MANGIA E GODI CON CRISTIANA LAURO – MOLTI RISTORANTI HANNO RIAPERTO SOLO IN PARTE, IL PUNTO DELLA SITUAZIONE - TOKUYOSHI (1 STELLA MICHELIN) NEL SUO LOCALE A MILANO HA RIPOSIZIONATO OFFERTA E PREZZI. OGGI CON 40 € TROVATE UNA SORTA DI WINEBAR - DOMINIQUE ANTOGNONI SE LA PRENDE CON GLI ARCHITETTI. "SI PUÒ DIRE CHE ABBIANO ROVINATO LA RISTORAZIONE? SI CHE SI PUÒ. E GIÙ A COLPI DI KATANA "CONTRO RISTORANTI FREDDI, GLACIALI". IL SEGRETO DI UN RISTORANTE? "SONO LE VIBRAZIONI, NON I…"

-

Condividi questo articolo

https://www.dominiqueantognoni.it/2020/06/20/tokuyoshi-cambia-tutto/

 

 

https://www.dominiqueantognoni.it/2020/06/26/gli-architetti-hanno-distrutto-la-ristorazione/

 

 

Cristiana Lauro per Dagospia

 

 

tokuyoshi tokuyoshi

Molti ristoranti hanno riaperto in tutta Italia, ma le attività non sembrano riprendersi. Qualcuno non riaprirà più, a partire da qualche stellato Michelin.

 

Qualcun altro tira avanti e resiste, ma i conti non tornano e c’è chi ha riposizionato l’offerta e i prezzi, adattandosi a questo momento assurdo, come ad esempio Tokuyoshi (una stella Michelin), ex sous chef di Massimo Bottura che nel suo locale a Milano stava puntando alla seconda stella con  investimenti su cucina, ambiente e servizio, proprio quando il lockdown ha varcato l’uscio senza chiedere permesso.

 

TOKUYOSHI TOKUYOSHI

Oggi con 40 euro di scontrino medio trovate un locale diverso, una sorta di winebar con soli vini naturali e l’acqua ve la versate da soli. Ma lui è intelligente e sopravvive. Per ora va così, poche lagne!

 

 

 

Le disgrazie richiedono spirito di adattamento che può includere il riadeguamento delle attività - costi e obiettivi - insieme alla capacità di previsione degli eventi futuri. Le sfighe di queste proporzioni, quando si presentano, non lo fanno con una bottiglia di spumante in mano. Sbattono sul tavolo conto e conguaglio di tutti i piani e i ragionamenti un po’ approssimativi che avevamo fatto prima della pandemia. Compresi i veri e propri errori che avrebbero ostacolato comunque la redditività, indipendentemente dal Covid-19.

RISTORANTI RISTORANTI

 

 Troppi soci, troppi architetti di grido, chef che si credono imprenditori e viceversa. E poi tanti sommelier che invece di affascinare, convocare l’interesse del pubblico in sala, piazzano i vini delle aziende amiche raccontati in una lingua che capiscono solo loro. E il cliente chi è, il “figlio della schifosa”? Ma non dovrebbe esserci il suo benessere al centro della serata? E il fatto che i clienti facciano ritorno nel locale, non è forse lo scopo di quell’attività commerciale?

DOMINIQUE ANTOGNONI 2 DOMINIQUE ANTOGNONI 2

 

E’ sulla faccenda degli architetti che il critico editore Dominique Antognoni - il giacobino - tira giù qualche sassata delle sue con un editoriale che va giù piatto: “Si può dire che gli architetti abbiano rovinato la ristorazione? Si che si può”. E giù a colpi di Katana contro ristoranti freddi, glaciali, tutt’altro che accoglienti, dove le donne ridono poco e non con quella disinvoltura che in altri luoghi permette loro di trasmettere energie diverse e magari di infuocare gli occhi dei maschi. In ambienti del genere non si crea “l’atmosfera intima e intensa che porta alle good vibes...il segreto di un ristorante sono le vibrazioni, non i sette tipi di acidità di un piatto”. Parole di Antognoni!

Per quanto, leggendo l’editoriale del giacobino, ditemi voi se non è un’impresa dargli torto.

bar e ristoranti vuoti 3 bar e ristoranti vuoti 3 Dominique Antognoni Dominique Antognoni DOMINIQUE ANTOGNONI DOMINIQUE ANTOGNONI

 

cristiana lauro 3 cristiana lauro 3 cristiana lauro cristiana lauro

 

cristiana lauro cristiana lauro cristiana lauro 5 cristiana lauro 5 cristiana lauro 10 cristiana lauro 10 cristiana lauro cristiana lauro cristiana lauro 6 cristiana lauro 6

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

PER LA SERIE "AO', GUARDA CHE TOCCA FA' PE' CAMPA'", CHI È ALESSANDRA CANTINI, LA ‘SCRITTRICE’ LIVORNESE CHE IERI SI È BUTTATA ADDOSSO A CONTE CHIEDENDO UN SELFIE “HOT” - LA SVALVOLATA, FAMOSA PER AVER MOSTRATO LE CHIAPPE DA CHIAMBRETTI, PRECISA: "LE MUTANDE NON CE LE AVEVO, PERÒ L’HO PROVOCATO, VOLEVO DIRGLI CI LASCIA TUTTI SENZA NIENTE, FATE SCHIFO'' - SU INSTAGRAM RINCARA: ”PROF SI TENGA PURE LA MUSERUOLA, IO NON NE HO BISOGNO E A MENO DI UN METRO VI SBRANEREI GIÀ.PECCATO CHE NON HO TEMPO DI TOGLIERMI LE MUTANDE E FARE SCANDALO... " - VIDE+FOTO HOT DI UNA FROLLOCCONA CHE HA BUTTATO LA SUA VITA IN CACIARA

politica

business

BRAGANTINI REPLICA, DAGO RISPONDE – ‘’OBIETTO AL FATTO DI ESSER DIPINTO COME UOMO LEGATO AD UBI. HO DOVUTO PERFINO FAR CAUSA AD UBI. SEMMAI HO DEI LEGAMI PROFESSIONALI CON INTESA" – DAGO: ''A GIUDICARE DAL SUO ARTICOLO NON SI DIREBBE CHE LEI SI SIA LASCIATO IN MALO MODO CON UBI, ANZI SEMBRA CHE NE SUBISCA ANCORA IL RICHIAMO. EVIDENTEMENTE, NON HA MESSO UN SOLO MOTIVO FAVOREVOLE ALL’OPS DI INTESA SU UBI PROPRIO PERCHÉ HA DEI LEGAMI PROFESSIONALI ATTUALI, TRAMITE UNA SOCIETÀ DA LEI PRESIEDUTA, CON INTESA. ALTRIMENTI, QUALCHE MOTIVO FAVOREVOLE NON AVREBBE CERTO FATICATO A TROVARLO"

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELLE “STELLE CADENTI” - MAI TITOLO FU PIÙ AZZECCATO! ANNALISA CHIRICO PRESENTA IL SUO LIBRO ALLA CASINA VALADIER E CHI PARLA? MATTEO SALVINI! - IL 'CAPITONE' NON SA PIÙ CHE DIRE E LA BUTTA LÀ: “NON SONO DI DESTRA", POI DÀ DEL CRETINO A ZINGARETTI E RITRATTA SUBITO: “RITIRO L’AGGETTIVO” – "LA MELONI MANGIA CONSENSI? SE RIMANE NEL CENTRODESTRA VA BENE COSÌ” - LA CHIRICO INVECE BACIA E ABBRACCIA TUTTI: DAL PRESIDENTE DI HUAWEI ITALIA DE VECCHIS ALL’AMBASCIATORE DI ISRAELE DROR EYDAR E MALAGÒ...

viaggi

salute