LA PANDEMIA HA AVUTO ANCHE DEGLI EFFETTI POSITIVI: I GIOVANI HANNO RICOMINCIATO A LEGGERE - IL 2022 È STATO UN OTTIMO ANNO PER LA VENDITA DI LIBRI E SOPRATTUTTO PER L'APERTURA DI NUOVE LIBRERIE, IN PARTICOLARE QUELLE INDIPENDENTI - IN ITALIA, SI È REGISTRATA UN'INVERSIONE DI TENDENZA RISPETTO AL CALO STORICO DEGLI ULTIMI ANNI, SOPRATTUTTO GRAZIE ALL'AUMENTO DI INTERESSE NELLE FASCE PIÙ GIOVANI - MA NONOSTANTE IL BOOM...

-

Condividi questo articolo


LIBRERIA LIBRERIA

Estratto dell'articolo di Marco Ventura per “il Messaggero”

 

[…] l'American Booksellers Association, l'associazione dei librai americani, ha scoperto che le vendite sono tornate ai livelli di 20 anni fa. E che lo scorso anno si sono aggiunti 173 membri, per un totale di 300 in più rispetto al 2019, ed è forte adesso di ben 2.185 esercizi. Tre anni di pandemia sono passati lasciando il segno positivo. E il colosso delle vendite online, Amazon, non ha intaccato questo segmento commerciali, come in altri casi.

libri libri

 

PASSIONE RINATA

Un altro effetto del Covid è che i giovani, improvvisamente rintanati nelle loro stanzette e allontanati dalle scuole e dai compagni, hanno ritrovato una rete ideale, spirituale, proprio attraverso i libri, […] Il risultato è che adolescenti e ventenni sono finalmente entrati nelle librerie, e se ne sono innamorati. Significa, per loro, anche avere ritrovato una comunità, come spiega Mitchell Kaplan, storico libraio in Florida.

libri libri

 

Lo stesso poi è avvenuto in Francia. Il 2022 è stato un anno memorabile per l'apertura di nuovi esercizi, 115 inaugurati in più. Il ritorno delle librerie, in particolare di quelle indipendenti, date per perse o in agonia, è (incredibilmente?) un fenomeno anche italiano. […] si registra una leggera inversione di tendenza rispetto al calo storico degli anni che precedono la pandemia. Il dato è confortante soprattutto per le librerie che non appartengono alle grandi catene.

libri 2 libri 2

 

I DATI ITALIANI

Sono 4.424 le imprese del cosiddetto commercio al dettaglio di libri in Italia (un risicato ma significativo +0,1 nel 2022 sull'anno precedente), e di queste 327 vendono l'usato. Due librerie su cinque si trovano al Nord, specie nel Nord Ovest (24,2 per cento). I dati ufficiali li fornisce l'Ali, l'Associazione dei librai italiani. Lombardia e Lazio sono le regioni col più alto numero di librerie (rispettivamente 569 e 538), seguite da Campania e Toscana, che comunque registrano un aumento dell'1 e dell'1,4 per cento.

 

libri 1 libri 1

Certo, i problemi non mancano, dai costi crescenti praticati dai fornitori al caro inflazione. Al punto che una libreria su quattro negli ultimi mesi ha dovuto fare ricorso a finanziamenti. Ma questo fa parte purtroppo di un fenomeno che parte da lontano. E che oggi non sembra più così inarrestabile. Il 70 per cento dei clienti sono abituali, sono i libri-addicted, i "drogati" di libri, lettori compulsivi per i quali il libro è un bene essenziale. Il 30 per cento sono vendite occasionali. In generale, incoraggiante è il riavvicinamento delle fasce più giovani alle librerie, che sembrano anni luce lontane dalla sensibilità social e virtuale di adolescenti o poco più. […]

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE