MA JAVIER BARDEM PENSA DI ESSERE RICHARD GERE? L’ATTORE INCALZA IL PREMIER SPAGNOLO SANCHEZ E GLI CHIEDE DI APRIRE I PORTI A "OPEN ARMS" – LA ONG SPAGNOLA HA SALVATO CON UNA SUA NAVE PIÙ DI 150 MIGRANTI, L’APPELLO DI BARDEM: IL NOSTRO PRESIDENTE GUIDI COME SPAGNA, PAESE DI ORIGINE DELLA 'OPEN ARMS', LA DISTRIBUZIONE DEI MIGRANTI A BORDO NEI DIVERSI PAESI DELL'UNIONE EUROPEA – VIDEO

-

Condividi questo articolo

Angelo Scarano per il Giornale

bardem bardem

 

Nel mondo del cinema diversi attori stanno cavalcando l'assalto delle ong alle coste italiane.

 

 

Il caso della Open Arms con a bordo di Richard Gere a fare la morale al governo gialloverde e al ministro Salvini ha fatto parecchio discutere. L'appello di Gere è stato poi seguito a ruota da Antonio Banderas. Stessa musica, stesse parole: l'Italia apra i porti. Ma tra gli attori che si impicciano degli affari di casa nostra e di quanto sta accadendo nel Mediterraneo, c'è una voce isolata: quella di Javier Bardem. L'attore infatti non va dietro a Banderas e Gere ma questa volta chiede al premier spagnolo, Pedro Sanchez di aprire i porti spagnoli alla Open Arms dato che l'ong che ha salvato con una sua nave più di 150 migranti è spagnola. Non un dettaglio.

 

open arms open arms

E così l'appello di Bardem è molto chiaro: "Faccio questo video - dice Bardem - per unirmi in maniera pubblica alla richiesta mossa da più parti al nostro presidente Pedro Sanchez che guidi come Spagna, paese di origine della Ong Open Arms, la distribuzione dei migranti a bordo nei diversi Paesi dell'Unione europea. Perché crediamo sia necessario che un Paese membro dell'Europa debba coordinare questo processo e riteniamo - ribadisce - che la Spagna sia la più adatta, perché è il Paese di origine della Ong".

bardem bardem

 

Insomma non c'è solo la strada dei porti aperti italiani, c'è anche quella, secondo Bardem (e anche secondo Salvini) che porta ad un assunzione di responsabilità da parte del Paese "di origine" dell'ong, in questo caso la Sapgna. Bardem infine ha voluto riconoscere i meriti umanitari di Open Arms sottolineando il lavoro che stanno svolgendo in mare:

 

sanchez sanchez

"Sta facendo un lavoro straordinario e necessario per la dignità umana e per salvare la vita di persone che scappano da situazioni che noi non possiamo neanche immaginare, con l'unico obiettivo di dare un futuro ai propri figli e alle proprie famiglie. A loro va tutto il mio appoggio". Intanto questa mattina due persone con problemi di salute sono state evacuate dalla Open Arms. Ma almeno 151 migranti restano a largo di Lampedusa, a poche miglia nautiche dalle acque territoriali italiane.

richard gere sulla open arms 7 richard gere sulla open arms 7 richard gere sulla open arms 9 richard gere sulla open arms 9

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

UNICREDIT, UNICAOS - TOH, VUOI VEDERE CHE PIERCARLETTO PADOAN, NON ANCORA PRESIDENTE IN CARICA DI UNICREDIT, RISCHIA UNA BRUTTA SCONFITTA? LA CANDIDATURA CHE STA PRENDENDO VELOCITÀ IN QUESTE ORE, PER OCCUPARE IL POSTO DEL DIMISSIONARIO MUSTIER, È QUELLA DI ANDREA ORCEL CHE È SUPPORTATA PRINCIPALMENTE DA DEL VECCHIO, CARIVERONA E CASSA RISPARMIO TORINO. SÌ, PROPRIO I TRE AZIONISTI DI UNICREDIT CHE SI SONO MESSI DI TRAVERSO ALLA FUSIONE CON MONTE DEI PASCHI DI SIENA, CHE E' IL MOTIVO PER CUI IL PD AVEVA SPEDITO A PIAZZA GAE AULENTI PADOAN…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

L’ITALIA ALLA GUERRA DEL VACCINO – LA TAKIS È SALITA ALL’ATTENZIONE DEI MEDIA PERCHÉ STA LAVORANDO ALLA REALIZZAZIONE DI UN VACCINO ANTICOVID DI TIPO GENETICO E CIOÈ QUELLO CHE È PIÙ PROIETTATO AL FUTURO E PIÙ PROMETTENTE DAL PUNTO DI VISTA DELL’OBIETTIVO DELLA MEDICINA PERSONALIZZATA. MA MENTRE PER LA ITALO-SVIZZERA REITHERA SI ORGANIZZA UNA CAMPAGNA MEDIATICA PAZZESCA E SI REGALANO TANTI MILIONI, PERCHÉ L’ITALIANISSIMA TAKIS NON VEDE IL BECCO DI UN QUATTRINO E RESTA NELL’ANONIMATO?