MORIRE PER AMORE - ALCUNI TESTE DI C. UCCIDONO A BASTONATE UN CIGNO, LA COMPAGNA NON REGGE AL DOLORE E SI LASCIA MORIRE - “SI VEDEVA CHE STAVA MALE, NON MANGIAVA PIÙ E TEMEVAMO FINISSE COSÌ” - SARA' PRESENTATA UNA DENUNCIA CONTRO IGNOTI

-

Condividi questo articolo

FULVIO CERUTTI per www.lastampa.it

cigno cigno

 

Morire per amore, morire per il dolore. È la triste storia di una femmina di cigno che si è lasciata morire dopo che il suo compagno nei giorni scorsi è stato trovato con il collo spezzato.

 

Il dramma ha avuto inizio venerdì 3 maggio quando nel laghetto superiore del parco in centro a Recoaro Terme, in provincia di Vicenza, è stata trovato morto l’esemplare maschio che viveva lì insieme alla sua compagna. L’animale aveva il collo spezzato. In attesa del referto ufficiale dell’Istituto Zooprofilattico, che si avrà a giorni, si ipotizza che la morte sia stata provocata volontariamente: con ogni probabilità è stato «ucciso a bastonate». Se ciò venisse confermato scatterà una denuncia nei confronti di ignoti per uccisione di animali.

cigno cigno

 

La sua compagna non ha retto al dolore: «La femmina si è lasciata morire. Si vedeva che stava male, non mangiava più e temevamo finisse così» ha commentato il sindaco Davide Branco. È caratteristico di questa specie, caratterizzata da legami monogamici che durano molti anni, che i compagni o le compagne non sopravvivano a lungo quando muore uno dei due.

 

I due cigni non sono gli unici del parco, negli specchi d’acqua più bassi vive qualche altro esemplare. Per questo il sindaco ha già annunciato che entro l’anno verranno installate delle telecamere di sorveglianza, in modo poter monitorare il benessere e la sicurezza degli animali.

cigno cigno

 

Condividi questo articolo

media e tv

PER LA SERIE "AO', GUARDA CHE TOCCA FA' PE' CAMPA'", CHI È ALESSANDRA CANTINI, LA ‘SCRITTRICE’ LIVORNESE CHE IERI SI È BUTTATA ADDOSSO A CONTE CHIEDENDO UN SELFIE “HOT” - LA SVALVOLATA, FAMOSA PER AVER MOSTRATO LE CHIAPPE DA CHIAMBRETTI, PRECISA: "LE MUTANDE NON CE LE AVEVO, PERÒ L’HO PROVOCATO, VOLEVO DIRGLI CI LASCIA TUTTI SENZA NIENTE, FATE SCHIFO'' - SU INSTAGRAM RINCARA: ”PROF SI TENGA PURE LA MUSERUOLA, IO NON NE HO BISOGNO E A MENO DI UN METRO VI SBRANEREI GIÀ.PECCATO CHE NON HO TEMPO DI TOGLIERMI LE MUTANDE E FARE SCANDALO... " - VIDE+FOTO HOT DI UNA FROLLOCCONA CHE HA BUTTATO LA SUA VITA IN CACIARA

politica

business

BRAGANTINI REPLICA, DAGO RISPONDE – ‘’OBIETTO AL FATTO DI ESSER DIPINTO COME UOMO LEGATO AD UBI. HO DOVUTO PERFINO FAR CAUSA AD UBI. SEMMAI HO DEI LEGAMI PROFESSIONALI CON INTESA" – DAGO: ''A GIUDICARE DAL SUO ARTICOLO NON SI DIREBBE CHE LEI SI SIA LASCIATO IN MALO MODO CON UBI, ANZI SEMBRA CHE NE SUBISCA ANCORA IL RICHIAMO. EVIDENTEMENTE, NON HA MESSO UN SOLO MOTIVO FAVOREVOLE ALL’OPS DI INTESA SU UBI PROPRIO PERCHÉ HA DEI LEGAMI PROFESSIONALI ATTUALI, TRAMITE UNA SOCIETÀ DA LEI PRESIEDUTA, CON INTESA. ALTRIMENTI, QUALCHE MOTIVO FAVOREVOLE NON AVREBBE CERTO FATICATO A TROVARLO"

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELLE “STELLE CADENTI” - MAI TITOLO FU PIÙ AZZECCATO! ANNALISA CHIRICO PRESENTA IL SUO LIBRO ALLA CASINA VALADIER E CHI PARLA? MATTEO SALVINI! - IL 'CAPITONE' NON SA PIÙ CHE DIRE E LA BUTTA LÀ: “NON SONO DI DESTRA", POI DÀ DEL CRETINO A ZINGARETTI E RITRATTA SUBITO: “RITIRO L’AGGETTIVO” – "LA MELONI MANGIA CONSENSI? SE RIMANE NEL CENTRODESTRA VA BENE COSÌ” - LA CHIRICO INVECE BACIA E ABBRACCIA TUTTI: DAL PRESIDENTE DI HUAWEI ITALIA DE VECCHIS ALL’AMBASCIATORE DI ISRAELE DROR EYDAR E MALAGÒ...

viaggi

salute