“ELEONORA ERA UN BOSS, IL TERRORE DELLE ALTRE BAMBINE” – POLEMICHE SUL DOCUFILM CHE INTENDE CELEBRARE LA CARRIERA DI ELEONORA ABBAGNATO ATTRAVERSO IL RACCONTO DELLA SUA INSEGNANTE DI DANZA: "MANOVRAVA LE COMPAGNE, CONVINCEVA LE ALTRE AD ABBANDONARE IL CORSO DI DANZA" – LA STILETTATA DI SELVAGGIA LUCARELLI: “È SCONCERTANTE. SCOMODARE LA PAROLA ‘BOSS’ NON FA UN FAVORE ALLA ABBAGNATO, CHE SI È LAMENTATA SPESSO DEL FATTO CHE A PARIGI LE MADRI DI ALTRE RAGAZZINE LA CHIAMASSERO “PICCOLA MAFIOSA”…” - VIDEO

Condividi questo articolo


 

Estratto dell'articolo da www.repubblica.it

 

documentario eleonora abbagnato 2 documentario eleonora abbagnato 2

Lavoro, allenamento, perseveranza. Ma anche frasi che oggi possono suonare stonate e ricordare il calvario delle Farfalle della ginnastica ritmica. A raccontare la storia di Eleonora Abbagnato è il docufilm diretto da Irish Braschi, in onda su Rai3. Ecco i primi passi della stella, poi la scuola all’Opéra di Parigi e le prime difficoltà: “Le madri delle altre danzatrici mi chiamavano la petite mafieuse”.

 

selvaggia lucarelli selvaggia lucarelli

Oggi Abbagnato dirige il corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma. E si apre davanti alla cinepresa: “Mi comportavo un po' male con le altre”. La conferma arriva dalla testimonianza, diretta, della prima maestra di danza a Palermo: “Eleonora era il terrore delle altre bambine, perché lei doveva già essere la prima. La consideravano quasi una "boss", perché lei manovrava le compagne. Riusciva pure a convincerle a abbandonare il corso di danza”. Il racconto è accompagnato dal sorriso dell’insegnante della “straordinaria” Abbagnato.

documentario eleonora abbagnato 3 documentario eleonora abbagnato 3

 

Un mix che non è piaciuto alla giornalista Selvaggia Lucarelli. Ecco il video con l’estratto della maestra della Stella postate su Instagram: “Mi dispiace molto ascoltare queste parole della ex maestra di danza di Eleonora Abbagnato. Ascoltare frasi e espressioni come “manipolava”, “straordinaria”, “era il terrore delle altre bambine”, vederla sorridere mentre racconta come uccidesse i sogni delle altre piccole danzatrici dicendo loro che erano inadatte alla danza, è ripeto, sconcertante”.

documentario eleonora abbagnato 5 documentario eleonora abbagnato 5

 

“Gli adulti dovrebbero aiutare i bambini a riconoscere atteggiamenti vessatori  […] Questi comportamenti, uniti a pressioni psicologiche importanti e a sacrifici fisici, possono lasciare strascichi molto seri anche in età adulta. Inoltre, scomodare la parola “boss” non fa un favore neppure a Eleonora Abbagnato, che si è lamentata spesso del fatto che a Parigi le madri di altre ragazzine la chiamassero “piccola mafiosa” […]  “Non so come si sia comportata questa maestra ai tempi, so solo che questa è stata un’occasione persa per celebrare una stella della danza senza finire per minimizzare quelle angherie […]”.

documentario eleonora abbagnato 4 documentario eleonora abbagnato 4 eleonora abbagnato eleonora abbagnato eleonora abbagnato eleonora abbagnato eleonora abbagnato foto di bacco eleonora abbagnato foto di bacco documentario eleonora abbagnato 6 documentario eleonora abbagnato 6 eleonora abbagnato eleonora abbagnato eleonora abbagnato eleonora abbagnato eleonora abbagnato premiata eleonora abbagnato premiata eleonora abbagnato foto di bacco eleonora abbagnato foto di bacco eleonora abbagnato foto di bacco eleonora abbagnato foto di bacco documentario eleonora abbagnato 1 documentario eleonora abbagnato 1

