IL MISTERO INFINITO DEL MOSTRO DI FIRENZE – ALLA PROCURA DI FIRENZE SEMBRA ESSERE SPARITO GRAN PARTE DEL MATERIALE SULLA CATENA DI DELITTI COMPIUTI TRA GLI ANNI ’60 E ’80. LO DENUNCIANO GLI AVVOCATI DEI FAMILIARI DELLE VITTIME, AI QUALI DA TEMPO VIENE IMPEDITO DI ACCEDERE AGLI ATTI – I LEGALI ANNUNCIANO UN ESPOSTO AL MINISTERO DI GIUSTIZIA E SONO PRONTI A CHIEDERE LA REVISIONE DELLE SENTENZE DI CONDANNA DEI “COMPAGNI DI MERENDE”

-

Condividi questo articolo


Andrea Galli per www.corriere.it

 

pietro pacciani pietro pacciani

I sopralluoghi sulla scena del crimine dei duplici omicidi. Le perizie sulle lettere di minacce ai magistrati. Un nastro riproducente una telefonata anonima. E ancora: scatti fotografici, verbali di testimoni, approfondimenti su proiettili, videocassette… Un ampio, variegato e dirimente materiale, relativo alla catena di morte del cosiddetto «mostro di Firenze», che sarebbe sparito.

 

Perché altrimenti non si spiega il motivo per cui, in Procura a Firenze, con duratura insistenza, con vere «azioni di blocco», con manovre di scaricabarile, viene impedito agli avvocati dei familiari delle vittime di accedere agli atti.

 

L’esposto

I DELITTI DEL MOSTRO DI FIRENZE I DELITTI DEL MOSTRO DI FIRENZE

Per cominciare, partirà un esposto diretto al ministero di Giustizia, come anticipa il legale Antonio Mazzeo. Il passo successivo sarà la richiesta di revisione delle sentenze di condanna, poiché, dice l’avvocato Valter Biscotti, «ho avuto incarico di procedere dal nipote di Mario Vanni», ovvero uno degli imputati e peraltro coniatore dell’espressione «compagni di merende» nel corso dei processi per le 14 vittime accertate tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli Ottanta.

 

In totale, il materiale mancante, o meglio non fornito dai magistrati, si articola in undici punti, compresi gli approfondimenti di indagine, successivi al giugno 1985, nei confronti di persone sospettate, nonché il fascicolo integrale della testimonianza di un’autostoppista.

 

La testimonianza

VITTIME DEL MOSTRO DI FIRENZE - OMICIDIO DEGLI SCOPETI VITTIME DEL MOSTRO DI FIRENZE - OMICIDIO DEGLI SCOPETI

Era diretta verso Borgo San Lorenzo e in seguito riferì che la persona che le aveva dato il passaggio le anticipò la notizia (a quell’epoca ignota) di una lettera contenente reperti organici del cadavere di Nadine Mauriot inviata al magistrato Silvia Della Monica. Come poteva sapere, quell’autostoppista considerato che nessun giornale – nessuno – aveva mai parlato di quella vicenda? Con chi aveva legami? Carnefici oppure inquirenti? Domande di un eterno mistero della storia d’Italia.

pietro pacciani circondato dai carabinieri pietro pacciani circondato dai carabinieri VITTIME DEL MOSTRO DI FIRENZE - OMICIDIO DEGLI SCOPETI - NADINE MAURIOT E JEAN MICHEL KRAVEICHVILI VITTIME DEL MOSTRO DI FIRENZE - OMICIDIO DEGLI SCOPETI - NADINE MAURIOT E JEAN MICHEL KRAVEICHVILI pietro pacciani pietro pacciani LA POLIZIA SU UNO DEI LUOGHI DEL DELITTO DEL MOSTRO DI FIRENZE LA POLIZIA SU UNO DEI LUOGHI DEL DELITTO DEL MOSTRO DI FIRENZE

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

A LUME DI CANDELA - GIORGIA MELONI HA CHIESTO A FUORTES DI RIEQUILIBRARE LA RAI E NUOVI INNESTI: PER IL RUOLO DI DIRETTORE GENERALE CIRCOLA IL NOME DI ROBERTO SERGIO - ARRIVA LA SERIE TV CON LA FAMIGLIA CARRISI - ILARIA D'AMICO HA CONTRATTO BIENNALE BLINDATO CON LA RAI - MORGAN E ASIA ARGENTO INSIEME IN TV - PAURA A MATTINO 5: INCENDIO DIETRO LE QUINTE - TOMMASO ZORZI NON HA PIU’ IL TOCCO MAGICO: FA FLOP SU DISCOVERY CON DUE PROGRAMMI CANCELLATI E UN ALTRO A RISCHIO - SONIA GREY SI INTERROGA SU INSTAGRAM: DAL SEXTING ALLE DIMENSIONI DEL PENE - CONTINUA A SLITTARE IL PROGRAMMA “NON SONO UNA SIGNORA”, IL DRAG SHOW CONDOTTO DA ALBA PARIETTI DESTINATO AL PRIME TIME DI RAI2. PERCHE'?  

politica

I SINISTRATI SONO SEMPRE I PRIMI AD APPROFITTARE DEI PRIVILEGI – ALEXANDRIA OCASIO-CORTEZ, STELLINA “RADICAL” DEL PARTITO DEMOCRATICO AMERICANO, È SOTTO INDAGINE DELLA COMMISSIONE ETICA DEL CONGRESSO PER LA PARTECIPAZIONE AL MET GALA DELLO SCORSO ANNO – LA OCASIO CORTEZ SI PRESENTÒ CON UN’ABITO CON SCRITTO “TAX THE RICH”. LA COMMISSIONE HA RICEVUTO DUE RICORSI: UNO SUI BIGLIETTI GRATIS RICEVUTI PER L’EVENTO, IL SECONDO SULL’ABITO, CHE “RAPPRESENTA UN REGALO LEGATO ALLA SUA POSIZIONE ALLA CAMERA”

business

cronache

sport

DOPO AVER SCASSATO IL BILANCIO DELLA JUVE, CR7 PUO’ DARE LA MAZZATA DEFINITIVA A AGNELLI - RONALDO È PRONTO A PRESENTARE LA “CARTA SEGRETA” IN PROCURA. IL PORTOGHESE È STATO RICONOSCIUTO DAI SINDACI COME “CREDITORE” DI 20 MILIONI DI EURO. LA SUA RICHIESTA DI ACCESSO AGLI ATTI È STATA RESPINTA PERCHÉ "GENERICA". MA PER GLI INQUIRENTI LUI HA IL DOCUMENTO – LA SOCIETA’ DI REVISIONE DELOITTE: "NEI BILANCI MANCANO I DEBITI" – I RISCHI DI “SANZIONI, ESCLUSIONE O LIMITAZIONE ALL'ACCESSO ALLE COMPETIZIONI” PER LE CONTROVERSIE CON LA UEFA…

cafonal

viaggi

salute

“ENTRO FINE ANNO AVREMO 10 MILIONI DI ITALIANI A LETTO CON L'INFLUENZA” - IL VIROLOGO FABRIZIO PREGLIASCO: “NEGLI ULTIMI ANNI DI VIRUS NE È CIRCOLATO POCO PER VIA DI MASCHERINE E DISTANZIAMENTO E PER QUESTO ABBIAMO UNA QUOTA MAGGIORE DI POPOLAZIONE PREDISPOSTA AL CONTAGIO - GLI ANTIBIOTICI NON VANNO MAI PRESI, NEMMENO A SCOPO PROTETTIVO PER I PIÙ ANZIANI, COME QUALCHE VOLTA ERRONEAMENTE SENTO DIRE. UNICA ECCEZIONE LA FANNO LE PERSONE CHE SOFFRONO DI BRONCHITE CRONICA O NEL CASO CI SIA UNA CONTEMPORANEA INFEZIONE BATTERICA. È SCONSIGLIATO FARE DA SÉ..."