“LE LACRIME DI TATEO? UNA MESSA IN SCENA. SAPEVA DEL DISAGIO DI MIA SORELLA” – EMANUELA PEDRI, LA SORELLA DI SARA, LA GINECOLOGA 32ENNE SCOMPARSA IN VAL DI NON DOPO “MESI DA INCUBO” ALL’OSPEDALE SANTA CHIARA DI TRENTO, COMMENTA LA COMMOZIONE DI SAVERIO TATEO: L’ALLORA PRIMARIO DI GINECOLOGIA, CHE DEVE RISPONDERE DI MALTRATTAMENTI E ABUSI DI MEZZI DI CORREZIONE, HA DETTO AI GIUDICI DI AVER PROPOSTO IL SUO AIUTO A SARA. LA RISPOSTA DELLA SORELLA: “LACRIME FINTE...”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Silvia M. C. Senette per www.corriere.it

 

sara pedri scomparsa sara pedri scomparsa

«Tateo sapeva benissimo del disagio di mia sorella. La telefonata in cui Sara, in malattia per stress da lavoro, chiedeva del suo futuro è stata la sua condanna». Emanuela Pedri è la sorella di Sara, la ginecologa 32enne di Forlì scomparsa in Val di Non il 4 marzo 2021 dopo «mesi di incubo» per i quali l’allora primario di Ginecologia all’Ospedale Santa Chiara di Trento deve rispondere di maltrattamenti e abusi di mezzi di correzione. Venerdì, nell’udienza a porte chiuse, Saverio Tateo si è commosso: «Non sapevo del suo disagio — ha dichiarato —. Mi disse che non si trovava bene e le risposi di farsi forza, che avremmo potuto aiutarla, trasferirla». Una versione a cui Emanuela Pedri non crede.

sara pedri 3 sara pedri 3

 

«Lacrime finte, dichiarazioni studiate a tavolino con i due legali. Nelle parole di Tateo vedo delirio di onnipotenza: conosceva benissimo il disagio di mia sorella».

 

Perché ne è certa?

«Sara ci chiamava tre volte al giorno, raccontava tutto. Incontrandola in corridoio, ormai piegata dai soprusi, le disse: “Se non ti riprendi non mi servi a nulla”. Da medico capiva cosa stava accadendo. Sara era genuina, autentica, quindi più esposta e attaccabile da parte di persone dispotiche con il potere di farlo. E non era la prima a crollare nel reparto».

sara pedri 2 sara pedri 2

 

Parla delle 21 donne che si sono costituite parte offesa?

«Ventuno che si espongono in un solo reparto sono tantissime, ma ci sono un centinaio di testimonianze. Mia sorella si è spenta in tre mesi nell’omertà generale. Non poteva essere salvata da nessuno lì dentro, dove era tutto normale, una gara alla sopravvivenza tra donne che vivevano lo stesso calvario di Sara. Nell’incubo impari a starci: è la tristezza più grande».

 

[…]

In famiglia cosa avevate colto?

il primario saverio tateo 2 il primario saverio tateo 2

«Per noi era folle. Non puoi pensare che tua figlia o tua sorella sia in pericolo in un luogo professionale, medico tra i medici, ed esca morta da un reparto di in cui nasce la vita. L’abbiamo costretta a tornare a casa. Sara non voleva, si vergognava di farsi vedere così, ma la diagnosi era chiara: stress da lavoro. Poi si è accorta di non essere nei turni delle settimane successive: temendo di essere licenziata, ha chiamato Tateo. Ho assistito alla telefonata: la sentivo sussurrare, fragile. È stata la sua condanna. Si incolpava per quello che subiva: “Hanno ragione, non so fare niente, non sono adeguata”».

sara pedri 1 sara pedri 1 il primario saverio tateo 1 il primario saverio tateo 1 sara pedri 6 sara pedri 6 sara pedri 4 sara pedri 4 sara pedri 2 sara pedri 2 liliana mereu col primario saverio tateo liliana mereu col primario saverio tateo

[…]

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - NON HA VINTO FRATELLI D’ITALIA, HA STRAVINTO LA MELONA. LA CAMPAGNA ELETTORALE L’HA FATTA SOLO LEI, COL SUO PIGLIO COATTO E COL SUO MODO KITSCH DI APPARIRE TRA BANCHI DI CILIEGIE E CORRENDO CON I BERSAGLIERI. UNA NARRAZIONE RINFORZATA DALLO SVENTOLIO DEL TRICOLORE NEL MONDO: AHO', CON GIORGIA LA ''NAZIONE'' (NON IL PAESE) CONTA - CHI DICE CHE ELLY SCHLEIN HA VINTO, SPARA UNA CAZZATA. GLI ELETTI DEM SONO IN GRAN PARTE RIFORMISTI, LONTANI DALLE SUPERCAZZOLE DELLA MULTIGENDER CON TRE PASSAPORTI - SEPPELLITO RDC, A BAGNOMARIA IL SUPERBONUS, IL PAVONE CONTE E' STATO SPENNATO. I GRILLINI NON SI IDENTIFICANO NEI CONTIANI IN SALSA CASALINO E/O IN MODALITÀ TRAVAGLIO - LA SORPRESA AVS NON VA ACCREDITATA UNICAMENTE ALLA SALIS: IL BUM È AVVENUTO GRAZIE A UNA TRASMIGRAZIONE DI VOTI DA ELETTORI 5STELLE CHE NON SE LA SENTIVANO DI VOTARE PD - SALVINI: L’UNICO FATTORE CHE PUÒ MANTENERE IN PIEDI LA SUA LEADERSHIP È L’AUTONOMIA - DA QUI AL 2027, LA DUCETTA AVRÀ TRE GATTE DA PELARE: PREMIERATO, AUTONOMIA E GIUSTIZIA. MA IL VERO ICEBERG DELLA NAVIGAZIONE DEL GOVERNO DUCIONI SARANNO L’ECONOMIA E IL PATTO DI STABILITÀ

