ALLA FINE PUTIN HA DATO RAGIONE A PRIGOZHIN – L’EX CAPO DELLA WAGNER, MORTO IN UN MISTERIOSO INCIDENTE AEREO AD AGOSTO, TENTÒ IL GOLPE CONTRO GLI ALTI GRADI DELL’ESERCITO, CHE ACCUSAVA DI CORRUZIONE E DI INCAPACITÀ. MENO DI UN ANNO DOPO, PUTIN HA FATTO ARRESTARE CINQUE ALTI FUNZIONARI DELLA DIFESA NEL GIRO DI UN MESE, E HA FATTO FUORI IL MINISTRO SHOIGU PER SOSTITUIRLO DA UN TECNOCRATE. ORA NEL MIRINO C’È IL CAPO DI STATO MAGGIORE, GERASIMOV…

-

Condividi questo articolo


VLADIMIR PUTIN SERGEI SHOIGU VLADIMIR PUTIN SERGEI SHOIGU

1. L'EPURAZIONE MILITARE DI PUTIN RIECHEGGIA L'APPELLO DI PRIGOZHIN AD AGIRE

Traduzione dell’articolo di Steve Rosenberg per www.bbc.com

 

Quando un alto funzionario della difesa viene arrestato in Russia, è interessante. Quando cinque alti funzionari della difesa vengono ammanettati in meno di un mese, si tratta di un'epurazione.

 

L'ultimo militare di alto livello a finire in manette è il tenente generale Vadim Shamarin, vice capo dello Stato maggiore dell'esercito e capo della Direzione principale delle comunicazioni delle Forze armate russe.

il generale russo Vadim Shamarin il generale russo Vadim Shamarin

 

Accusato di aver intascato tangenti su larga scala, è stato rinchiuso in detenzione preventiva per due mesi. Qualche ora dopo è arrivata la notizia che anche un alto funzionario del ministero della Difesa, Vladimir Verteletsky, è stato arrestato. Secondo il Comitato investigativo russo, è stato accusato di abuso di autorità nell'esecuzione di un ordine di difesa statale.

 

L'elenco delle figure della difesa russa che, nel giro di un mese, sono cadute in disgrazia per accuse di corruzione comprende il vice ministro della Difesa Timur Ivanov e il tenente generale Yuri Kuznetsov, capo della direzione del personale del ministero della Difesa.

 

vladimir putin sergei shoigu vladimir putin sergei shoigu

Ci sono stati cambiamenti anche ai vertici del ministero. In un recente rimpasto, il presidente Vladimir Putin ha sostituito il suo ministro della Difesa da 12 anni, Sergei Shoigu, con il tecnocrate economista Andrei Belousov. La mossa è stata ampiamente interpretata come un tentativo del Cremlino di aumentare l'efficienza delle forze armate russe e di combattere la corruzione.

 

A Shoigu è stato assegnato un nuovo incarico, quello di segretario del Consiglio di sicurezza russo. Quanto al capo di Vadim Shamarin, Valery Gerasimov, per ora rimane capo dello Stato maggiore delle forze armate russe. Ma gli arresti di alto profilo nel ministero e nello stato maggiore si riflettono negativamente sulla leadership militare che ha diretto la guerra della Russia in Ucraina.

VLADIMIR PUTIN ANDREI BELOUSOV VLADIMIR PUTIN ANDREI BELOUSOV

 

C'è un'enorme ironia in tutto questo. Ricordate Yevgeny Prigozhin? Un anno fa il leader del gruppo di mercenari Wagner aveva criticato pubblicamente i capi militari. Aveva accusato gli alti gradi di incompetenza e corruzione e li aveva incolpati dei fallimenti sul campo di battaglia in Ucraina. Prigozhin aveva concentrato la sua ira in particolare su Sergei Shoigu e Valery Gerasimov. Ha chiesto la loro sostituzione.

