“GILETTI, LEI STA AIUTANDO LE COSCHE” - SCONTRO AD ALTA TENSIONE A “NON È L’ARENA” TRA GAETANO PEDULLÀ E MASSIMO GILETTI SUL CASO BONAFEDE-NINO DI MATTEO: “LA LOTTA ALLA MAFIA NON LA SI FA COME LA FA LEI, CREANDO UNA DIVISIONE TRA LE ISTITUZIONI” - IL CONDUTTORE S’AVVICINA A BRUTTO MUSO: “QUESTO A ME NON LO DICE!” - IL BOTTA E RISPOSTA CON SANDRA AMURRI SU DAVIGO E IL VOTO AL CSM - IL VIDEO INTEGRALE

Condividi questo articolo

 

 

 

MASSIMO GILETTI CONTRO GAETANO PEDULLÀ A NON È L'ARENA: "A ME CHE AIUTO LA MAFIA NON LO DICE". TESTA A TESTA, DITO AL PETTO: GELO IN DIRETTA

scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 5 scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 5

Da www.liberoquotidiano.it

 

"Che aiuto le cosche a me non lo dice!". Massimo Giletti brutalizza Gaetano Pedullà a Non è l'Arena. "La decisione di Nino Di Matteo di mandare in pensione Davigo è una cosa su cui dovreste indagare", incalza il direttore de La Notizia, storico difensore del ministro della Giustizia grillino Alfonso Bonafede nella querelle sulla mancata nomina di Di Matteo al Dap, un caso scoperchiato proprio da Giletti.

 

scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 6 scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 6

"Scusi ma stiamo parlando di mafia o di Davigo?", domanda stupefatto Giletti. "Lei sta facendo un favore alla mafia - accusa Pedullà -. Io ho giurato di essere un giornalista controcorrente davanti alla macchina fumante di Falcone". Giletti, sotto scorta per le minacce ricevute da Cosa Nostra, allarga le braccia: "Ancora una volta tiriamo in ballo Falcone?". "La lotta alla mafia non la si fa come la fa lei, lei aiuta le cosche". Giletti si avvicina, gli punta il dito al petto: "Lei a me che aiuta le cosche non lo dice". Pedullà si alza, la situazione sfugge di mano: "Ma se aveva Buzzi in studio la scorsa settimana". Il padrone di casa è sempre più sconcertato: "Vabbè, si sieda...". E si va avanti, a fatica.

scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 7 scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 7

 

SANDRA AMURRI CONTRO GAETANO PEDULLÀ, RISSA IN DIRETTA A NON È L'ARENA: "NON SI DEVE PERMETTERE. COSA RIDE? IGNOBILE"

 Da www.liberoquotidiano.it

 

Alta tensione a Non è l'Arena, con un duro scontro tra la giornalista Sandra Amurri e Gaetano Pedullà, direttore de La Notizia, il quotidiano più filo-grillino d'Italia. Si parla di giustizia, tra la mancata nomina del pm Nino Di Matteo al Dap, decisa dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede del M5s, e il "no" dello stesso Di Matteo alla nomina di Piercamillo Davigo al Csm.

scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 4 scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 4

 

Il confronto travalica a livello personale: "Sappia che non si deve permettere di interrompermi", "E lei per educazione non deve dire fesserie", "Lei deve farmi parlare. Punto. E ora le illustro le nozioni di cui lei manca". Sono 4 minuti di fuoco: "Prima di dire io stavo lì, davanti l'auto fumante di Falcone, abbia la onestà intellettuale... - accusa la Amurri -, è ignobile".

 

sandra amurri e gaetano pedulla 5 sandra amurri e gaetano pedulla 5 scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 9 scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 9 scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 3 scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 3 sandra amurri e gaetano pedulla sandra amurri e gaetano pedulla scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 8 scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla 8 gaetano pedulla gaetano pedulla gaetano pedulla gaetano pedulla sandra amurri e gaetano pedulla 3 sandra amurri e gaetano pedulla 3 sandra amurri e gaetano pedulla 4 sandra amurri e gaetano pedulla 4 sandra amurri e gaetano pedulla sandra amurri e gaetano pedulla scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla scontro tra massimo giletti e gaetano pedulla

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

“SERVE IL LOCKDOWN A MILANO, GENOVA, TORINO E NAPOLI” - WALTER RICCIARDI: “LA SEMPLICE RACCOMANDAZIONE A NON MUOVERSI DI CASA RIDUCE DEL 3% L'INCIDENZA DEI CONTAGI, IL LOCKDOWN DEL 25%. SE A QUESTO ACCOPPIAMO LO SMART WORKING, CHE VALE UN ALTRO 13% E IL 15% DETERMINATO DALLA CHIUSURA DELLE SCUOLE SI ARRIVA A QUEL 60% CHE SERVE PER RAFFREDDARE L'EPIDEMIA - IL RINVIO DI RICOVERI E INTERVENTI STA FACENDO AUMENTARE DEL 10 PER CENTO LA MORTALITÀ PER MALATTIE ONCOLOGICHE E CARDIOVASCOLARI”

salute