QUEST'INVERNO TUTTI A MESSA CON CANDELE E TRAPUNTA - I PARROCI ITALIANI SPENGONO LE LUCI E I RISCALDAMENTI DELLE LORO CHIESE PER FRONTEGGIARE IL CARO BOLLETTE: "VIVIAMO DI OFFERTE, COME POSSONO I FEDELI DARE UN EURO SE NON CE L'HANNO NEANCHE LORO?" - A ROMA IL VICARIATO HA ORGANIZZATO UN INCONTRO CON I FORNITORI DI ELETTRICITÀ E GAS PER SOSTENERE I PARROCI CHE GESTISCONO GRANDI STRUTTURE IN ZONE DISAGIATE...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Iacopo Scaramuzzi per “la Repubblica”

 

ILLUMINAZIONE CHIESE ILLUMINAZIONE CHIESE

C'è chi ha già preventivato che riscalderà di meno la chiesa, chi tira fuori le stufe a legno, chi abbasserà le luci. Qualcuno arriva a chiedere aiuto ai fedeli, o a pubblicare sui social la bolletta. Ma per la maggior parte dei parroci italiani il caro-energia alle viste preoccupa soprattutto perché inciderà sulle persone povere, che già oggi si rivolgono alla Caritas per chiedere aiuto.

 

bollette bollette

 Don Ignazio Serra, parroco di Santa Sofia a San Vero Milis (Oristano) ha spento il campanile: [...] «L'inflazione mette tutti in ginocchio, parrocchie comprese: viviamo di offerte, come possono i fedeli dare un euro se non ce l'hanno neanche loro?». L'apprensione travalica le mura della canonica e arriva sui social.

 

[...]

 

ILLUMINAZIONE CHIESE ILLUMINAZIONE CHIESE

Problemi diversi a Longarone (Belluno). La parrocchia è in cemento a forma di onda, per richiamare il dramma della diga del Vajont. «Già è difficile da riscaldare in tempi normali », spiega il parroco: «Faremo la messa feriale in una cappellina più piccola e la domenica chiederemo ai fedeli di vestirsi più pesanti», prosegue don Augusto Antoniol.[...]

 

ILLUMINAZIONE CHIESE ILLUMINAZIONE CHIESE

[...] E a Roma il Vicariato ha avviato un dialogo con i fornitori di elettricità e gas per perorare la causa di parroci che gestiscono grandi strutture, in particolare in zone disagiate, offrendo servizi pastorali e sociali al territorio. C'è stato un primo incontro promettente per cercare di calmierare le bollette. La diocesi, inoltre, ha un ufficio apposito che assiste le parrocchie nella transizione ecologica, aiutando a sostituire vecchie caldaie e incrementare i pannelli solari.

 

ILLUMINAZIONE CHIESE ILLUMINAZIONE CHIESE

Non è escluso, poi, che un aiuto, al Laterano come ad altre parrocchie in tutta Italia, arrivi dalla Conferenza episcopale italiana, così come è già avvenuto durante la pandemia. A Milano da alcuni anni le parrocchie hanno creato la rete del Gad (Gruppo di acquisto diocesi) per acquistare energia e gas a prezzi vantaggiosi. «Siamo preoccupati né più né meno di tutti gli italiani», taglia corto don Alberto Vitali, parroco di Santo Stefano Maggiore. [...]

 

ILLUMINAZIONE CHIESE ILLUMINAZIONE CHIESE

Qualche sacrificio può fare bene all'anima: in Franciacorta, don Claudio Paganini è impegnato da tempo a favore dell'ambiente. [...] il parroco di Cellatica (Brescia) ha messo illuminazione a led, invita i fedeli a ridurre gli sprechi, ha già ridotto il riscaldamento e, ora, ha annunciato, nei giorni feriali dimezzerà l'illuminazione in chiesa. «L'esempio è più educativo che fare tante chiacchiere sull'ambiente», commenta. [...]

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

I DELLA VALLE FANNO L'OPA MA I SOLDI LI METTONO LE BANCHE – INCASSATO L'OK DELLA CONSOB LUNEDÌ LA FAMIGLIA DELLA VALLE FARÀ PARTIRE UN’OPA A 40 EURO AD AZIONE PER IL DELISTING DI TOD’S – L’OPERAZIONE AVRÀ UN COSTO DI 388 MILIONI E, A COPERTURA DEL FABBISOGNO FINANZIARIO, LA HOLDING DELLA VALLE HA SOTTOSCRITTO UN PRESTITO CON BNL, CREDIT AGRICOLE E DEUTSCHE BANK PER 420 MILIONI DI EURO - IL DELISTING PORTERÀ ALLA CREAZIONE DI PIÙ SOCIETÀ AD HOC PER CONTROLLARE I SINGOLI MARCHI...

cronache

sport

cafonal

LUCIO FOREVER – ARRIVA A ROMA LA MOSTRA ITINERANTE “LUCIO DALLA. ANCHE SE IL TEMPO PASSA” NEL DECENNALE DELLA SCOMPARSA DEL CANTAUTORE – ESPOSTI APPUNTI, DIARI, CAPPELLI, OCCHIALI, IL MITICO CLARINETTO, POSTER, DISCHI – ALLA PRESENTAZIONE CARLO VERDONE HA RICORDATO L’AMICIZIA NATA CON “BOROTALCO” E RENZO ARBORE HA RACCONTATO DI QUANDO, A 7 ANNI, HA FATTO DA BALIA  A DALLA: “SONO IL PIÙ ANTICO AMICO DI LUCIO. PER ME È STATO IL FIGLIO DELLA SIGNORA MELOTTI, LA MODISTA AMATA DA MIA MADRE...”

viaggi

salute