 

valery gerasimov sergei shoigu valery gerasimov sergei shoigu

Il battibecco è andato fuori controllo ed è sfociato in un ammutinamento durato 24 ore. I combattenti Wagner hanno preso il controllo di installazioni militari chiave nella Russia meridionale e hanno iniziato a marciare verso Mosca. Fu una sfida senza precedenti all'autorità del Cremlino. Ma il suo obiettivo principale era quello di spazzare via i vertici militari del Paese.

 

Il tentativo è fallito. Il Presidente Putin si è schierato con i suoi capi militari. Prigozhin ha perso la sua battaglia di potere con Shoigu e il generale Gerasimov. E, poco dopo, perse la vita in un incidente aereo.

il generale russo Vadim Shamarin il generale russo Vadim Shamarin

 

Ma, a distanza di un anno, è iniziata un'epurazione dell'esercito sostenuta dal Cremlino.

E questo ci dice qualcosa su Vladimir Putin. Il presidente russo non ama agire sotto pressione.

 

Se gli si ordina di licenziare un ministro o un generale dell'esercito, è improbabile che accetti seduta stante. Non vuole che gli si dica cosa fare. Questo non significa che Putin non agirà. In un momento a sua scelta. Ciò che non è chiaro è fino a che punto si spingerà l'epurazione dell'esercito russo; quante altre figure di alto livello finiranno dietro le sbarre.

 

sergei shoigu e vladimir putin giocano a hockey sergei shoigu e vladimir putin giocano a hockey

2. RUSSIA, PURGA SENZA PRECEDENTI ALLA DIFESA: DUE NUOVI ARRESTI, TRA CUI IL VICE DI GERASIMOV

Estratto dell’articolo di Rosalba Castelletti per www.repubblica.it

 

Una purga senza precedenti sta scuotendo il ministero della Difesa russo arrivando anche a sfiorare il capo di Stato maggiore e comandante dell’Operazione militare speciale in Ucraina Valerij Gerasimov.

 

Le autorità giudiziarie russe hanno arrestato il suo vice, il maggiore Vadim Shamarin, che è anche responsabile dei “Voyska Svjazi”, il corpo responsabile delle comunicazioni militari, e il capo del dipartimento degli appalti Vladimir Verteletskij.

 

[...]

 

Andrei Belousov Andrei Belousov

Con Shamarin e Verteletskij salgono a cinque gli alti funzionario della Difesa arrestati dalla fine di aprile, quattro da quando la scorsa settimana il ministro della Difesa Sergej Shojgu è stato sostituito dall’economista Andrej Belousov nel rimpasto di governo seguito all’inaugurazione del quinto mandato di Vladimir Putin al Cremlino.

 

Il messaggio è chiaro: [...]la diffusa corruzione nel settore della Difesa russo deve lasciare il posto all’“ottimizzazione” della spesa e all’innovazione tecnologica e, di conseguenza, i generali corrotti ai tecnocrati.

 

IVAN POPOV IVAN POPOV

Il vice ministro della Difesa Timur Ivanov era stato arrestato il 23 aprile e mostrato platealmente in divisa nella gabbia degli imputati. [...] Due giorni dopo lo spostamento di Shojgu dalla Difesa alla direzione del Consiglio di sicurezza, è stato arrestato il direttore del personale del ministero della Difesa, il tenente generale Jurij Kuznetsov e, due giorni fa, il maggiore generale Ivan Popov, ex comandante della 58esima armata che combatte in Ucraina, nome di battaglia “Spartacus”.

 

[...] Lunedì Putin ha licenziato Jurij Sadovenko, altro viceministro, e rimpiazzato dal revisore della Corte dei Conti Oleg Saveliov, ex assistente di Belousov. E mercoledì Rossijana Markovskaja, ex portavoce di Shojgu, ha detto che avrebbe lasciato la Difesa per un nuovo lavoro.

 

EIACULAZIONE PRIGOZHIN - MEME BY EMILIANO CARLI EIACULAZIONE PRIGOZHIN - MEME BY EMILIANO CARLI

Il Cremlino ha negato che sia in corso una purga. “La lotta alla corruzione è un lavoro continuo, non è una campagna”, ha commentato il portavoce Dmitrij Peskov. “Fa parte integrante delle attività delle nostre forze dell’ordine”.

 

Parole che però non hanno placato le proteste dei cosiddetti “voenkor”, crasi di voennyj korrespondent, o “blogger Z”, come vengono chiamati gli inviati di guerra o esperti militari che scrivono regolarmente su Telegram. […] In tanti stanno protestando per l’arresto per “frode su vasta scala” di Popov che ora rischia fino a 10 anni di carcere. Il generale “Spartacus” era già stato licenziato e – stando al canale Telegram Rybar - “mandato in esilio in Siria” il luglio scorso, a meno di un mese dalla fallita rivolta di Evgenij Prigozhin.

 

IVAN POPOV IVAN POPOV

Come il defunto capo della compagnia di mercenari Wagner, anche Popov aveva denunciato che i suoi superiori ignoravano le sue richieste di rotazione delle truppe e di invio di munizioni causando così un numero di morti eccessive al fronte. Le sue forze combattevano nella regione di Zaporizhzhia, Sud dell’Ucraina, e si erano guadagnate la stima dei “voenkor”.

 

“Da parte mia, vorrei ricordare che il maggiore generale Ivan Popov è uno degli ufficiali più rispettati dell’esercito. È uno di quelli che, alla testa dei suoi subordinati, hanno fermato la controffensiva nemica in direzione di Zaporizhzhia nel giugno 2023”, ha scritto il canale Telegram Grey Zone, vicino agli ex mercenari Wagner.

 

Vladimir Putin sergei surovikin Vladimir Putin sergei surovikin

[…] Anche i genitori di Popov sono convinti che l’arresto non sia che una vendetta postuma del Cremlino. Poco importa che “Spartacus” sia accusato di aver sottratto quasi 100 milioni di rubli, oltre un milione di euro, che sarebbero stati destinati all’acquisto di strutture metalliche da utilizzare nelle linee di difesa russe.

 

[…] L’arresto di Shamarin adesso aumenta i dubbi sul futuro di Gerasimov. Già dopo il rimpasto di governo, nonostante la sua riconferma, molti analisti si erano chiesti quanto sarebbe durato. Anche perché un nuovo ministro di solito porta con sé il suo capo di Stato maggiore.

 

sergei surovikin sergei surovikin

E un’eventuale rimozione di Gerasimov, ha commentato l’esperto britannico Mark Galeotti, potrebbe essere una brutta notizia per l’Ucraina, “perché dietro le quinte ci sono una serie di potenziali candidati che probabilmente farebbero un lavoro migliore, come il colonnello generale Mikhail Teplinskij, comandante delle forze aviotrasportate, o anche lo stesso ‘generale Armageddon’, Sergej Surovikin, caduto in disgrazia a causa del suo implicito sostegno all’ammutinamento dello scorso anno di Evgenij Prigozhin e dei suoi mercenari Wagner”. [...]

militari schierati per il funerale di prigozhin militari schierati per il funerale di prigozhin ULTIMO VIDEO DI PRIGOZHIN - 1 ULTIMO VIDEO DI PRIGOZHIN - 1 yevgeny prigozhin 2 yevgeny prigozhin 2 funerali prigozhin 6 funerali prigozhin 6 funerali prigozhin 3 funerali prigozhin 3 schianto aereo sul quale viaggiava prigozhin 7 schianto aereo sul quale viaggiava prigozhin 7 schianto aereo sul quale viaggiava prigozhin 5 schianto aereo sul quale viaggiava prigozhin 5 Evgeni Prigozhin Evgeni Prigozhin militari russi rimuovono i resti dell aereo di prigozhin 4 militari russi rimuovono i resti dell aereo di prigozhin 4

