FERMI TUTTI: C’E’ L’IPOTESI SETTA DIETRO ALLA STRAGE AD ALTAVILLA MILICIA, VICINO PALERMO, DOVE IL 54ENNE GIOVANNI BARRECA HA BRUTALMENTE UCCISO LA MOGLIE E I DUE FIGLI DI 5 E 16 ANNI - I DUE RAGAZZI SONO STATI STRANGOLATI CON LE CATENE, MENTRE LA SORELLA 17ENNE E’ SOPRAVVISSUTA ALLA STRAGE – IL PADRE, DESCRITTO COME UN FANATICO RELIGIOSO CON PROBLEMI ECONOMICI, SI SAREBBE SVEGLIATO IN PIENA NOTTE FARNETICANDO DI SENTIRE PRESENZE DEMONIACHE – NEL DELITTO SAREBBE COINVOLTA ANCHE UN’ALTRA COPPIA E IL CORPO DELLA MOGLIE DEL KILLER NON E’ ANCORA STATO TROVATO: VICINO ALLA VILLETTA, SONO STATI RINVENUTI DEI...

-

Condividi questo articolo


 

1. STRAGE IN FAMIGLIA: SI INDAGA ANCHE SU PISTA SETTA

giovanni barreca angela salamone giovanni barreca angela salamone

(ANSA) -  La pista della setta è al momento una delle ipotesi al vaglio degli investigatori, in merito a quanto accaduto ad Altavilla Milicia (Palermo), dove un 54enne ha ucciso la moglie e i due figli di 5 e 16 anni. Tra i sospetti, allo stato al vaglio di chi indaga, c'è quello che l'uomo possa aver agito anche per adesione ad eventuali sette o gruppi di fanatismo religioso.

 

2. STRAGE IN FAMIGLIA: MARITO E MOGLIE AVEVANO PROBLEMI ECONOMICI

(ANSA) - Aveva problemi economici Giovanni Barreca, il muratore che ha ucciso la moglie e due figli. La moglie era seguita dagli assistenti sociali del Comune di Altavilla Milicia le quali però assicurano di non aver mai avvertito disagi, se non finanziari, nella famiglia. La Salamone, descritta come una donna "dolce e gentile", aveva svolto qualche lavoro di pulizia negli uffici del Municipio su incarico dell'amministrazione comunale che sosteneva la coppia facendola lavorare.

 

3. STRAGE IN FAMIGLIA:PARENTI VITTIME, LUI RIPETEVA 'DIO È CON NOI'

delitto di altavilla milicia 2 delitto di altavilla milicia 2

(ANSA) - PALERMO, 11 FEB - "Lui ripeteva sempre Dio è con noi". A raccontarlo è Elisabetta Cassano, nonna di Antonella Salamone, la donna uccisa assieme a due figli dal marito Giovanni Barreca nella villetta dove abitavano, una strada di campagna ad Altavilla Milicia (Palermo).

 

4. STRAGE IN FAMIGLIA: DELITTI FORSE AVVENUTI GIORNI FA

(ANSA) - PALERMO, 11 FEB - Sarebbe stato commesso nei giorni scorsi, e non stanotte, il triplice omicidio di Altavilla Milicia dove un uomo ha assassinato moglie e due figli. E' una delle ipotesi degli investigatori - il caso però è ancora tutto da risolvere e le notizie sono frammentarie - che pensano che Giovanni Barreca, l'assassino, abbia agito venerdì.

 

5. STRAGE IN FAMIGLIA:LUI FANATICO RELIGIOSO, ALTRI COINVOLTI

(ANSA) - PALERMO, 11 FEB - Giovanni Barreca, il 54enne che ha sterminato la famiglia uccidendo moglie e due figli, sarebbe un fanatico religioso. Nel delitto, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe coinvolta anche una coppia di conoscenti. Si è salvata una terza figlia di 17 anni che avrebbe assistito ai fatti e che è stata soccorsa dai sanitari del 118.

 

delitto di altavilla milicia 3 delitto di altavilla milicia 3

Secondo i primi riscontri basati sul racconto della 17enne sopravvissuta alla strage della sua famiglia, Giovanni Barreca, un fanatico religioso, durante la notte si sarebbe svegliato farneticando di aver percepito presenze demoniache in casa. La ragazzina, unica supersite, si è alzata dal letto intontita e ha visto i corpi dei fratelli.

 

6. STRAGE IN FAMIGLIA:DUBBI SU RESTI RITROVATI,FORSE DI ANIMALI

(ANSA) - Non sarebbero umani i resti ritrovati sepolti nel terreno della casa di Giovanni Barreca, il muratore che la scorsa notte ha ucciso la moglie 41 enne e due figli di 3 e 16 anni. In un primo momento gli investigatori avevano sospettato che quanto scoperto in giardino appartenesse alla donna, ma invece di tratterebbe di resti animali. Il corpo della vittima, Angela Salamone, dunque, non è stato ancora ritrovato.

 

antonella salamone antonella salamone

7. STRAGE IN FAMIGLIA: OMICIDA E COPPIA SOSPETTATA IN CASERMA

(ANSA) - Giovanni Barreca e la coppia sospettata di aver avuto un ruolo nell'omicidio della moglie e dei due figli dell'uomo si trovano nella caserma dei carabinieri di Bagheria per essere interrogati.

 

8. STRAGE IN FAMIGLIA: LA VILLETTA DELL'ORRORE ALLE PORTE DEL PAESE

(ANSA) - Si trova a quattro minuti di strada dal paese di Altavilla Milicia (Palermo) la 'villetta dell'orrore' dove Giovanni Barreca, 54 anni, avrebbe assassinato la moglie e due figli. L'immobile è di tre piani, poco rifinito nella parte esterna; intorno c'è un giardino con alberi d'ulivo. I carabinieri hanno sigillato l'area e stanno setacciando il terreno. Reggia trazzera marina di Granatelli è una strada di campagna, larga una decina di metri, lungo la quale ci sono altre villette su entrambi i lati. A pochi metri dalla villetta c'è un'altra abitazione. I carabinieri hanno fatto passare un carro funebre, che dopo pochi minuti è andato via, forse con i corpi dei due figli.

giovanni barreca e antonella salamone giovanni barreca e antonella salamone

 

9. STRAGE IN FAMIGLIA: PARENTI VITTIME, MAI SOSPETTATO NULLA

(ANSA) - "Non riusciamo a capire come sia stato possibile tutto questo. Sapevamo di liti come ce ne sono in tutte le famiglia ma non potevamo pensare che potesse succedere quello che è accaduto". Lo dicono due parenti dei bambini uccisi dal padre, Giovanni Barreca, ad Altavilla Milicia.

 

L'uomo ha assassinato anche la moglie, Angela Salamone. Le due donne, zia e nonna della vittima, sono arrivate dal loro paese di origine, Aragona, non appena hanno appreso la notizia. "Lui era molto religioso. Lavorava tanto. Lei faceva la badante. Lui cercava di accontentarla in tutto. Ancora non riusciamo a comprendere. Ora cerchiamo di abbracciare mia nipote", dicono riferendosi all'unica figlia sopravvissuta alla strage.

delitto di altavilla milicia 1 delitto di altavilla milicia 1

 

"Avevano problemi economici, qualche volta litigavano ma non potevamo mai immaginare una tragedia del genere. Lui era molto religioso, frequentava la comunità evangelista, andava spesso a Bagheria. Lavorava molto come muratore e operaio ma i soldi non bastavano mai. Lei invece faceva la badante", raccontano le donne, Salvina Licata ed Elisabetta Cassano, zia e nonna di Antonella Salamone.

 

strage di altavilla milicia 2 strage di altavilla milicia 2

Le due riferiscono che la famiglia abitava ad Altavilla Milicia da circa 5 anni. Prima aveva vissuto a Novara, dove vivono da molti anni alcuni parenti dell'indagato. Barreca è originario di Palermo, mentre la moglie Antonella Salamone è nata ad Aragona, in provincia di Agrigento. Con la famiglia fino a qualche tempo fa aveva vissuto anche la madre malata di Giovanni Barreca, che ora si trova in una casa di cura a Palermo. "Ero stata da loro per qualche giorno, ho visto che litigavano a volte. Sono andata via perché non c'era una situazione serena", dice la nonna di Antonella.

giovanni barreca e antonella salamone. giovanni barreca e antonella salamone.

 

10. STRAGE IN FAMIGLIA: ASCOLTATA VICINA DI CASA

(ANSA) - I carabinieri che stanno setacciando la villetta dell'orrore ad Altavilla Milicia (Palermo) dove sono stati assassinati Antonella Salamone e i suoi due figli stanno parlando con la vicina di casa che abita a pochi metri. La donna è appena arrivata con la propria auto, cercando di raggiungere la propria abitazione .

ARTICOLI CORRELATI

strage di altavilla milicia 1 strage di altavilla milicia 1 giovanni barreca e antonella salamone. giovanni barreca e antonella salamone. giovanni barreca e antonella salamone giovanni barreca e antonella salamone giovanni barreca e antonella salamone giovanni barreca e antonella salamone strage di altavilla milicia 3 strage di altavilla milicia 3

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…

DAGOREPORT! - IL VENTO STA CAMBIANDO? A OTTOBRE, SI RITORNA ALLE URNE? SALVINI MOLLA MELONI? - DELIRIO PER I SONDAGGI CHOC DELLE REGIONALI IN SARDEGNA: ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, AVREBBE DUE PUNTI DI VANTAGGIO SUL MELONIANO TRUZZU - IN VISTA DELLE EUROPEE, UNA SCONFITTA SAREBBE UN PESSIMO SEGNALE PER LA MELONA - SALVINI AL MURO: SE LA LEGA VA SOTTO L’8%, POTREBBE TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO - IN CASO DI CRISI, NESSUN GOVERNO TECNICO: SI VOTA SUBITO, A SETTEMBRE/OTTOBRE. LA MELONA VUOLE CAPITALIZZARE IL CONSENSO, PRIMA DELL'ARRIVO DELLA CRISI ECONOMICA - RESO INERTE TAJANI, PER GOVERNARE, LA DUCETTA HA BISOGNO DI UNA LEGA DESALVINIZZATA - E NON È DETTO CHE IL CAPITONE RIMANGA AL SUO POSTO: LA BASE ELETTORALE DEL CARROCCIO HA UN DNA MODERATO E PRAGMATISTA, E NE HA PIENE LE PALLE DELLA POLITICA DESTRORSA, AFFOLLATA DI LE PEN E NAZISTOIDI. I FEDRIGA, I ZAIA, I FONTANA, I GIORGETTI SONO LEGHISTI BEN COMPATIBILI CON GIORGIA “FASCIO TUTTO IO!”. E’ SALVINI CHE SI È ESTREMIZZATO

DAGOREPORT! FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI. ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, RAGGIUNGE IL 45% MENTRE PAOLO TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI, SI DEVE ACCONTENTARE DEL 42,5%. SEMPRE A SINISTRA, RENATO SORU, CON LA SUA 'COALIZIONE SARDA’, INTASCA L'11,2% - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER IL FATIDICO “CAMPOLARGO” PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ NAZIONALE-. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? “IO SO’ GIORGIA” HA QUASI DEL TUTTO CASSATO L’IDEA SULLA SUA CANDIDATURA ALLE EUROPEE. FRATELLI D'ITALIA CHE NON SUPERA IL 30% CON LA LEADER IN CAMPO SAREBBE VISSUTO ALLA STREGUA DI UN CLAMOROSO FLOP