LA MELONI È PRONTA A SOSTENERE URSULA AL CONSIGLIO EUROPEO E PROVA A CONVINCERE ORBAN A FARE LO STESSO: È LA SUA MIGLIORE CHANCE PER CONTARE QUALCOSA – DOPO LE EUROPEE, AL G7 LA SORA GIORGIA SARÀ MESSA ALL’ANGOLO DAGLI AVVELENATI MACRON E SCHOLZ, CHE FORZERANNO SULL’USO DEGLI ASSET RUSSI PER L’UCRAINA – SOCIALISTI MALE MA NON MALISSIMO – IL CROLLO DI SCHOLZ CAUSATO DALL’ECONOMIA TEDESCA E LA STRATEGIA KAMIKAZE DI MACRON CHE HA DECISO DI PORTARE LA FRANCIA AL VOTO ANTICIPATO PER...

FLASH – COME HA PRESO GIAMPAOLO ROSSI LE DICHIARAZIONI PUBBLICHE DI ROBERTO SERGIO, CHE HA RIVELATO L’ESISTENZA DI UN “PATTO” PER DIVENTARE DIRETTORE GENERALE? MALISSIMO! L’AD IN PECTORE, IN QUOTA COLLE OPPIO, È INFURIATO PER LO STRAPPO POCO ISTITUZIONALE. MA IN RAI SONO TUTTI STRANITI PER LA SPARATA, DIRIGENTI, DIRETTORI E MEMBRI DEL CDA, A PARTIRE DALLA PRESIDENTE MARINELLA SOLDI. E AL MEF NON HANNO PRESO AFFATTO BENE IL FATTO CHE SERGIO SI SIA SOSTITUITO A LORO NEL CAMPO DELLE NOMINE – SECONDO PUNTO: QUANDO SERGIO DICE CHE SERENA BORTONE ANDAVA LICENZIATA, PERCHÉ NON L’HA FATTO? EPPURE DA AD, AVEVA L’AUTORITÀ E IL POTERE SUFFICIENTE PER MANDARE A CASA LA CONDUTTRICE “ANTIFASCISTA”

“QUELLA E' LA TU REGAZZA, O TE C'HANNO VOMMITATO ACCANTO?” – “TE RETTIFICO LA VENA CACATORIA'' - ''SI' TE 'O METTO 'N SPALLA, ALTRO CHE VIA CRUCIS’’ - ‘’ERA COSI' ARRAPATA CHE JO' DOVUTO STRIZZA' LE MUTANDINE – ‘’C'HAI DU' CORNA CHE SE VAI A VEDE 'NA PARTITA DE RAGBI TE FANNO META SUR CRANIO’’ – ‘’OGNI BUCO E' BONO; PURE QUELLO D'OZONO’’ - DAGOSPIA PRESENTA LO ZINGARELLI DELLA COATTERIA ROMANA - UN INDISPENSABILE MANUALE DI CONVERSAZIONE PER COLORO I QUALI DOVESSERO IMBATTERSI, INDIFESI, IN UN DIALOGO CON ''GIORGIA, LA REGINA DI COATTONIA'' – ULTIMA PARTE: APPREZZAMENTI A SFONDO SESSUALE... - VIDEO

‘’TE PIJO A PISELLATE SU'E GENGIVE’’ – ‘’M'HAI SCUCITO LA FODERA DER CAZZO’’ – ‘’TE STRAPPO LE BUDELLA E TE CE 'MPICCO’’ – ‘’’SÒNA 'N MEZZO ALLE COSCE DE TU' MOJE CHE CE STA PIU' TRAFFICO’’ – ‘’SI' TE SGRULLO TE FACCIO CASCA' TUTTI LI TATUAGGI’’ – “- A' COMETECHIAMI” - DAGOSPIA PRESENTA LO ZINGARELLI DELLA COATTERIA ROMANA - UN INDISPENSABILE MANUALE DI CONVERSAZIONE PER COLORO I QUALI DOVESSERO IMBATTERSI, INDIFESI, IN UN DIALOGO CON LA REGINA DI COATTONIA, ALIAS GIORGIA MELONI – SECONDA PARTE: MINACCE E INSULTI - VIDEO