OGNI LUSH-ATA NON È PERSA - IN UN MONDO IN CUI TUTTI VOGLIONO ESSERE SUI SOCIAL, C’È IL PRIMO BRAND MONDIALE CHE SFANCULA INSTAGRAM, FACEBOOK, TIKTOK: IL COLOSSO DELLA COSMETICA LUSH HA DECISO DI MOLLARE LE PIATTAFORME FINO A QUANDO "NON DIVENTERANNO UN AMBIENTE PIÙ SICURO PER GLI UTENTI". "FACCIAMO PRODOTTI PER AIUTARE LE PERSONE A DISCONNETTERSI. LE PIATTAFORME SOCIAL SONO DIVENTATE L’ANTITESI…”

-

Condividi questo articolo


Da www.primaonline.it

 

lush 5 lush 5

A partire da venerdì 26 novembre 2021, il brand mondiale Lush uscirà da Instagram, Facebook, TikTok e Snapchat, fino a quando – spiega una nota del gruppo – queste piattaforme non saranno in grado di mettere in atto misure volte a offrire un ambiente più sicuro ai propri utenti. Questa nuova policy verso i social sarà in vigore in tutti i 48 paesi in cui Lush opera.

 

Visto che le prove contro il cambiamento climatico sono state ignorate e gli allarmi sui gravi effetti dei social media vengono a malapena ascoltati, il gruppo – spiega – ha deciso di dare un segnale forte uscendo dai social network.

 

odio social 6 odio social 6

“Come molti teenager prima di noi, Lush ha provato a uscire dai social media in passato, ma la nostra FOMO (Fear of Missing Out, ossia la paura di essere tagliato fuori specialmente dai social, NDR)”. Questo fenomeno è correlato con l’uso eccessivo dei social network è grande, e la nostra compulsione ad utilizzare le varie piattaforme ci ha portato a ritrovarci lì, nonostante le nostre migliori intenzioni.

 

lush 8 lush 8

Quindi eccoci di nuovo qui, mentre cerchiamo di “disintossicarci”, dice Jack Constantine – CDO & Product Inventor Lush. “Dopo un primo tentativo nel 2019, questa volta, la nostra determinazione è rafforzata dalle rivelazioni condivise da coraggiosi informatori, che hanno chiaramente mostrato e denunciato i noti danni cui i giovani sono esposti a causa degli attuali algoritmi e della regolamentazione insufficiente del settore”.

 

odio social 3 odio social 3

“Come inventore di bombe da bagno”, prosegue Constantine, “tutti i miei sforzi sono dedicati a creare prodotti capaci di aiutare le persone a disconnettersi, rilassarsi e prendersi cura del proprio benessere. Le piattaforme social sono diventate l’antitesi di quello che vogliamo offrire, con algoritmi studiati per tenere le persone davanti allo schermo e impedirgli di disconnettersi e rilassarsi. Non chiederemmo ai nostri clienti di venire a trovarci in un vicolo buio e pericoloso, mentre alcune piattaforme social stanno iniziando a diventare posti nei quali nessuno dovrebbe essere incoraggiato ad andare. Qualcosa deve cambiare.

lush 7 lush 7

 

Noi speriamo che le piattaforme introducano in futuro linee guida più rigide, e speriamo che regolamentazioni internazionali si traducano presto in legge. Ma non possiamo aspettare. Ci sentiamo obbligati a prendere le nostre misure per proteggere i nostri clienti dai danni e dalle manipolazioni che possono subire mentre entrano in contatto con noi sui canali social. Lush uscirà da Facebook, Instagram, TikTok e Snapchat fino a che queste piattaforme non potranno offrire un ambiente più sicuro per i propri utenti.

tristezza e social network tristezza e social network

 

Ho trascorso tutta la vita a evitare di utilizzare ingredienti dannosi nei miei prodotti. Ci sono oggi prove schiaccianti che evidenziano quanto siamo a rischio quando utilizziamo i social media. Non ho intenzione di esporre i miei clienti a questo rischio, per cui è il momento di uscire dal giro”.

 

lush 2 lush 2

Lush non diventerà completamente anti-social e promette di trovare nuovi modi per connettersi, per costruire altrove canali di comunicazione migliori. mantenendo, ad esempio, la community su Twitter e YouTube.

lush 6 lush 6

 

lush 4 lush 4 lush 10 lush 10 lush 1 lush 1 lush 3 lush 3 lush 9 lush 9

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

È STATO DAVVERO UN “BLACK FRIDAY” – IERI LE BORSE EUROPEE HANNO BRUCIATO 390 MILIARDI DI CAPITALIZZAZIONE PER LA PAURA CHE LA VARIANTE “OMICRON” DEL COVID PORTI A NUOVE CHIUSURE CHE DISTRUGGEREBBERO L’ECONOMIA – IGNAZIO VISCO: “IL NUOVO INCREMENTO DI CONTAGI SPOSTA IN AVANTI LA PROSPETTIVA POST-PANDEMIA”. CHE FARANNO I BANCHIERI CENTRALI, CHE STAVANO PENSANDO DI RIALZARE I TASSI PER SCONGIURARE L’INFLAZIONE? LA RISPOSTA ARRIVA DAL PETROLIO, CHE IERI È CROLLATO DEL 10%...

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute