“NON RIESCO A USCIRE DI CASA PERCHÉ RISCHIO LA VITA” – BUFERA SUL 14ENNE DI CASORIA, IN PROVINCIA DI NAPOLI, RIPRESO MENTRE DÀ UN CALCIO A UN GATTINO PER ATTIRARE L’ATTENZIONE SU TIKTOK: IL POVERO MICIO È MORTO E LUI, QUANDO IL VIDEO È DIVENTATO VIRALE, HA RINGRAZIATO L’ANIMALE PER “I NUOVI FOLLOWER” – LA STRONZATA HA SCATENATO UN’ONDATA DI INDIGNAZIONE, IL PROFILO E' STATO BANNATO E LUI ORA FRIGNA… -VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Da "www.ilmessaggero.it"

 

gatto preso a calci per video su tiktok 6 gatto preso a calci per video su tiktok 6

Non si spegne la polemica intorno al quattordicenne che a Casoria, in provincia di Napoli, ha scagliato un calcio a un gatto, provocandone la morte. Il giovane ripreso dagli amici e finito su Tik Tok, diventando presto virale, ha scatenato l'indignazione di molti. La vicenda è stata seguita da vicino dal giornalista e consigliere campano per Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

 

gatto preso a calci per video su tiktok gatto preso a calci per video su tiktok

Quest'ultimo, ieri, aveva postato oltre al video anche una serie di screen con le stories del giovane, che a proposito della vicenda, aveva commentato: «Devo ringraziare il gattino per tutti i follower che mi sta facendo arrivare».

 

gatto preso a calci per video su tiktok 10 gatto preso a calci per video su tiktok 10

Borrelli, dopo aver denunciato l'episodio, ha commentato: «Tanti insulti e minacce e nessun pentimento da parte dei protagonisti della vigliaccata sul gatto. Domani vedremo come reagiranno davanti alle forze dell'ordine». 

 

Il giovane, trascorsa qualche ora, è però tornato su suoi passi, creando un nuovo account Instagram. Proprio nella descrizione si legge: «L'altro profilo mi è stato bannato, ne ho dovuto creare uno nuovo per chiedere scusa in pubblico». A quanti affermano si tratti dell'ennesimo fake, a causa della foto profilo che lo ritrae in procinto di scagliare il calcio, risponde con una serie di stories: «Era l'unico modo per attirare la vostra attenzione. Non credetemi, ma sono davvero io. Non posso uscire nemmeno di casa perché rischio la vita»

gatto preso a calci per video su tiktok 2 gatto preso a calci per video su tiktok 2 gatto preso a calci per video su tiktok 9 gatto preso a calci per video su tiktok 9 gatto preso a calci per video su tiktok 4 gatto preso a calci per video su tiktok 4 gatto preso a calci per video su tiktok 8 gatto preso a calci per video su tiktok 8 gatto preso a calci per video su tiktok 3 gatto preso a calci per video su tiktok 3 gatto preso a calci per video su tiktok 5 gatto preso a calci per video su tiktok 5 gatto preso a calci per video su tiktok 1 gatto preso a calci per video su tiktok 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

COSA ACCADDE QUELLA NOTTE – IL JAZZISTA MARCELLO ROSA SUONAVA AL RUGANTINO QUEL 5 NOVEMBRE DEL 1958, LA NOTTE CHE NACQUE LA DOLCE VITA - “ANITA EKBERG INIZIO' A BALLARE DA SOLA A PIEDI NUDI. MI SI AVVICINÒ UNA BRUNETTA BONAZZA E MI DISSE IN ROMANESCO: “‘SLACCIAME 'A GUEPIERE E ‘A SOTTANA, MO’ JE FACCIO VEDÈ IO A QUELLA’’-  IN PIENO PAROSSISMO, URLAVA: “DATEMI IL TAPPETO DI ALLAH!”, VOLEVA DIRE DATEMI GIACCHE E CAPPOTTI. E PARTI' LO SPOGLIARELLO. ERA LA BALLERINA TURCA AICHÈ NANÀ - TUTTI I MUSICISTI FURONO CONDANNATI A TRE ANNI CON LA CONDIZIONALE. CON I LORO STRUMENTI ECCITAVANO LA TURCA..."

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute