga sono molti secondo la lunga esperienza della comunità che, in 40 anni di attività, ha aiutato oltre 3400 donne di tutte le età. Le storie dietro l' abuso di stupefacenti spesso nascondono povertà, famiglie disgregate, violenza e abusi.

 

droga droga

«Nel contrasto continuo alla dipendenza c' è ancora tanto da fare e la crescita allarmante dell' uso di droga tra le ragazze ne è un chiaro esempio», dice Antonio Tinelli, presidente della Comunità. «È proprio alle donne quindi che vogliamo dedicare la nostra campagna Io ho scelto la vita, per favorire il loro recupero e farle tornare ad essere parte integrante e attiva della società», aggiunge. La difficoltà delle giovanissime e anche di molte donne adulte a chiedere aiuto è alla base della disperata scelta verso la tossicodipendenza.

 

LA SIGARETTA

san patrgnano san patrgnano

Non solo droga. Negli ultimi anni è stata rilevata una generale trascuratezza delle donne nei confronti della salute. Ormai malate a cuore e polmini come gli uomini. Un esempio: l' impennata delle fumatrici. Si contano 5,7 milioni di tabagiste, soprattutto nella fascia d' età tra i 45 e i 54 anni, come ricordano i promotori del tour «Prevenzione possibile - La salute al femminile», che farà tappa con un ambulatorio mobile in 31 città italiane da domani al 26 giugno per offrire consulti medici gratuiti, informazioni e screening per la valutazione della salute in rosa. Per prendersi cura di sé stesse, però, bisogna imparare a chiedere aiuto in qualunque momento della propria vita.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute