LA PANDEMIA È FINITA, MA I NO VAX NON CE LI SIAMO ANCORA TOLTI DAGLI ZEBEDEI - UN MANIPOLO DI COMPLOTTARI SI È MESCOLATO AI PARTECIPANTI DELLA TRADIZIONALE SFILATA DI “MEZZA QUARESIMA”, APPUNTAMENTO STORICO DELLA CITTÀ DI BERGAMO, DURANTE IL QUALE SFILANO CARRI ALLEGORICI – I NO VAX HANNO MOSTRATO DI STRISCIONI CON LE SOLITE SCRITTE "I VACCINI UCCIDONO, I GOVERNI MENTONO" - LA POLIZIA HA IDENTIFICATO I MANIFESTANTI...

-

Condividi questo articolo


NO VAX A BERGAMO NO VAX A BERGAMO

(ANSA) - Proprio alla vigilia del 18 marzo, Giornata internazionale in memoria delle vittime del Covid, fissata nella data in cui, nel 2020, i primi camion militari con le bare lasciarono Bergamo nell'apice della pandemia da Covid e che domani sarà commemorata a Bergamo dal commissario europeo per gli affari economici Paolo Gentoloni, oggi un gruppo di no vax si è mescolato tra i partecipanti festanti della sfilata di 'Mezza Quaresima', appuntamento storico della città di Bergamo, durante il quale sfilano carri allegorici.

 

La presenza dei no vax, con tanto di striscioni con la scritta rossa già apparsa in settimana su alcuni muri della Bergamasca, ha sconcertato i presenti alla sfilata. Anche gli organizzatori della manifestazione hanno preso le distanze: "Il gruppo, di Bianzano, si è iscritto come compagnia teatrale e non avevamo idea delle sue intenzioni: abbiamo avvisato subito le forze dell'ordine", ha dichiarato Mario Morotti, duca di Piazza Pontida. Le forze dell'ordine sono intervenuti e la digos ha identificato i partecipanti del gruppo no vax.

CORONAVIRUS - BARE A BERGAMO CORONAVIRUS - BARE A BERGAMO CAMION MILITARI CON LE BARE A BERGAMO CAMION MILITARI CON LE BARE A BERGAMO

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - FERMI TUTTI! SECONDO UN SONDAGGIO RISERVATO, LA CANDIDATURA DEL GENERALE VANNACCI POTREBBE VALERE FINO ALL’1,8% DI CONSENSI IN PIÙ PER LA LEGA SALVINIANA. UN DATO CHE PERMETTEREBBE AL CARROCCIO DI RESTARE SOPRA A FORZA ITALIA - A CICCIO TAJANI È PARTITO L’EMBOLO. COSÌ QUEL MERLUZZONE DEL MINISTRO DEGLI ESTERI SI È TRASFORMATO IN PIRANHA: HA MESSO AL MURO LA MELONI, MINACCIANDO IL VOTO DI SFIDUCIA SE LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI, LEGGE SIMBOLO DEL BERLUSCONISMO, NON VIENE APPROVATA PRIMA DELLE ELEZIONI EUROPEE...

INTER-ZHANG: GAME OVER? IL PRESIDENTE NON PUÒ LASCIARE LA CINA E STA COMBATTENDO IL WEEKEND PIÙ DURO DELLA SUA VITA PER NON PERDERE ANCHE L’INTER. BALLA IL PRESTITO DA 375 MILIONI CHE ZHANG DEVE RESTITUIRE A OAKTREE. IL FONDO PIMCO SI ALLONTANA - SE LA TRATTATIVA PER UN NUOVO FINANZIAMENTO NON SI SBLOCCA ENTRO LUNEDÌ, OAKTREE SI PRENDERA’ IL CLUB. UNA SOLUZIONE CHE SAREBBE MOLTO GRADITA AL DG MAROTTA. FORSE IL DIRIGENTE SPORTIVO PIÙ POTENTE D’ITALIA HA GIÀ UN ACQUIRENTE? O FORSE SA CHE...

DAGOREPORT - VANNACCI SARÀ LA CILIEGINA SULLA TORTA O LA PIETRA TOMBALE PER MATTEO SALVINI, CHE TANTO LO HA VOLUTO NELLE LISTE DELLA LEGA, IGNORANDO LE CRITICHE DEI SUOI? - LUCA ZAIA, A CUI IL “CAPITONE” HA MOLLATO UN CALCIONE (“DI NOMI PER IL DOPO ZAIA NE HO DIECI”), POTREBBE VENDICARSI LASCIANDO CHE LA BASE LEGHISTA ESPRIMA IL SUO DISSENSO ALLE EUROPEE (MAGARI SCEGLIENDO FORZA ITALIA) - E COSA ACCADREBBE SE ANCHE FEDRIGA IN FRIULI E FONTANA IN LOMBARDIA FACESSERO LO STESSO? E CHE RIPERCUSSIONI CI SAREBBERO SUL GOVERNO SE SALVINI SI RITROVASSE AZZOPPATO DOPO LE EUROPEE?