QUANDO È INIZIATA LA DISCESA AGLI INFERI DI FEDEZ? – CRESCERE NELLA BOLLENTE PERIFERIA SUD DI MILANO PUÒ AVER CREATO IN LUI UNA VOGLIA DI RIVALSA SOCIALE CHE ERA STATA MESSA SOTTO CHIAVE NEGLI ANNI CON CHIARA FERRAGNI: ORA CHE È TORNATO SINGLE SEMBRA AVER RITROVATO LA SUA DIMENSIONE TRA DISCOTECHE, BIONDINE, AMICI MALEDETTI, ALCOL, RISSE E BELLA VITA – A INFLUIRE SULLA CONDOTTA SREGOLATA DEL RAPPER PUÒ ANCHE ESSERCI STATA LA PROGRESSIVA PERDITA DELLE AMICIZIE STORICHE E…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Maria Elena Barnabi per “Gente"

 

fedez fedez

[…] quando è iniziata la discesa agli inferi di Fedez? Certamente non è mai stato un “contentone” ed essere cresciuto nella bollente periferia sud di Milano, paffutello e bullizzato come era lui, può aver creato in lui la voglia di riscatto e di rivalsa una volta raggiunto il potere, i soldi e le amicizie giuste con i duri del momento. In un’intervista del 2017 al Corriere della Sera aveva raccontato: «Sono tornato più di una volta a casa senza scarpe. Mi fermavano per strada e mi chiedevano: “Che numero hai?”. E lì non c’era niente da fare, te le toglievi e gliele davi. Ero alle medie».

 

fedez ferragni fedez ferragni

Finché Fedez stava con Chiara Ferragni, il prototipo della brava ragazza di provincia, bionda, ricca e di buona famiglia, forse il suo desiderio di rivalsa sociale era chetato. Ora che si ritrova all’improvviso single (ma poi si è mai capito perché i due si sono lasciati?), benestante (nonostante abbia dichiarato di essere nullatenente), con una bella macchina e tanto tempo libero a disposizione, Fedez pare aver perso la testa, come succede a quegli uomini cinquantenni che all’improvviso riassaporano la libertà dopo anni di matrimonio forzato. E allora via di discoteca, giovani biondine, amici maledetti, risse, alcol e bella vita... 

 

jax fedez jax fedez

Certamente il tumore al pancreas che lo ha colpito solo due anni fa deve aver destabilizzato il suo equilibrio mentale. Dopo l’intervento al quale si è sottoposto nel 2022, l’anno successivo in un video molto toccante aveva rivelato di aver disturbi mentali causati anche dall’aver sospeso all’improvviso una cura a base di psicofarmaci molto pesanti. E poi, a ottobre 2023, Fedez è stato colpito da due ulcere con conseguente emorragia. […]

 

pestaggio di cristiano iovino pestaggio di cristiano iovino

La frequentazione di Fedez con la curva sud del Milan è relativamente recente. Una vecchia conoscenza del rapper nel numero scorso di Gente aveva sottolineato come il rapper è solito cambiare amicizie e “giri” ogni anno e mezzo «perché litiga con tutti». E in effetti questi nuovi figuri che da qualche tempo lo accompagnano sono recenti. Da qualche mese, Fedez e il rapper Lazza, insieme a Leonardo Maria Del Vecchio, hanno dato vita a una bevanda (si chiama Boem) che è anche sponsor ufficiale del Milan.

fedez Christian Rosiello fedez Christian Rosiello

 

Contemporaneamente Fedez ha cominciato ad andare allo stadio, da solo e con il figlio Leone, e noi abbiamo cominciato a vederlo accompagnato, a mo’ di bodyguard, da Christian Rosiello. Come la curva sud ha voluto precisare, Rosiello è incensurato ma ha due Daspo a suo carico (è il provvedimento per cui a una persona viene vietato di partecipare a manifestazioni sportive) ed è anche un grande amico di Luca Lucci, capo storico dei tifosi milanisti, agli arresti domiciliari per narcotraffico.

 

la copertina di gente del 1 giugno 2024 la copertina di gente del 1 giugno 2024

Rosiello, tra l’altro, non solo accompagna Fedez quando è al parco con i figli (come vedete nelle nostre foto esclusive), ma probabilmente è “uno dei capi della curva sud del Milan” che attende Leone fuori da scuola, come dice la mamma di uno dei compagni di scuola di Leone a Selvaggia Lucarelli nel suo libro Il vaso di Pandoro. 

 

«Ora, uno mica può essere giudicato in base alle amicizie che ha, per carità. Ma con tutti i bodyguard che ci sono a Milano, Fedez non poteva scegliersi un altro professionista meno in vista?», ci racconta un osservatore informato dei fatti. Evidentemente, no. Anche perché Fedez ha cominciato ad andare in giro anche con altri esponenti di spicco della curva, uno dei quali, Alex Cologno (pseudonimo di Islam Hagag), è stato arrestato per l’aggressione e l’accoltellamento di un uomo fuori dallo stadio proprio due giorni dopo aver passato una serata in discoteca con il rapper.

 

fedez allontanato dalla security del the club di milano fedez allontanato dalla security del the club di milano

[…] Cristiano Iovino e Fedez hanno raggiunto un accordo economico e non ci sarà denuncia. A influire sulla condotta del rapper può anche esserci stata la progressiva perdita delle amicizie storiche. Pochi giorni fa J-Ax, con il quale il rapper era tornato in buoni rapporti, ha dichiarato alla trasmissione radio Deejay Chiama Italia di Linus e Nicola Savino: «Non ho rispetto per chi continua una vita spericolata dopo aver messo al mondo un bambino». Il riferimento a Fedez non era esplicito ma molto chiaro. Un altro amico uscito dai radar, a parte i già noti Luis Sal e Fabio Rovazzi, è il rapper Tony Effe, che ultimamente si fa vedere solo con Cristiano Iovino. Ora che tra Iovino e Fedez è arrivato il sereno, torneranno amici? 

fedez ultrà milan fedez ultrà milan

 

[…] Ma come mai ogni volta che c’è di mezzo Fedez, nessuno denuncia? Misteri della vita notturna milanese.

pestaggio di cristiano pestaggio di cristiano

Fedez al suo fianco Christian Rosiello e il rapper Taxi B Fedez al suo fianco Christian Rosiello e il rapper Taxi B fedez fedez fedez ultras milanisti fedez ultras milanisti fedez ludovica di gresy 45 fedez ludovica di gresy 45 fedez al tribunale di roma fedez al tribunale di roma fedez fedez post di fedez contro il presidente del codacons carlo rienzi post di fedez contro il presidente del codacons carlo rienzi FEDEZ AL TRIBUNALE DI ROMA FEDEZ AL TRIBUNALE DI ROMA fedez fedez fedez fedez Fedez con gli ultras Christian Rosiello e Islam Hagag detto Alex Cologno Fedez con gli ultras Christian Rosiello e Islam Hagag detto Alex Cologno

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE