POSIZIONE ASTRATTA? ASTRATTA ‘STO CAZZO!!! – GLI STUDENTI DELL’IMPERIAL COLLEGE DI LONDRA PROTESTANO CONTRO L’INSTALLAZIONE "FALLICA" DELL’ARCHISTAR ANTONY GORMLEY NEL CAMPUS DELL’UNIVERITÀ – LA SCULTURA, ALTA CIRCA 6 METRI, HA UNA “SPORGENZA” DI CIRCA 3 METRI, CHE RICORDA A MOLTI UN UOMO CON IL PISELLONE IN TIRO – “L’INTERPRETAZIONE FALLICA POTREBBE ESSERE CONSIDERATA INAPPROPRIATA PER UNA GRANDE ESPOSIZIONE PUBBLICA, SOPRATTUTTO DATE LE DIMENSIONI...” (BEATO LUI!)

-

Condividi questo articolo


Giulia Giaume per www.artribune.com

 

alert di antony gormley alert di antony gormley

“Indipendentemente dall’intento artistico, ‘Alert’ è interpretata da molti come fallica“. Così gli studenti dell’Imperial College di Londra hanno denunciato una scultura dell’artistar Antony Gormley (Londra, 1950) che dovrebbe essere installata all’interno del rinato South Kensington Campus della scuola, citando la sua presunta natura sessuale. 

 

L’opera, intitolata ALERT, voleva rappresentare una figura astratta in posizione accovacciata: secondo gli studenti assomiglia di più a un uomo con un pene eretto, cosa che andrebbe a “danneggiare l’immagine e la reputazione del college“.

 

render di alert di antony gormley 2 render di alert di antony gormley 2

“Non c’è nulla di intrinsecamente sbagliato nelle immagini falliche nell’arte“, prosegue la lettera formale degli studenti. “Tuttavia, la preoccupazione dell’interpretazione fallica per il pene potrebbe essere considerata inappropriata per una grande esposizione pubblica, soprattutto date le dimensioni della statua“. L’opera in acciaio, che dovrebbe essere installata nella nuova Dangoor Plaza del campus nel corso di quest’estate, è infatti alta circa 6 metri, con una sporgenza (gambe accovacciate o pene che sia) di circa 3 metri. 

 

render di alert di antony gormley 1 render di alert di antony gormley 1

Era pensata per diventare il punto focale della piazza appena costruita, all’interno di un’area dell’istituto associata alle scienze: è stato questo il trigger definito per il sindacato studentesco, che ha citato nell’opporsi gli evidenti “problemi con il rapporto tra i sessi e l’inclusione” nelle scienze, nel college come nel resto del mondo. L’Imperial College avrebbe, ad aggravare la cosa, un grave squilibrio di genere nel suo corpo studentesco.

alert antony gormley alert antony gormley

 

CONTROVERSIA APERTA AL LONDON IMPERIAL COLLEGE

L’accusa dei giovani si rivolge poi nello specifico alla malafede dell’ateneo: “La pubblicità del college riguardo alla statua ha scelto un angolo che evitasse di farla apparire fallica“, si legge nella comunicazione. “Ciò suggerisce che questa interpretazione, e questa reazione, non siano state impreviste da alcune persone all’interno del college“.

 

render di alert di antony gormley render di alert di antony gormley

Ma qual era lo scopo originale dell’artista? In una dichiarazione fatta prima della protesta, Gormley aveva detto dell’opera che “attraverso la conversione dell’anatomia in una costruzione architettonica, voglio rivalutare la relazione tra corpo e spazio. In equilibrio sugli avampiedi, accovacciati sulle anche e osservando il mondo circostante, l’atteggiamento di questa scultura è vivo, vigile e sveglio”. Non una spiegazione sufficiente per gli studenti, che ora chiedono un dietrofront all’università.

antony gormley antony gormley

 

CHI È L’ARTISTA INGLESE ANTONY GORMLEY

A tutti gli effetti artista di calibro globale, Antony Gormley è acclamato per le sue sculture, installazioni e opere d’arte pubbliche che indagano il rapporto tra corpo umano e spazio. Il suo lavoro ha sviluppato il potenziale aperto dalla scultura dagli anni Sessanta con un impegno critico (sia con il proprio corpo sia con quello degli altri) affrontando le questioni fondamentali sul ruolo degli esseri umani in relazione alla natura e al cosmo. 

 

Gormley cerca di identificare lo spazio dell’arte come un “luogo del divenire”, in cui possono sorgere nuovi comportamenti, pensieri e sentimenti. Gormley ha ricevuto un certo numero di premi per il suo lavoro nel corso di tre decenni di esposizioni: dal Turner Prize nel 1994 alla nomina di Ufficiale dell’Impero Britannico (OBE) nel 1997, è Honorary Fellow del Royal Institute of British Architects, Honorary Doctor dell’Università di Cambridge e accademico reale dal 2003.

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…

DAGOREPORT! - IL VENTO STA CAMBIANDO? A OTTOBRE, SI RITORNA ALLE URNE? SALVINI MOLLA MELONI? - DELIRIO PER I SONDAGGI CHOC DELLE REGIONALI IN SARDEGNA: ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, AVREBBE DUE PUNTI DI VANTAGGIO SUL MELONIANO TRUZZU - IN VISTA DELLE EUROPEE, UNA SCONFITTA SAREBBE UN PESSIMO SEGNALE PER LA MELONA - SALVINI AL MURO: SE LA LEGA VA SOTTO L’8%, POTREBBE TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO - IN CASO DI CRISI, NESSUN GOVERNO TECNICO: SI VOTA SUBITO, A SETTEMBRE/OTTOBRE. LA MELONA VUOLE CAPITALIZZARE IL CONSENSO, PRIMA DELL'ARRIVO DELLA CRISI ECONOMICA - RESO INERTE TAJANI, PER GOVERNARE, LA DUCETTA HA BISOGNO DI UNA LEGA DESALVINIZZATA - E NON È DETTO CHE IL CAPITONE RIMANGA AL SUO POSTO: LA BASE ELETTORALE DEL CARROCCIO HA UN DNA MODERATO E PRAGMATISTA, E NE HA PIENE LE PALLE DELLA POLITICA DESTRORSA, AFFOLLATA DI LE PEN E NAZISTOIDI. I FEDRIGA, I ZAIA, I FONTANA, I GIORGETTI SONO LEGHISTI BEN COMPATIBILI CON GIORGIA “FASCIO TUTTO IO!”. E’ SALVINI CHE SI È ESTREMIZZATO

DAGOREPORT! FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI. ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, RAGGIUNGE IL 45% MENTRE PAOLO TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI, SI DEVE ACCONTENTARE DEL 42,5%. SEMPRE A SINISTRA, RENATO SORU, CON LA SUA 'COALIZIONE SARDA’, INTASCA L'11,2% - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER IL FATIDICO “CAMPOLARGO” PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ NAZIONALE-. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? “IO SO’ GIORGIA” HA QUASI DEL TUTTO CASSATO L’IDEA SULLA SUA CANDIDATURA ALLE EUROPEE. FRATELLI D'ITALIA CHE NON SUPERA IL 30% CON LA LEADER IN CAMPO SAREBBE VISSUTO ALLA STREGUA DI UN CLAMOROSO FLOP