timur ivanov con la moglie svetlana timur ivanov con la moglie svetlana

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE

DAGOREPORT – DOPO LE EUROPEE, NULLA SARÀ COME PRIMA! LA LEGA VANNACCIZZATA FA PARTIRE IL PROCESSO A SALVINI: GOVERNATORI E CAPIGRUPPO ESCONO ALLO SCOPERTO E CHIEDONO LA DATA DEL CONGRESSO – CARFAGNA E GELMINI VOGLIONO TORNARE ALL’OVILE DI FORZA ITALIA MA TAJANI DICE NO – CALENDA VORREBBE TORNARE NEL CAMPO LARGO, MA ORMAI SI È BRUCIATO (COME RENZI) – A ELLY NON VA GIÙ RUTELLI: MA LA VITTORIA DEL PD È MERITO DEI RIFORMISTI DECARO,BONACCINI, GORI, RICCI, CHE ORA CONTERANNO DI PIÙ – CONTE NON SI DIMETTE MA PATUANELLI VUOLE ACCOMPAGNARLO ALL’USCITA

VOTI A PERDERE - NELL’ITALIA DEI SONDAGGI TAROCCHI ANCHE I VOTI (REALI) SI PESANO E NON SI CONTANO - ALLE EUROPEE LA MELONI HA PERSO 700 MILA ELETTORI (-10%) RISPETTO ALLE POLITICHE 2022 – LA SCHLEIN (PD) NE HA GUADAGNATI 160 MILA RIDUCENDO LA DISTANZA TRA I DUE PARTITI AL 5% (CIRCA UN MILIONE DI CONSENSI) -  E’ LA LEGGE DELL’ASTENSIONISMO: GIU’ I VOTANTI E SU LE PERCENTUALI (EFFIMERE) – ALTRO CHE “SVOLTA A DESTRA” O LEADERSHIP RAFFORZATA DELLA DUCETTA DELLA GARBATELLA…

DAGOREPORT - NON HA VINTO FRATELLI D’ITALIA, HA STRAVINTO LA MELONA. LA CAMPAGNA ELETTORALE L’HA FATTA SOLO LEI, COL SUO PIGLIO COATTO E COL SUO MODO KITSCH DI APPARIRE TRA BANCHI DI CILIEGIE E CORRENDO CON I BERSAGLIERI. UNA NARRAZIONE RINFORZATA DALLO SVENTOLIO DEL TRICOLORE NEL MONDO: AHO', CON GIORGIA LA ''NAZIONE'' (NON IL PAESE) CONTA - CHI DICE CHE ELLY SCHLEIN HA VINTO, SPARA UNA CAZZATA. GLI ELETTI DEM SONO IN GRAN PARTE RIFORMISTI, LONTANI DALLE SUPERCAZZOLE DELLA MULTIGENDER CON TRE PASSAPORTI - SEPPELLITO RDC, A BAGNOMARIA IL SUPERBONUS, IL PAVONE CONTE E' STATO SPENNATO. I GRILLINI NON SI IDENTIFICANO NEI CONTIANI IN SALSA CASALINO E/O IN MODALITÀ TRAVAGLIO - LA SORPRESA AVS NON VA ACCREDITATA UNICAMENTE ALLA SALIS: IL BUM È AVVENUTO GRAZIE A UNA TRASMIGRAZIONE DI VOTI DA ELETTORI 5STELLE CHE NON SE LA SENTIVANO DI VOTARE PD - SALVINI: L’UNICO FATTORE CHE PUÒ MANTENERE IN PIEDI LA SUA LEADERSHIP È L’AUTONOMIA - DA QUI AL 2027, LA DUCETTA AVRÀ TRE GATTE DA PELARE: PREMIERATO, AUTONOMIA E GIUSTIZIA. MA IL VERO ICEBERG DELLA NAVIGAZIONE DEL GOVERNO DUCIONI SARANNO L’ECONOMIA E IL PATTO DI STABILITÀ