QUANDO SI DICE CHE LE MOGLIE S'ACCOLLANO – LA FINLANDIA HA OSPITATO LA VENTISETTESIMA EDIZIONE DEL CAMPIONATO MONDIALE DI “WIFE CARRYING”, LA CORSA A OSTACOLI NELLA QUALE I CONCORRENTI DEVONO PORTARE IN SPALLA LE LORO COMPAGNE SUPERANDO POZZE D'ACQUA E BARRIERE – PRIMA CLASSIFICATA È STATA UNA COPPIA LITUANA CHE HA TERMINATO IL PERCORSO DI 253,5 METRI IN 1 MINUTO E 6 SECONDI…(VIDEO)

-

Condividi questo articolo

 

Da "www.rainews.it"

 

wife carrying 5 wife carrying 5

Dal 1992 si svolge a Sonkajärvi, in Finlandia, il campionato mondiale di trasporto delle mogli. In pratica, si tratta di una corsa a ostacoli nella quale i concorrenti devono portare in spalla le loro "mogli" superando pozze d'acqua e barriere.

 

Il primo arrivato vince una quantità di birra equivalente al peso della moglie, oltre naturalmente al prestigioso titolo di campione del mondo in questa "specialità". Quest'anno sono stati incoronati Vytautas Kirkliauskas e sua moglie Neringa Kirkliauskiene, lituani, che hanno terminato il percorso di 253,5 metri in 1 minuto e 6,72 secondi battendo per solo un decimo di secondo il sei volte campione del mondo, il finlandese Taisto Miettinen e la sua nuova compagna Katja Kovanen.

wife carrying 8 wife carrying 8

 

Secondo le regole, la donna deve avere più di 17 anni e pesare almeno 49 chilogrammi. Nonostante il nome dell'evento, le coppie non devono essere sposate.

wife carrying 7 wife carrying 7

 

La gara è ispirata a una leggenda finlandese, "Ronkainen il Ladro". che narra di una banda di briganti che saccheggiava villaggi rapendo le donne. Si dice che la lunghezza del percorso a ostacoli sia la distanza necessaria per evitare di essere colpiti dagli inseguitori.

wife carrying 9 wife carrying 9 wife carrying 12 wife carrying 12

 

wife carrying 6 wife carrying 6 wife carrying 1 wife carrying 1 wife carrying 10 wife carrying 10 wife carrying 11 wife carrying 11 wife carrying 13 wife carrying 13 wife carrying 14 wife carrying 14 wife carrying 15 wife carrying 15 wife carrying 16 wife carrying 16 wife carrying 3 wife carrying 3 wife carrying 4 wife carrying 4

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

LA LETTERA DI MELANIA RIZZOLI AI MALATI DI TUMORE AL CERVELLO: “NON FATEVI IMPRESSIONARE DALLA MORTE DI NADIA TOFFA, PERCHÉ LEI HA AVUTO UNO DI QUEI TIPI PER I QUALI NON CI SONO CURE CERTE E PER I QUALI LA SCIENZA E LA RICERCA STANNO LAVORANDO MOLTO. I SEGNI E I SINTOMI DELLA PRESENZA DI LESIONI OCCUPANTI SPAZIO NEL CRANIO SONO SIMILI, E RICONOSCERLI ALLO STADIO INIZIALE PUÒ MIGLIORARE LA PROBABILITÀ DI GUARIGIONE E DI SOPRAVVIVENZA, E QUANDO SI PRESENTA UNO DI QUESTI SINTOMI..."