DURANTE LA PANDEMIA QUASI LA META' DEGLI AMERICANI HA RAGGIUNTO IL PUNTO EMOTIVO PIU' BASSO (FIGURIAMOCI NOI) - DALLO SCORSO MARZO, LE PERSONE RIFERISCONO DI AVER LOTTATO PIU' CHE MAI CON L'ANSIA (IL 42%), LA DEPRESSIONE (37%) E LA SOLITUDINE - EPPURE SOLO IL 18% SEGUE UNA TERAPIA: LA PRINCIPALE DIFFICOLTA' E' TROVARE UN MEDICO COPERTO DA ASSICURAZIONE - LA PANDEMIA PERO' HA SPINTO GLI AMERICANI A CERCARE AIUTO ATTRAVERSO LA TELEMEDICINA...

-

Condividi questo articolo


Dagotraduzione da Studyfinds

 

emozioni salute mentale emozioni salute mentale

Se c'è stata una crescente crisi della salute mentale prima del 2020, un nuovo studio rileva che la pandemia di coronavirus potrebbe averla mandata fuori controllo. La metà degli americani sente di aver perso il controllo completo della propria vita nell'ultimo anno.

 

Un sondaggio su 2.000 persone rivela che il 47% si sente impotente, mentre il 44% afferma di aver raggiunto nell'ultimo anno il punto emotivamente più basso. Dallo scorso marzo, gli americani riferiscono di aver lottato più che mai con l'ansia (42%), la depressione (37%) e la solitudine (31%).

 

covid e salute mentale 2 covid e salute mentale 2

Sebbene il 72% sia d'accordo che l'assistenza alla salute mentale sia importante quanto l'assistenza sanitaria fisica, solo il 18% è attualmente iscritto a sessioni di terapia. Il 46% di coloro che cercano aiuto fatica a trovare un terapeuta che li aiuti. Un altro 54% afferma di aver faticato a trovarne uno che li capisse veramente.

 

Un altro grosso ostacolo è quello di trovare assistenza sanitaria per la salute fisica. Altri problemi vanno dal trovare un medico coperto da assicurazione (32%), trovare qualcuno che possono permettersi (24%) e trovare un medico facile da contattare o da raggiungere (23%).

 

covid e salute mentale 1 covid e salute mentale 1

Quasi la metà degli adulti concorda sul fatto che i medici li ascoltino di più durante le visite di telemedicina.

 

Commissionato da Monarch e condotto da OnePoll, lo studio rileva che la pandemia ha contribuito a migliorare il modo in cui gli americani cercano aiuto attraverso appuntamenti di telemedicina. Un americano su tre (35%) afferma di aver già utilizzato i servizi di telemedicina e tre quarti di quel gruppo lo hanno utilizzato per la prima volta nell'ultimo anno.

 

covid e salute mentale 5 covid e salute mentale 5

Complessivamente, tre intervistati su quattro che hanno recentemente utilizzato gli appuntamenti di telemedicina ritengono che sia più facile dei controlli di persona. Quasi la metà del sondaggio (49%) dice che il proprio medico ha prestato maggiore attenzione ai suoi problemi di salute. Il 48% afferma che gli appuntamenti di telemedicina sono stati così efficaci che prevedono di continuare a utilizzare il servizio per tutte le loro esigenze di salute dopo il COVID. Gli americani utilizzano principalmente gli appuntamenti di telemedicina per vedere i medici generici (60%), i medici specializzati (35%) e i terapisti (29%).

 

covid e salute mentale 4 covid e salute mentale 4

«Non c'è dubbio che quest'anno abbia messo a dura prova tutti», afferma il co-fondatore di Monarch e Chief Research Officer Ralph Zimmermann in una dichiarazione. «Per molti, l'isolamento della pandemia ha anche significato che l'accesso alle cure mediche – di cui la salute mentale è una parte importante – è stato limitato quando ne avevamo più bisogno. Se ti senti giù e non puoi ricevere aiuto, ti sentirai solo ancora più giù».

 

covid e salute mentale 6 covid e salute mentale 6

La pandemia ha cambiato la prospettiva della consapevolezza sulla salute mentale. Sei persone su 10 attribuiscono alla pandemia il merito di aver cambiato il modo in cui considerano l'importanza della salute mentale e fisica. Più della metà (56%) aggiunge di prestare maggiore attenzione alla propria salute mentale rispetto a prima della pandemia. Il COVID-19 sta anche facilitando la ricerca di un medico. Il 30% crede che sia stato molto più facile ora trovare un appuntamento che funzioni con il loro programma durante la pandemia.

 

covid e salute mentale 7 covid e salute mentale 7

Il 57% degli americani in terapia ritiene che i recenti cambiamenti nella tecnologia stiano rendendo più facile ottenere un aiuto professionale per la salute mentale al giorno d'oggi. Quasi altrettanti (53%) pensano che la telemedicina in particolare stia rendendo la terapia più semplice ed efficace.

 

«Anche se non è probabile che la telemedicina sostituirà completamente tutti i vantaggi dell'incontro con un terapeuta di persona, ci sono modi in cui la tecnologia continuerà solo a migliorare l'accesso alla terapia e persino ad abbinare meglio le persone bisognose con il terapeuta più adatto alle loro specifico problema di salute, posizione, programmazione e preferenze di pagamento», aggiunge Zimmermann.

Statistiche salute mentale Statistiche salute mentale coronavirus salute mentale 3 coronavirus salute mentale 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

LA GUERRA SU GENERALI PRODUCE LA PRIMA VITTIMA: ENRICO LAGHI, PRESIDENTE DI EDIZIONE, LA HOLDING DEI BENETTON, AGO DELLA BILANCIA SUL LEONE DI TRIESTE – MENTRE UNA PARTE DELLA FAMIGLIA DI PONZANO VENETO SI ACCINGEVA AD AFFIANCARE IL PATTO CALTAGIRONE-DEL VECCHIO-CRT, OGGI LAGHI È STATO POSTO AGLI ARRESTI DOMICILIARI DALLA PROCURA DI POTENZA PER UNA VECCHIA STORIA ILVA - È STATO COSÌ AZZOPPATO UNO DEI PIÙ REPUTATI COMMERCIALISTI ITALIANI, AL VERTICE DI MOLTISSIME OPERAZIONE, ULTIMA LA CESSIONE DI AUTOSTRADE A CDP

cronache

sport

cafonal

viaggi

DOVE VAI IN VACANZA? A GRADO! – LO STORICO DELL'ARTE LUIGI FICACCI: "PROPRIO DOVE L’ADRIATICO SI CONCLUDE IN UNA LAGUNA SI POSSONO RINTRACCIARE I CARATTERI DELLA PIÙ ELEVATA CIVILTÀ BIZANTINA, IN UN AVORIO CONSERVATO AL BRITISH MUSEUM. E’ MOLTO PROBABILE CHE NEL VII SECOLO, QUELLA TAVOLETTA VENISSE ESEGUITA E INSERITA IN UNA CATTEDRA VESCOVILE EBURNEA, DEDICATA ALL’APOSTOLO PIETRO – E POI LA CATTEDRALE DI SANT'EUFEMIA, LA BELLISSIMA CHIESA DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE, IL CAMPO DEI PATRIARCHI, UN ORGANISMO URBANO CHE…" - VIDEO

salute