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - TRUCIDONI SPAPPOLATI DALL’IGNORANZA, COATTONI CON LIBIDO MONNEZZARA, PIT-BULLI DI BORGATA ALLA RICERCA DELLA "BANDA DEL TRUCIDO", TRATTENETE LA CLAVA. GOVERNATE LO SHOCK. SIETE TUTTE PERSONE NORMALI, GIA' PRONTI PER LA SANTA SEDE E PALAZZO CHIGI - PARE INCREDIBILE, MA I VOSTRI CANONI DI STILE, PARAMETRI DEL GUSTO, GIÀ INFERIORI A QUELLI DEL BABBUINO, SONO STATI SUPERATI DA PAPA BERGOGLIO E "MELONI, DETTA GIORGIA" - E' COSI': TIRARE FUORI IL PROPRIO TRATTO COATTO, IMPORCHETTATO DAL SARCASMO FEROCE E DALLO SBERLEFFO ATROCE, È L'ULTIMA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE POLITICA PER ABBINDOLARE LA PANCIA DEL PAESE. QUELLA MAGGIORANZA ALL’INCONTRARIO CARA A VANNACCI CHE DETESTA IL FIGHETTISMO DEL RADICAL-SCICCHISMO CHE LA REGINA DI COATTONIA LIQUIDA CON UN POETICO: "PIACERE. QUELLA STRONZA DELLA MELONI. COME STA?"

DAGOREPORT – DR. GIORGIA E MRS. MELONI: LA DUCETTA CAMALEONTE SI SDOPPIA TRA ITALIA E UE! IN CASA PARTE DI CAPOCCIA CON DE LUCA, IN EUROPA FA IL GIOCO DELLE TRE CARTE PER SPUNTARE UN COMMISSARIO DECENTE PER L’ITALIA. E DOPO LE EUROPEE LA PERSONALITÀ DI “QUELLA STRONZA” (AUTO-CIT.) SUBIRÀ UNA NUOVA SCISSIONE: SCHIERATA ALL’OPPOSIZIONE COME LEADER DI ECR, ALLEATA “AFFIDABILE” PER SOSTENERE URSULA – TAJANI PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE? È UNA PROVOCAZIONE DEI TEDESCHI PER METTERE ALL’ANGOLO LA DUCETTA – LE TRAME DI MACRON E SCHOLZ: MAI CON I CONSERVATORI…

LA SCENEGGIATA NAPOLETANA DELLA MELONI! – IL VIDEO DELLA DUCETTA CHE IMBRUTTISCE VINCENZO DE LUCA (“SONO QUELLA STRONZA DELLA MELONI”) SOMIGLIA TANTO A UNA SCENEGGIATA PREPARATA A TAVOLINO: IL CAPO UFFICIO STAMPA DI PALAZZO CHIGI, FABRIZIO ALFANO, ERA POSIZIONATO COL CELLULARE PRONTO A FILMARE LA SCENA, CHE POI È STATA AMPLIFICATA DAI CANALI SOCIAL VICINI ALLA PREMIER - COME MAI DE LUCA NON HA RISPOSTO A TONO? PER LO “SCERIFFO” LA VENDETTA È UN PIATTO CHE VA SERVITO FREDDO. OCCHIO QUINDI ALLE PROSSIME DIRETTE SOCIAL... - VIDEO

FLASH! – INDOMABILE URSULA: SPOSATA DAL 1986 CON IL MEDICO HEIKO VON DER LEYEN, FRA IL 1988 E IL 1999 HANNO SFORNATO SETTE FIGLI (TRA CUI DUE GEMELLE), PRIMA PRESIDENTE DONNA DELLA COMMISSIONE EUROPEA, A 66 ANNI LA COCCA PREFERITA DI ANGELA MERKEL È STATA INCORONATA DA FORBES LA DONNA PIÙ POTENTE DEL MONDO. BENE, A BRUXELLES SI MORMORA CHE IL FASCINO BIONDO E GELIDO DI URSULA AVREBBE INCANTATO IL 53ENNE EURODEPUTATO TEDESCO DAVID MCALLISTER, SUO COMPAGNO DI PARTITO (CDU) E PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE AFFARI ESTERI DEL PARLAMENTO EUROPEO…

PAPA FRANCESCO NON È OMOFOBO, AL MASSIMO SOLO INGENUO: IL DISCORSO DELLA “FROCIAGGINE” SUI SEMINARI È STATO PRONUNCIATO IN UN INCONTRO A PORTE CHIUSE DAVANTI A PIÙ DI 200 VESCOVI, CHE NON VEDEVANO L’ORA DI SPUTTANARE IL “PROGRESSISTA” BERGOGLIO. È IL SEGNO CHE ANCHE IN VATICANO S'E' FRANTUMATO IL RISPETTO PER L'AUTORITA': I PRIMI DI CUI IL PONTEFICE NON PUÒ FIDARSI SONO LE “SUE” ECCELLENZE - ATTENZIONE A NON CEDERE AL "WOKISMO": BISOGNA SGANCIARE LINGUAGGIO E INTENZIONI...