“NON TOCCO CIBO PER 36 ORE” – RISHI SUNAK CHE HA RIVELATO DI SOTTOPORSI A UN DIGIUNO PROLUNGATO: NON MANGIA DALLE 5 DEL POMERIGGIO DELLA DOMENICA ALLE 5 DEL MATTINO DEL MARTEDÌ – IL LUNEDÌ SI REGGE IN PIEDI SOLO GRAZIE A TÈ E CAFFÈ E, COME SE NON BASTASSE, NEGLI ALTRI GIORNI NON TOCCA ALCOL E SEGUE UN REGIME VEGETARIANO – UNA VITA FATTA DI PENITENZE E RINUNCE CHE AGLI OCCHI DEGLI INGLESI LO COLLOCA NEL SETTORE DEI RICCHI CON MILLE FISIME E…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Luigi Ippolito per il “Corriere della Sera”

 

rishi sunak 4 rishi sunak 4

Un asceta indù a Downing Street? Non proprio, ma si è comunque scoperto che il primo ministro britannico Rishi Sunak pratica una forma di digiuno che si potrebbe considerare estrema: il capo del governo di Londra, infatti, si sottopone a una disciplina in base alla quale ogni settimana non tocca cibo per 36 ore, per la precisione dalle 5 del pomeriggio della domenica alle 5 del mattino del martedì. Questo vuol dire che per tutto il lunedì digiuna e va avanti solo a tè e caffè, nonostante quella sia spesso una giornata impegnativa fatta di riunioni e incontri ufficiali.

 

rishi sunak 3 rishi sunak 3

Sunak si sottopone a questo regime perché è un salutista e vuole tenersi in forma (lui è anche un appassionato di Peloton): si tratta di una forma radicale di quel digiuno intermittente che è considerato particolarmente benefico per l’organismo.

Ma forse c’entra anche il suo retaggio di fervente induista, che fa sì che il premier sia anche vegetariano e astemio: e si sa quanto il digiuno sia importante nella cultura indiana.

 

[…]

Fonti vicine al premier hanno sottolineato come questo regime alimentare sia una vera testimonianza del «focus e della determinazione che lui mostra in tutti gli aspetti della sua vita e del suo lavoro». Ma non si può fare a meno di avere l’impressione che queste rivelazioni possano rafforzare la percezione, nel pubblico generale, che Sunak sia un personaggio distaccato dal comune sentire, che vive in un pianeta suo fatto di ricchezza e strane abitudini.

rishi sunak 5 rishi sunak 5

 

[…] Sunak […] è praticamente dipendente dalla Coca-Cola, in particolare la versione messicana a base di zucchero di canna (cosa che gli ha procurato problemi ai denti) e lui stesso ha confessato che una delle ragioni per cui pratica il digiuno è che «così posso indulgere in tutte quelle delizie zuccherose che tanto mi piacciono per il resto della settimana». Almeno questo lo riavvicinerà alla gente normale.

rishi sunak 1 rishi sunak 1 JILL BIDEN E rishi sunak 2 JILL BIDEN E rishi sunak 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – BENVENUTI ALLA PROVA DEL “NOVE”! DOPO LA COSTOSA OPERAZIONE SUL ''BRAND AMADEUS'' (UN INVESTIMENTO DI 100 MILIONI DI DOLLARI IN 4 ANNI), A DISCOVERY NON VOGLIONO STRAFARE. E RESTERANNO FERMI, IN ATTESA DI VEDERE COSA SUCCEDERA' NELLA RAI DI ROSSI-MELONI - ''CORE BUSINESS' DEL CANALE NOVE: ASCOLTI E PUBBLICITÀ, QUINDI DENTRO LE SMORFIE E I BACETTI DI BARBARELLA D'URSO E FUORI L’INFORMAZIONE (L’IPOTESI MENTANA NON ESISTE) - LA RESPONSABILE DEI CONTENUTI DI DISCOVERY, LAURA CARAFOLI, PROVO' AD AGGANCIARE FIORELLO GIA' DOPO L'ULTIMO SANREMO, MA L'INCONTRO NON ANDO' A BUON FINE (TROPPE BIZZE DA ARTISTA LUNATICO). ED ALLORA È NATA L’IPOTESI AMADEUS, BRAVO ''ARTIGIANO" DI UNA TV INDUSTRIALE... 

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO